Perception 3×01 – ParisTEMPO DI LETTURA 3 min

/
()

I love Paris every moment| Every moment of the year| I love Paris, why oh why do I love Paris| because my love is near.
Ritorna a farci compagnia in queste caldi notti d’estate il dottor Pierce ed il suo allegro gruppo di amici. Questa terza stagione ha avuto una travagliatissima storia e non si capiva bene se le 4 puntate
richieste per febbraio-marzo avrebbero coinciso con il termine della serie oppure se ce ne fossero altre in preparazione. Registi e produttori hanno però donato agli spettatori un’ulteriore opportunità di degustazione seriale: saranno infatti 10 le puntate che intratterranno il pubblico ed il come e cosa succederà è ancora tutto da scoprire.
“Paris” si può annoverare nella categoria di puntate filler: serve infatti semplicemente a riportare Daniel in America, facendoli lasciare la sua tanto amata Francia (nello specifico, Parigi). Con “Obsession” infatti avevamo lasciato il buon professore nella vecchia Europa dopo che questi si era licenziato dalla CLMU (Chicago Lake Michigan University) e si era fortemente legato ad una sua cara ex fidanzata: la suonatrice di violoncello, Miranda.
Parallelamente allo sviluppo concernente il professore, in America gli animi sono ancora scossi per la fuga di Daniel: Max e Paul (rispettivamente assistente e miglior amico del dottor Pierce) cercano di far ritrattare il Rettore, provando a farlo tornare sui propri passi per convincerlo a far tornare Daniel: la mancanza di quest’ultimo, anche se è per loro difficile da ammettere, ancora li ferisce ogni qual volta il ricordo li riporta a pensare a lui.
Per quanto sia una puntata dal carattere riempitivo, avvengono comunque alcuni sconvolgimenti atti a riportare le cose al loro stato originario. Per come l’avrebbe detta Tomasi da Lampedusa: “se vogliamo che tutto rimanga com’è, bisogna che tutto cambi“.

– Kate e Donnie sono tornati al loro amore: telefonato come avvenimento ma fa sempre piacere vedere le proprie speranza ripagate;
– Daniel in conclusione di puntata accetta di ritrasferirsi in America dopo che il suo platonico amore è naufragato in tutta velocità;
– Non sarebbe una puntata di Perception se anche in questa situazione il caso non venisse risolto grazie alle amichevoli allucinazioni del dottor Daniel J. Pierce;

La recitazione è come sempre ottima e Arjay Smith sta crescendo stagione dopo stagione dopo essere stato riconosciuto, alla prima puntata, come “l’amico di Jake Gyllenhaal in The Day After Tomorrow“. Esprime sicurezza invece  Eric McCormack, vero fulcro di attrazione in questa serie tv.
Nota a margine: apprezzabile il rimando di trama alla puntata 1×09 “Shadow” dove il buon Daniel si immaginava tutti i fatti credendoli collegati tra loro in una assurda teoria del complotto. In “Paris”, infatti, vengono fatti alcuni cenni a quell’avvenimento e a quella data puntata dal momento che quando il professor Pierce inizia a fantasticare è difficile porre a priori la sottile linea di demarcazione tra realtà e fantasia.

PRO:

  • Il ritorno della squadra al completo senza alcun membro lasciato in disparte
  • Il ritrasferimento di Daniel in America
  • La dichiarazione tra Kate e Donnie
  • Il rimando di trama a puntate ormai lontane
CONTRO:
  • Si tratta di una puntata filler, quindi più di tanto non coinvolge. Specialmente i fan della serie da tanto tempo che vedono annullarsi i cambiamenti apportati alla serie con il finale di stagione di marzo.
La puntata, come già precedentemente detto, è riempitiva e serve quasi principalmente a re-introdurre la serie ed i personaggi stessi, facendo notare quanto questi si siano adattati ad i cambiamenti occorsi e presentati con le ultime puntate della seconda stagione. Ora che Daniel ha fatto ritorno in America si riparte nuovamente da zero. Le aspettative sono alte, vedremo cosa sceneggiatori e produttori vorranno regalare ai propri spettatori.
Obsession 2×14 1.76 milioni – 0.4 rating
Paris 3×01 3.07 milioni – 0.7 rating

 

 

Quanto ti è piaciuta la puntata?

Nessun voto per ora

Conosciuto ai più come Aldo Raine detto L'Apache è vincitore del premio Oscar Luigi Scalfaro e più volte candidato al Golden Goal.
Avrebbe potuto cambiare il Mondo. Avrebbe potuto risollevare le sorti dell'umana stirpe. Avrebbe potuto risanare il debito pubblico. Ha preferito unirsi al team di RecenSerie per dar libero sfogo alle sue frustrazioni. L'unico uomo con la licenza polemica.

Precedente

Pretty Little Liars 5×02 – Whirly Girl

Prossima

Power 1×01 – Not Exactly How We Planned

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.