);

The Killing 1×03 – El DiabloTEMPO DI LETTURA 1 min

in Recensioni by
Come i precedenti episodi anche questo racconta l’evolversi
delle indagini da tre diversi punti di vista, quello della polizia, quello
della famiglia e quello dell’aspirante sindaco. Dopo la scoperta avvenuta sul finire del

precedente episodio
l’indagine sembra finalmente partire, con i primi sospettati e i primi
interrogatori. Veniamo a conoscenza del bidello della scuola, un personaggio
perverso che si eccita spiando i ragazzini (non farà una bella fine) e di un
video che ritrae due ragazzi che si accingevano a stuprare una ragazza
(probabilmente proprio la giovane Rosie).

Intanto il consigliere Richmond deve fare i conti con la
stampa che, venuta a sapere dell’automobile, lo sta massacrando in tutti i modi
possibili. Ma chi è stato a far trapelare la notizia? C’è una talpa all’interno
del tuo staff, caro il mio candidato…
L’unica parte veramente noiosa è quella relativa alla
famiglia della vittima, sarà che non mi piacciono troppo le scene drammatiche
ma vedere la madre addirittura tentare di autoannegarsi per provare a vedere
come dev’essersi sentita la figlia prima di morire…Plauso a Stan (il padre) che
invece tenta di consolare i figli e mandare avanti la famiglia dimostrandosi
una persona forte e soprattutto un ottimo padre per i due bambini.
PRO:
  • Il tizio che si butta dalla finestra sperando di scappare
    dalla polizia
  • La maschera dei due ragazzi è veramente bella
CONTRO:
  • Il modo con cui il prof viene in possesso del video è
    veramente ridicolo
Puntata più positiva rispetto alle precedenti, finalmente ci
scrolliamo di dosso l’iniziale lentezza a favore di alcuni avvenimenti
veramente interessanti. Il finale ti fa veramente venire voglia di guardare il
prossimo episodio e questo è decisamente un passo avanti notevole.

VOTO EMMY

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: