Supernatural 13×16 – ScoobynaturalTEMPO DI LETTURA 3 min

in Recensioni/Supernatural by

Era il 18 Maggio 2017, quasi 1 anno fa, quando agli Upfronts di The CW Jensen Ackles e Jared Padalecki annunciavano un curioso team-up tra Scooby-Doo e Supernatural. Una scelta estremamente curiosa che destò curiosità e anche un certo scetticismo vista la differenza tra i due show (in primo luogo l’essere un cartoon, in secondo luogo le tematiche) ma, considerando l’abilità di Supernatural di dare il proprio meglio esattamente durante i filler più strani e difficili da immaginare, la speranza è rimasta viva. E a ragion veduta, perché questo team-up è fantastico.

Sam:Dean?
Dean:What?
Sam:Just you’re a cartoon!
Dean:You’re a cartoon!
Sam:I’m a cartoon!
Dean:I’m a cartoon!
Sam:Uh, is is this… Okay, okay, okay. This is dream. It’s gotta be a…
Dean:It’s not a dream.
Sam:Holy crap. This is, uh You saw that light. Did we just get sucked into the TV?
Dean:Or maybe this is an angel thing. Or… or the Trickster.
[…]
Dean:Oh my God. That’s the Mystery Machine. We’re not just in any cartoon.
Sam:We’re in Scooby-Doo!

Riprendendo subito quanto citato (non a caso) qui sopra, questa non è opera dell’Arcangelo Gabriele (noto anche come Trickster), ma è ovvia la citazione al mai dimenticato “Changing Channels” della 5° stagione in cui Dean e Sam diventano due protagonisti di varie serie tv. Supernatural non è nuovo a citazionismi o operazioni di meta-televisione, tuttavia questo è un qualcosa di diverso e mai fatto prima. In casi come questo, quando due generi completamente diversi vengono a fondersi, è importante trovare un buon escamotage per giustificare l’incontro dei due mondi. “Scoobynatural” imposta fin da subito un’atmosfera ironica e scanzonata grazie ad uno sventato attacco di un dinosauro peluche che viene fatto bruciare con dell’olio santo: tutto normale. Quindi già le premesse sono buone e preparano lo spettatore al clima cartoonesco della puntata.
“Scoobynatural”, come ammesso più volte da Dean (“No! “A Night of Fright is No Delight. That’s the episode we’re in. I’ve seen it, like, a million times.“), prende spunto, o anzi è meglio dire che utilizza come base, l’episodio di Scooby-Doo 1×16 “A Night Of Fright Is No Delight” salvo poi modificarne gli eventi grazie alla presenza di Dean, Sam e Castiel. È infatti la presenza di un vero fantasma che uccide le persone, e non un uomo travestito che si finge un mostro come in ogni episodio di Scooby-Doo, a mettere in costante (ma riuscita) contrapposizione i due universi, una contrapposizione che pone lo spettatore sullo stesso piano dei Winchester e di Castiel tenendo su un livello più “bambinesco” i membri della Scooby Gang. C’è da chiarire che questo non è un elemento negativo o disturbante, anzi è estremamente piacevole constatare l’attenzione con cui i protagonisti si prendono cura di tutti gli altri, quasi si sentissero in dovere di proteggerli sia fisicamente che nella loro purezza.
Si potrebbe ovviamente obiettare che non c’è una grossissima trama o attenzione al dettaglio dietro l’episodio (in puro senso mistico, tipo il modo scontato in cui si riesce a ritornare nell’universo umano), ma fa tutto parte del gioco e del taglio che si è voluto dare all’episodio. Taglio che funziona perfettamente con gli stilemi di Scooby-Doo e con questa strana ma riuscitissima collisione tra due universi apparentemente inconciliabili.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • I mean, Cass is kind of like a talking dog.
  • Apprezzabilissimo il modo in cui è stato gestito il team-up
  • Ripreso il modo di trattare gli episodi di Scooby-Doo e riadattato con il piglio di Supernatural
  • Istinto di protezione di Dean nei confronti della gang
  • Taglio dato alla puntata
  • Si trova perfino il tempo di trovare un altro dei 4 oggetti per aprire il portale
  • Fred: è e rimarrà per sempre il peggiore

 

Oltre a segnare il secondo ascolto più alto della stagione, “Scoobynatural” può essere serenamente messo negli annali per la qualità ed il divertimento che ha suscitato. Operazione nostalgia riuscita con successo.

 

A Most Holy Man 13×15 1.66 milioni – 0.5 rating
Scoobynatural 13×16 2.03 milioni – 0.7 rating

 

Tags:

Appassionato di fumetti, film e telefilm, ha un'età compresa tra i 20 ed i 33 anni ed è noto ai più per essere il fondatore del "Progetto Recenserie". E' un burbero dal cuore d'oro che gira per l'etere con una maschera di Venom continuando a ripetere che i Bloody Beetroots lo hanno copiato ma nessuno gli crede. Nel sottobosco del web si dice che abbia una laurea in statistica, una in economia ed una smodata passione per la scrittura tanto che pensa di poter scrivere un libro per vendere i diritti ad Hollywood per un film. Sognatore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Recensioni

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: