);

Recenews – N°359TEMPO DI LETTURA 2 min

Come sempre più spesso accade, anche quest’anno è la rete The CW a dare il via alla stagione dei rinnovi tra i canali generalisti americani. Nonostante le svariate problematiche riscontrate nella produzione di quest’anno a causa del Covid, che conta ancora numerosi ritardi, The CW ha voluto consolare il proprio pubblico regalando ben 12 rinnovi. Per cominciare, promossa a pieni voti la nuovissima serie con Jared Padalecki, Walker: il remake di Walker, Texas Ranger partito con ottimi ascolti, ottiene una seconda stagione. Per il resto, rinnovate anche le maggiori serie di punta della rete: The Flash (8° stagione), DC’s Legends Of Tomorrow (7S), Batwoman (3S), All American (4S), Dynasty (5S), Legacies (4S), In The Dark (4S), Riverdale (6S), Nancy Drew (3S), Roswell, New Mexico (4S), Charmed (4S).

 

 

Presto in tv si potrà assistere al ritorno della serie In Treatment, che per 3 stagioni, dal 2008 al 2010, ha visto l’attore Gabriel Byrne nei panni del terapista Paul Weston. Lo scorso luglio HBO ha annunciato il reboot della serie, che vedrà l’ex star di Orange Is The New Black Uzo Aduba nei panni della psicologa protagonista. Adesso, dopo svariati ingressi di new entry quali Anthony Ramos, John Benjamin Hickey e Quintessa Swindell, a completare il cast arriva anche Joel Kinnaman.
Intanto, Netflix rinnova per una quarta ed ultima stagione la teen comedy-drama On My Block.

 

La notizia che tutti i telespettatori italiani aspettavano ormai da anni è finalmente giunta: Boris avrà un seguito. La commedia satirica sceneggiata da Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre e Luca Vendruscolo, andata in onda per 3 stagioni dal 2007 al 2010, per poi dare vita nel 2011 al seguito con Boris – Il Film, si appresta a tornare con una quarta stagione. A dare l’annuncio è proprio uno dei protagonisti storici della serie, Alberto Di Stasio, che ha ipotizzato l’inizio delle nuove riprese per l’estate, con conseguente messa in onda entro l’anno. A produrre la nuova stagione, dato che conta già le precedenti in catalogo, dovrebbe essere proprio Netflix.

 

In ritardo, come tutto da un anno a questa parte, ma finalmente sono arrivate tutte le candidature per i 78° Golden Globe 2021 i cui vincitori saranno rivelati domenica 28 febbraio. Come sempre non mancano gli esclusi discutibili (I May Destroy You) che invece fanno spazio a nomination decisamente sopravvalutate (Emily In Paris, The Flight Attendant, Ratched). Tra le conferme spiccano ovviamente le nomination per The Crown, Ozark e Schitt’s Creek, mentre le new entry del tutto meritate se le aggiudicano The Queen’s Gambit e The Undoing, pronte a sfidarsi sia nella categoria Miglior Miniserie che in quella dei migliori protagonisti. Qui l’elenco completo con tutte le nomination.

Ormai sulla trentina, laureata in Comunicazione, tra le sue passioni spiccano telefilm e libri. Ha un carattere allegro e socievole, ma nei momenti opportuni sa trasformarsi; questa sua versione di dottor Jekyll e mister Hyde tuttavia, non le impedisce di avere un'estrema sensibilità che la porta quasi sempre a tifare per lo sfigato di turno tra i personaggi cui si appassiona: per dirla alla Tyrion Lannister, ha un debole per “cripples, bastards and broken things”.

Rispondi

Recensione Invisible City 1x01
Precedente

Città Invisibile 1×01 – Wish You Were Here

Prossima

Losing Alice 1×03 – The Bond

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: