);

Space Force 1×08 – Conjugal VisitTEMPO DI LETTURA 3 min

/
Space-Force-1x08A due episodi dalla conclusione di questa prima stagione di Space Force, si può tranquillamente parlare di fallimento senza il pericolo di incorrere in rapide smentite: anche se la serie dovesse vedere un vero e proprio decollo con i due episodi conclusivi, quanto mostrato fino ad ora rappresenta una zavorra tale da inficiare qualsiasi tipo di risultato.
Uno dei lati peggiori di una comedy è quella di rendersi incapace, durante un suo episodio, di suscitare la risata nel proprio pubblico. Errore (od orrore, dipende dai punti di vista) che, purtroppo, Space Force si ritrova a compiere proprio in questo ottavo episodio, maggiormente dedito ad un approfondimento familiare (quindi lato “serio” del prodotto). Vengono a mancare le numerose gag tra Mark ed Adrian, oppure tra Mark ed una sua personale spalla (Tony, Brad, Chan). Insomma, il lato comico viene lasciato nelle mani di Malkovich e compagnia ed il risultato è un piattume (nonché pattume) di non poco conto. Gli sketch non coinvolgono: la scelta dei tecnici da portare in missione sulla Luna non suscita alcun tipo di interesse. Anzi, ancora peggio, sembra addirittura costruita dagli sceneggiatori per non suscitare interesse nello spettatore: poche battute, qualche parola fuori controllo di Adrian, mancanza di un vero e proprio risvolto comico nella scelta (la decisione di portare i due addetti alla pulizia della base non può essere presa in considerazione sotto questo aspetto). Tutto crolla alla sede della Space Force nel preciso istante in cui Steve Carell si allontana dalla struttura. Urge però sottolineare un fatto più che assodato: anche in presenza di Carell, la serie di per sé non si è attestata in alcun modo su livelli di comicità in grado di creare vero e proprio interesse e/o scalpore. La risata nasce spontanea, sì, ma spesso e volentieri arriva alla fine di una misera battuta incapace di coinvolgere il pubblico.
Se il lato comico latita, quello “serio” non convince in alcun modo e rappresenta una sorta di ectoplasma estraneo all’intera storia: gli abbracci di Mark e Maggie (Lisa Kudrow, al momento non pervenuta l’utilità del personaggio) sono l’elemento che più colpiscono per l’intensità e la sincerità che trasmettono. Non a caso si appuntava come il personaggio di Mark rappresentasse la commistione delle svariate interpretazioni di Carell degli ultimi anni, periodo nel quale il suo lato di attore drammatico ha più che convinto (per completezza ri-citiamo sia Last Flag Flying, sia Welcome To Marwen). Ed è proprio questo tratto a suo modo drammatico a rendere la reunion coniugale ancora più toccante, in particolar modo il solitario commiato tra i due ed il silenzio rotto dal pianto con cui Mark lascia la piazzola esterna del carcere, partendo con l’elicottero. Tuttavia, cercare di salvare questo episodio aggrappandosi a questi miseri dettagli sarebbe sicuramente esagerato visto e considerato che il resto della puntata (il rimanente 90%, quindi) nemmeno si avvicina alla sufficienza: Erin per l’ennesima volta lontana da scuola e che si ritrova a vivere, praticamente, un episodio di Orange Is The New Black nella realtà; Chan ed il capitano Ali con il loro viaggio da un oculista a Denver, una delle parentesi più inutili che si potevano concepire; la predetta selezione dei tecnici con Tony, Adrian e Brad (sempre più in versione Scemo & Più Scemo, forse eccessivo anche per questa demenziale comicità).
Space Force con questo episodio sembra voler dimostrare agli occhi di tutti di essere l’ennesima occasione sprecata e che dai titoloni evocanti serie di ben diverso successo (come i famigerati “successori di Lost”) bisogna stare ben lontani. Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio e Space Force ne rappresenta l’ennesimo lampante esempio.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Qualche risvolto drama, ma niente di effettivamente importante
  • Carell lascia la sede della Space Force e la comicità sparisce
  • La selezione dei tecnici
  • Il viaggio di Chan ed Ali
  • L’inutilità di Erin in versione Orange Is The New Black
  • Lisa Kudrow?

 

Occasione sprecata? A questo punto lo si può tranquillamente dire.

 

Edison Jaymes 1×07 ND milioni – ND rating
Conjugal Visit 1×08 ND milioni – ND rating

Conosciuto ai più come Aldo Raine detto L'Apache è vincitore del premio Oscar Luigi Scalfaro e più volte candidato al Golden Goal.
Avrebbe potuto cambiare il Mondo. Avrebbe potuto risollevare le sorti dell'umana stirpe. Avrebbe potuto risanare il debito pubblico. Ha preferito unirsi al team di RecenSerie per dar libero sfogo alle sue frustrazioni. L'unico uomo con la licenza polemica.

Rispondi

Precedente

Space Force 1×07 – Edison Jaymes

Prossima

Space Force 1×09 – It’s Good To Be Back On The Moon

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: