);

Once Upon A Time 2×04 – The CrocodileTEMPO DI LETTURA 3 min

in Recensioni by

Ammainate le vele e sguainate le spade, è arrivato Capitan Uncino! Finalmente, dopo tanti rumours sulla sua presenza nella seconda stagione di Once Upon A Time, fa la sua comparsa in questo episodio il pirata più famoso di tutti i tempi. Un unico appunto, secondo la tradizione letteraria e cinematografica il vero
nome di Capitan Uncino è James Hook, mentre in OUAT si presenta come Killian Jones. Il personaggio è interpretato da Colin O’ Donoghue, che sicuramente farà breccia nel cuore di molte fans, grazie al suo sguardo magnetico e all’espressione da bello e dannato.
La storyline dell’episodio ci illustra il passato di Tremotino. Nella prima stagione abbiamo saputo che prima di diventare malvagio, Tremotino era un umile filatore che aveva avuto la brillante idea di disertare durante una battaglia. Macchiatosi di vigliaccheria e codardia, il pover’uomo fu costretto a subire il pubblico ludibrio di tutti i cittadini del villaggio, fino a quando, complice il destino e l’aiuto di un uomo misterioso, riuscì ad impossessarsi di un magico pugnale che lo avrebbe trasformato in un’entità demoniaca assuefatta alla magia e al potere, “the Dark One”, appunto. Il figlio di Tremotino, sempre più spaventato dalla corruzione dell’animo del padre e per paura di perderlo per sempre, decide di convincerlo a scappare e a rifugiarsi in un mondo senza magia, il nostro mondo. Tremotino, purtroppo, abbandona vigliaccamente il figlio che scompare oltre un portale. Sarà l’errore più grande della sua vita ed anche il suo più grande rimorso.
In questa puntata, invece, facciamo la conoscenza della moglie di Tremotino, Milah. Una donna costretta a vivere una vita che non le piace, accanto ad un disertore che non ha mai amato. Una sera, alla locanda del villaggio, la donna conosce il Capitano Killian Jones e deciderà di scappare con lui. Tremotino, ancora una volta si tirerà indietro e deciderà di non riscattare la propria donna. Il caso vuole che lui ed il Capitano Jones si incontrino nuovamente, alcuni anni dopo, e Tremotino, ormai nel pieno della sua malvagità, decida di vendicarsi sulla moglie ed il suo amante. Quello che una volta era un uomo fragile e buono, compie un atto di crudeltà estrema.
Nel mondo reale, a Storybrooke, Belle è sempre più titubante riguardo la sua storia con Mr. Gold e non sa quanto fidarsi di lui. Dopo l’ennesima bugia del fidanzato, decide di scappare ed andarsene. Mr. Gold preoccupato fa di tutto per ritrovarla, e chiede anche l’aiuto di Prince Charming.
Per questo episodio nessuna notizia di Emma e di Biancaneve, ancora disperse nella piccola porzione del Mondo Incantato che non è stata intaccata dalla maledizione di Regina.
Episodio molto buono, direi. Ottima l’introduzione di Capitan Uncino, come rivale di Tremotino, che ha dato una scossa all’intera stagione. Da qui, infatti, possono prendere il via altri episodi densi di colpi di scena e tensione, in un intreccio di storie e vite parallele che è il tratto distintivo di questo telefilm.
L’interpretazione di Robert Carlyle è sempre un qualcosa di magistrale, sublime. Come riesca a passare da tre personaggi così diversi (il Tremotino pre-magia, il demone e Mr. Gold), seppur interpretando la stessa persona è sintomo di bravura colossale. Tanto di cappello ai creatori della serie per averlo scelto (anche se a dire il vero il personaggio di Tremotino è stato creato proprio con Carlyle in mente) e a Robert per aver accettato la parte.

PRO:

  • La comparsa di Capitan Uncino
  • L’intepretazione di Robert Carlyle che riesce a spaziare tra mille sfaccettature recitative
  • Una boccata d’aria fresca ed un nuovo stimolo per questa stagione
  • Il passato di Tremotino, mio personaggio preferito assieme a Regina
      CONTRO:

      • L’assenza di Regina

      Sebbene mi dispiaccia fare recensioni negative su serie-tv che amo, sono anche pronta a smentire le mie stesse parole non appena assisto ad episodi come questo. Il quarto episodio ha tutte le componenti in regola per essere tra i migliori della seconda stagione, anche se la strada è ancora lunga. Vorrei azzardare a dire che siamo ai livelli di molti episodi della prima stagione, dove ogni minuto che passava succedeva qualcosa di inaspettato ed i plot twist erano dietro l’angolo. Speriamo si continui così!

      VOTO EMMY

      Se volete entrare nelle sue grazie, non dovete offendere: Buffy The Vampire Slayer, Harry Potter, la Juventus. In alternativa, offritele un Long Island. La prima Milf di Recenserie, ma guai a chiamarla mammina pancina.

      Lascia un commento

      Your email address will not be published.

      *

      Ultimissime

      error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
      Go to Top
      %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: