);

Supernatural 8×12 – As Time Goes ByTEMPO DI LETTURA 4 min

/

E quando ci mettono di mezzo i viaggi nel tempo o come li chiama Dean “fucking time travel” non ce n’è davvero per nessuno.
Inutile nasconderlo, siamo rimasti positivamente sorpresi da questo episodio che dimostra quanto Carver e compagni, se si impegnassero un po’ di più invece di cazzeggiare, potrebbero alzare lo standard qualitativo della serie. Il problema non è tanto
se possono ma se vogliono visto che hanno dimostrato le loro potenzialità più volte. Ok è stato scomodato un nonno, un angelo caduto e un portale temporale ma non dovrebbe essere questo all’ordine del giorno per Supernatural? Se lo fosse non staremmo qui a rimpiangere Kripke e il biennio suicidio targato Gamble…
Precedentemente, sempre tramite questi santi viaggi temporali, ci era stato mostrato come fossero realmente i genitori dei Winchester e nello specifico com’era la famiglia Campbell prima che John e Mary si sposassero. La sorpresa fu che tutti i membri della famiglia Campbell, Mary compresa, erano cacciatori, cosa che non sapeva assolutamente John. Destino o meglio Paradiso (visto che c’è un breve riassunto che per fortuna ce lo ricorda) ha voluto che le famiglie Campbell e Winchester si unissero e procreassero i due fratelli ma in tutto ciò non si sapeva praticamente nulla del nonno paterno dei due fratellini, non si sapeva fino ad ora.
Ebbene anche la famiglia Winchester è legata al mondo del  soprannaturale ma a sorpresa non nella veste di famiglia di cacciatori, bensì in quella di Man Of Letters, tradotto in Letterati. La mitologia di Supernatural si estende ulteriormente con questa categoria di uomini esperti di magie e di occultismo che fungevano da mente nella guerra contro demoni e mostri vari mentre i Cacciatori erano ovviamente il braccio o, per dirla alla maniera del giovane nonno Winchester “in confronti ai Letterati i Cacciatori sono delle scimmie”. E i Winchester? Sono i discendenti di una stirpe di Man Of Letters che si è interrotta con loro padre che, per colpa/merito del viaggio nel tempo del nonno Henry Winchester, non ha potuto continuare questo “lavoro”.
Lati positivi di questo? Bè innanzitutto viene fatta luce sull’oscuro passato di nonno Winchester su cui però non ci si era mai posti troppe domande, però non sputiamo nel piatto dove mangiamo e apprezziamo molto queste nuove rivelazioni. Altro pollice in alto è senza dubbio la scoperta dell’esistenza dei Man Of Letters, esistenza di cui nessuno sapeva nulla e di cui certamente sentiremo ancora parlare visto e considerato che c’è una chiave da nascondere, la chiave di un magazzino dove sono tenute tutte le conoscenze umane riguardanti il mondo del soprannaturale. Ma parliamo un attimo di questa chiave e di questo misterioso magazzino: quante possibili storyline si potrebbero costruire su di esso e sul grandissimo potenziale che racchiude? Ovviamente è un’arma a doppio taglio ma d’altronde cosa non lo è in Supernatural? Verbi di Dio inclusi. Non ci resta che pregare affinchè non venga sprecata l’ennesima occasione per una storyline…
Comunque ovviamente non potevano mancare i risvolti negativi perchè, ricordiamolo, ogni episodio di Supernatural se ne porta dietro parecchi. Questa 8×12 in realtà ne ha solo uno ma è pesante come un macigno: la morte di Henry Winchester. Ora vorrei tanto sapere cosa passa per la mente di certi sceneggiatori, Carver compreso, visto che ogni guest star che potenzialmente potrebbe diventare un personaggio di rilievo nello show viene fatta fuori nel giro di 40 minuti. Sempre! Non dico che sarebbe dovuto restare per tutta l’ottava stagione ma un altro paio di episodi in cui si vedeva il rapporto tra nonno e nipoti ce lo potevano concedere anche perchè Supernatural è prima di tutto una storia che parla del rapporto tra padre e figli. Questo non lo dico io ma Kripke stesso e visto e considerato che in 8 stagioni sono sopravvissuti solo i figli forse si poteva pensare di evolvere il prototipo e di cominciare a parlare del rapporto nonni e nipoti. Ma Carver ha detto no a Valsoia e a questa idea, quindi non ci resta che prendere atto dell’ennesima guest star morta invano.

PRO:

  • Man Of Letters
  • Si è fatta luce sulla famiglia Winchester
  • Abaddon: nuova spina nel fianco per i fratelli?
  • La scoperta della chiave del magazzino del soprannaturale
CONTRO:
  • Henry Winchester: morto troppo presto.

Ero indeciso se dare 4 o 4,5 Emmy ma alla fine, tra che sono buono, tra che un episodio così è una spanna sopra gli altri, ho optato per il mezzo Emmy in più. Godetevelo perchè di puntate così in una stagione le possiamo contare sulle dita di una mano…

VOTO EMMY

Martin Moody

Appassionato di fumetti, film e telefilm, ha un'età compresa tra i 25 ed i 35 anni ed è noto ai più per essere il fondatore del "Progetto Recenserie". E' un burbero dal cuore d'oro che gira per l'etere con una maschera di Venom continuando a ripetere che i Bloody Beetroots lo hanno copiato ma nessuno gli crede. Nel sottobosco del web si dice che abbia una laurea in statistica, una in economia ed una smodata passione per la scrittura tanto che pensa di poter scrivere un libro per vendere i diritti ad Hollywood per un film. Sognatore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous

How I Met Your Mother 8x15 - P.S. I Love You

Next

New Girl 2x16 - Table 34

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: