);

The Flash 5×10 – The Flash And The FuriousTEMPO DI LETTURA 3 min

in Recensioni/The Flash by
Dopo il carino ma non entusiasmantissimo crossover Elseworlds, The Flash ritorna sugli schermi con uno di quegli ormai classici episodi interlocutori che fanno crescere il malumore generale; il tutto a causa di quello stranissimo connubio di elementi buoni, personaggi bidimensionali (il padre di Caitlin, DeVoe, Cicada, Sherloque, il villain di questa puntata Silver Ghost e si potrebbe continuare ancora a lungo…) e una generale assenza di carisma che ammorba tutto e tutti.
La serie, ora come ora, non sta vivendo il suo momento migliore e per questo bisogna ringraziare Todd Helbing, showrunner dalla scorsa stagione, ovvero sin da quando Kreisberg è stato estromesso (causa molestie sul luogo di lavoro). Il calo qualitativo registrato sembra quindi coincidere con il nuovo showrunner, una coincidenza che rivela molto circa la capacità di Helbing di tessere una trama forte e dei villain in grado di farsi amare/odiare dal pubblico.
E proprio di villain bisogna parlare perché, se già DeVoe non è stato in grado di creare hype e profondità narrativa come un Reverse Flash o uno Zoom, il lavoro compiuto fino ad ora su Cicada è totalmente insufficiente (d’altronde le motivazioni per il suo astio sono comprensibili solamente in parte e uccidere tutti i metaumani senza alcun raziocinio è un po’ eccessiva come reazione), a tal punto che è stato necessario introdurre di nuovo Eobard Thawne dal 2049 per provare ad alzare l’asticella. Una sovrapposizione di villain che si è resa necessaria per sopperire al vario non sense creato dall’era Helbing e che sembra portare direttamente ad una sostituzione di Cicada come vero villain di questa stagione. Se si fa caso, in “The Flash And The Furious” Cicada viene nominato quasi per sbaglio ed il vero focus, sia all’inizio che alla fine della puntata, è infatti tutto per Thawne e la sua relazione con Nora, unico vero elemento intrigante inserito fin qui. Sembra quindi che si sia optato per una sorta di usato sicuro per provare a sopperire alla mancanza d’interesse, nonché alla superficialità, generale. Prendiamo nota che si sta provando a mettere una pezza.
Analizzando l’episodio emergono però altre stranezze. Alla già lunga assenza di Jesse L. Martin a causa di un infortunio alla schiena che lo sta costringendo ad un fittizio viaggio in Nepal da Wally, qui si denota anche l’assenza di Ralph e la strana ma manifesta estromissione di Barry Allen da tutta la puntata. Con un grezzissimo paragone calcistico, praticamente è come se la Juventus decidesse di far giocare 10 minuti Cristiano Ronaldo e allo stesso tempo lasciare in tribuna Dybala. Un paio di scelte che sulla carta possono sembrare estremamente irrazionali ma che potrebbero nascondere il tentativo degli sceneggiatori di concedere più minutaggio ai vari Cisco, Nora e Caitlin per aiutarli a guadagnare un po’ più di spazio nella narrazione. Discutibile il risultato ma nel complesso si può apprezzare il tentativo.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Tom Cavanagh sta provando a tenere su la baracca da solo
  • Apprezzabile il tentativo di dare spazio ai character secondari
  • L’idea dell’infezione meta-tech ha del potenziale ancora inesploso
  • Villain chiaramente non all’altezza
  • Si sente l’assenza di Barry, così come quella di Ralph
  • Cicada non pervenuto
  • Trama molto debole

 

Un ritorno non proprio all’altezza porta The Flash nuovamente in una zona grigia della sceneggiatura da cui sembra che solo Eobard Thawne ed un bravissimo Tom Cavanagh possano farlo riemergere. Non c’è niente che faccia gridare al miracolo, qualcosa è sicuramente irritante perché si fatica a capire certe scelte ma è difficile anche migliorare se tutti i character migliori non vengono sfruttati a dovere. Lo schiaffo però è dovuto…

 

Elseworlds, Part 1 5×09 1.83 milioni – 0.7 rating
The Flash And The Furious 5×10 1.64 milioni – 0.6 rating

 

Tags:

Appassionato di fumetti, film e telefilm, ha un'età compresa tra i 25 ed i 35 anni ed è noto ai più per essere il fondatore del "Progetto Recenserie". E' un burbero dal cuore d'oro che gira per l'etere con una maschera di Venom continuando a ripetere che i Bloody Beetroots lo hanno copiato ma nessuno gli crede. Nel sottobosco del web si dice che abbia una laurea in statistica, una in economia ed una smodata passione per la scrittura tanto che pensa di poter scrivere un libro per vendere i diritti ad Hollywood per un film. Sognatore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: