);

Waffles + MochiTEMPO DI LETTURA 3 min

/

Waffles + Mochi recensioneC’era una volta Sesame Street, programma televisivo ideato dal burattinaio Jim Henson, capostipite di quella forma di prodotti televisivi appartenenti al genere cosiddetto “edutainment“.
In questo show, infatti, i bambini apprendevano ogni giorno qualcosa di nuovo tramite le avventure di pupazzi e marionette (quelli che poi sarebbero diventati i Muppets).
Higher Ground, casa di produzione fondata dall’ex presidente USA Barack Obama e da sua moglie Michelle, non nuova a collaborazioni con Netflix (con cui ha prodotto i film documentari Becoming e Crip Camp, recentemente candidato al Premio Oscar come Miglior Documentario), ha deciso di cimentarsi in questo genere con Waffles + Mochi, programma televisivo rivolto ad un target pre-scolare il cui tema centrale è l’educazione alimentare.

WAFFLES + MOCHI + “LA SIGNORA O.”


“Listen to your vegetables and eats your parents!”

Waffles e Mochi abitano la “terra dei surgelati” dove l’unico alimento presente sono i cubetti di ghiaccio. I due però sognano di diventare chef, come quelli che vedono in televisione, ma non sanno assolutamente nulla del “vero cibo”. Un giorno, un camion di generi alimentari si blocca accidentalmente davanti la loro casa. I due decidono che è l’occasione per scoprire finalmente qualcosa sul cibo e ci saltano sopra. Questo li conduce in uno strano supermercato abitato da bizzarri personaggi (sia pupazzi che umani).
Fra questi la proprietaria, chiamata da tutti “la signora O.”, interpretata ovviamente da Michelle Obama. Sarà lei stessa ad accogliere i due strambi ospiti all’interno del suo mondo, permettendo loro di lavorare all’interno del supermercato. In ogni episodio i due verranno spediti in giro per il mondo (tramite un “magicarrello” volante) a raccogliere diversi ingredienti, essenziali per creare ricette ogni volta diverse.
Qui finisce la parte “fiction” dello show e comincia il vero cuore pulsante di Waffles + Mochi: nei loro viaggi i due conosceranno usanze e modi di cucinare di diversi paesi, aiutati da alcuni famosi chef (tra cui l’italiano Massimo Bottura). Inoltre, scopriranno posti particolari, come la Mozzeria, pizzeria dove si ordina con la Lingua dei Segni, o le miniere di sale a Maras, in Perù.
Ad ogni nuova skill appresa corrisponderà un messaggio morale da parte della “signora O.” (in realtà forse la parte più debole dello show in quanto intrisa di una certa retorica) come riassunto finale di quanto imparato, con tanto di medaglietta/adesivo appesa sul grembiule di Mochi, ironicamente come le medaglie rilasciate dal marito.

CANZONI E GUEST STAR


Come molti altri prodotti del suo genere, Waffles + Mochi fa leva sull’empatia che crea con il suo target specifico (i bambini di fascia pre-scolare). I due pupazzetti, infatti, altro non sono che due bambini che apprendono, in simultanea con gli spettatori, tutto ciò che riguarda il mondo dell’alimentazione.
In questo sono aiutati dagli stessi bambini che compaiono nei vari episodi, talvolta in veste di aiuto-cuochi, talvolta come “opinionisti” dei vari alimenti.
Lo show si avvale inoltre di una serie di “guest star” che i protagonisti incontrano nelle loro avventure, sia in veste di sé stessi (ad esempio gli attori Katie Leclerc e Jack Black), sia come personaggi inventati (l’elettricista del supermercato, esperto di “Cose Strane”, Gaten Matarazzo). Tutte personalità note per i loro ruoli in prodotti per famiglie, per cui facilmente riconoscibili dallo spettatore e garanzia di qualità della serie.
A questo si aggiunge uno stile composito che unisce animazione in stop motion, live-action e animazione 2D (le papille gustative, rappresentate sul modello di Inside Out) contribuendo a rendere più colorato e vivace l’intero show, così come le canzoni che accompagnano le avventure dei due protagonisti.
Waffles + Mochi si rivela uno show perfetto per tutta la famiglia. Una serie capace di intrattenere ma soprattutto di educare ad uno dei temi più importanti di oggi ossia l’educazione alimentare, declinata in vari modi come lotta allo spreco, cultura della diversità e conoscenza scientifica.

…THEM ALL!


 

Tomato 1×01
Salt 1×02
Potato 1×03
Pickles 1×04
Rice 1×05
Egg 1×06
Herbs And Spices 1×07
Corn 1×08
Mushrooms 1×09
Water 1×10

 

Una creatura che è un incrocio fra un waffle e uno yeti, un’altra che è la riproduzione di un mochi giapponese… e Michelle Obama. Sono gli strambi ingredienti di uno show divertente ed educativo per tutta la famiglia targato Netflix. Dolce quasi quanto i suoi protagonisti.

 

Laureato presso l'Università di Bologna in "Cinema, televisione e produzioni multimediali". Nella vita scrive e recensisce riguardo ogni cosa che gli capita guidato dalle sue numerose personalità multiple tra cui un innocuo amico immaginario chiamato Tyler Durden!

Rispondi

Shameless-11x09
Precedente

Shameless 11×09 – Survivors

Recensione Mayans MC 3x01 FX
Prossima

Mayans MC 3×01 – Pap Struggles With The Death Angel

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: