);

The Blacklist 8×05 – Fribourg Confidence (No. 140)TEMPO DI LETTURA 4 min

/

The Blacklist 8x05 recensioneThe Blacklist torna sui suoi binari canonici e lo fa con una certa classe, mentre i personaggi cercano di far fronte come meglio possono ai sempre più perfidi piani di Lizzie (la quale, fra l’altro, è assente per tutta la puntata).
Un segno di ritorno alla “normalità” si ha fin dalle prime scene, quando irrompono le note di She Wants To Be Your James Bond, potente brano di Iggy Pop a puntuale commento delle immagini. Una grande canzone in colonna sonora mancava da un po’.

Cynthia Panabaker:If the criminals you’ve arrested start getting released, you’re gonna need more protection than a pair of teens in the back of papa’s car.

HAROLD COOPER E CYNTHIA PANABAKER VS. TEAM RED


I perfidi piani di cui sopra comprendono la messa in libertà di blacklister attualmente in cella. Si comincia con il Freelancer, direttamente dal secondo episodio della prima stagione, quello con Isabella Rossellini.
Questo comporta tutta una parte di episodio ambientata in tribunale, con il ritorno di Cynthia Panabaker. La consulente della Casa Bianca porta, come sempre, la sua carica di simpatia e colorite metafore e si produce in ottimi duetti col capo Cooper.
Le scene in aula si contrappongono a quelle fuori anche perché il Team Red e la Task Force entrano in competizione per arrivare primi a stanare Elizabeth Keen. Questa contrapposizione, in futuro, potrebbe causare molti gravi problemi a tutti quanti. Per il momento, comunque, ognuna delle due squadre gioca le sue carte migliori, ad esempio l’enciclopedica conoscenza, da parte di Ressler, di tutte le identità alternative della collega datasi alla macchia.

IN BIANCO E NERO


Viene recuperata poi l’usanza di raccontare la storia di un personaggio per chiarire quella di un altro. Particolarmente importante, in questo senso, è il dialogo fra Red e il vecchio scassinatore Abe, padre di una dei membri della Fribourg Confidence, nonché assistito da un’altra.Si ottiene così il risultato di rendere il blacklister di giornata una figura più incisiva.
Se ultimamente le trame verticali hanno ceduto spazio a quella orizzontale c’è un’ottima scusante, in quanto bisognava dedicarsi a figure di prima grandezza come Katarina Rostova. L’importante è vedere come il Concierge del Crimine si riconosca nella storia di un padre che si accorge che la figlia ha la sua stessa innata vocazione per furti e delitti.
A questo proposito, sarebbe interessante fare un sondaggio per vedere quanti, fra coloro che ancora seguono lo show, siano tuttora interessati a sapere se Red sia o meno Raymond Reddington, ovvero il padre biologico di Lizzie. Probabilmente a molti non interessa più, preferendo concentrarsi su quanto mostrato in otto stagioni. Un po’ come nel film Le Ali della Libertà a un certo punto non interessa più sapere se il protagonista, Andy Dufresne, abbia o meno ucciso la moglie.

SPIGOLATURE


Si attende ora di sapere cosa farà il Freelancer al servizio della sua nuova mandante. Egli, va ricordato, porta sempre a termine i compiti affidatigli e non sopporta chi sgarra.
Altro motivo d’interesse per le prossime puntate sarà sapere cosa contiene esattamente il drive fatto avere al capo Cooper. Sembrerebbe materiale russo.
Molta curiosità suscita anche la signora, appassionata di bird watching, incontrata da Red al parco. Non è solo questione di vedere il Concierge del Crimine tornare piacevolmente a chiacchierare sulle panchine, anche di affari delicatissimi: lei, infatti, parla di “Cape May warbler”. Warbler è un termine inglese per diversi tipi di passeracei, tra cui gli usignoli. Data però l’importanza di Cape May nella mitologia della serie, la signora potrebbe non essersi trovata lì per caso.

 

THUMBS UPTHUMBS DOWN
  • She Wants To Be Your James Bond
  • Cynthia Panabaker
  • Dialogo Red – Abe
  • Vedere contrapposti Team Red e Task Force non lascia presagire nulla di buono

 

Episodio che, come si diceva, torna nei parametri canonici della serie. Il voto è una sufficienza piena perché si stanno preparando nuovi sviluppi e bisogna quindi attendere per un giudizio più ponderato. Per la prossima puntata sono annunciati la commemorazione di un amico e una sotto trama riguardante l’agente Park. L’amico dovrebbe essere Glen, perché Clark Middleton è improvvisamente scomparso qualche mese fa. L’avventura dell’agente Park, invece, sembra degna del miglior horror asiatico. Dovrebbe quindi essere un episodio senza grandi avanzamenti della storia, ma più di un filler.

Casalingoide piemontarda di mezza età, abita da sempre in campagna, ma non fatevi ingannare dai suoi modi stile Nonna Papera. Per lei recensire è come coltivare un orticello di prodotti bio (perché ci mette dentro tutto; le lezioni di inglese, greco e latino al liceo, i viaggi in giro per il mondo, i cartoni animati anni '70 - '80, l'oratorio, la fantascienza, anni di esperienza coi giornali locali, il suo spietato amore per James Spader ...) con finalità nutraceutica, perché guardare film e serie tv è cosa da fare con la stessa cura con cui si sceglie cosa mangiare (ad esempio, deve evitare di eccedere col prodotto italiano a cui è leggermente intollerante).

Rispondi

Recensione Città Invisibile 1x02
Precedente

Città Invisibile 1×02 – There Is No Turning Back

3 Caminos 1x05 recensione
Prossima

3 Caminos 1×05 – Episode 5

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: