Chilling Adventures Of Sabrina 1×07 – Chapter Seven: Feast of FeastsTEMPO DI LETTURA 4 min

in Chilling Adventures of Sabrina/Recensioni by
Il banchetto che dona il titolo all’episodio caratterizza l’intera puntata, essendo l’elemento fulcro del racconto. Ma, soprattutto, rappresenta un ulteriore spunto a carattere horror che mette nuovamente in mostra le qualità della serie da questo punto di vista. Della Sabrina in versione comedy primi anni 2000 questa serie ha soltanto i nomi: l’assenza totale di luce; uno schieramento di personaggi secondari che oscillano tra bontà e pura e semplice cattiveria; ed una quantità di sangue da rendere la narrazione a tratti addirittura splatter tanto l’intensità della scena colpisce con la sua violenza gli occhi dello spettatore.
Nonostante l’episodio esegua un ulteriore esercizio di stile (un po’ come era stato per la quinta puntata), ciò che fa storcere il naso è che nuovamente la trama orizzontale non riceva ulteriori sviluppi. La staticità continua a fare da padrone incontrastato, anche se il livello di intrattenimento rimane molto alto e gli episodi, quasi tutti di circa un’ora, non risultano affatto pesanti nella loro visione.
Volendo quindi ulteriormente temporeggiare, la serie decide di spostare per una volta il focus da Sabrina e di concedere maggiore spazio ai suoi compagni di classe, sia quelli mortali, sia quelli della scuola delle arti oscure (sarà Prudence infatti a ricondurre al fulcro centrale della narrazione, il Banchetto).
Da una parte, quindi, si ritrovano Harvey, Susie e Rosalind e dall’altra parte Prudence. Per l’esattezza il focus non viene posto semplicemente sui personaggi in sé, quanto piuttosto sul passato delle singole famiglie. Ecco quindi che per ognuno di essi si viene a conoscenza di qualche strano mistero.
Harvey, per esempio, discende da una famiglia di cacciatori di streghe che dopo aver sterminato un intero villaggio si era impossessato del loro terreno. Un risvolto, questo, che colpisce duramente Sabrina, nonostante la ragazza sia ben conscia della diversità di carattere del dolce Harvey rispetto a quello del resto della famiglia.
Ma sarà questo un risvolto che creerà odio e sete di vendetta proprio sul finale di puntata.
Rosalind per la quale si era già paventata la possibilità di un risvolto stregonesco nelle precedenti puntate, fa visita nuovamente alla propria nonna che le ribadisce (ma lo ribadisce anche allo spettatore) il concetto: la perdita di vista è collegata ad un dono forse più forte ed importante, una sorta di preveggenza che la giovane sembra iniziare ad avvertire in modo saltuario.
Il passato di della famiglia di Susie, al momento, risulta essere quello più stand alone: Harvey e Rosalind si ritrovano comunque collegati in maniera diretta o indiretta al mondo magico che coinvolge anche Sabrina, mentre Susie (con un’antenata studiata sì nelle scuole di magia, ma di ben poco rilievo) risulta aver ottenuto il passato forse meno convincente tra tutti. Probabile, però, che proprio a queste scoperte venga concesso maggiore spazio (o venga ampliata la parentesi del racconto) con il progredire della narrazione.
Parallelamente a tutto ciò, Prudence grazie all’intervento di una mai doma Sabrina (che sembra faticare nel non impicciarsi nelle vite altrui) scopre che Father Blackwood è in realtà il suo vero padre. La rivelazione è scioccante per tutti, ma risulta devastante soprattutto per le altre due sorelle fatali: private della loro guida, Agatha e Dorcas, si sentono tradite e abbandonate più di quanto già non si fossero sentite in passato. A fortificare questo sentimento, sicuramente, il tono sprezzante di Father Blackwood nel rispondere alla loro semplice e genuina domanda: “Are we your daughters, too?”.
Ad inizio recensione si appuntava come la trama, nuovamente, non riesca a trovare ulteriori sviluppi e rimanga bloccata durante la puntata. Pur essendo totalmente vero come appunto, nasconde una punta di menzogna: silenziosamente e presentato ancora nel primo episodio come fosse parte della normale storia verticale, c’è un caso che continua a venire riproposto puntata dopo puntata senza trovare una vera e propria conclusione. La morte del giovane ragazzo adottato dai Kemper, infatti, continua a tenere silenziosamente banco ed è da tenere a mente, quindi, che c’è la seria possibilità che un cacciatore di streghe sia presente nella cittadina di Greendale. Il fatto che continua a venire riproposto e che continui a trovare piccoli sviluppi disseminati nella stagione (i due genitori sembrano ora essersi suicidati) conferma il fatto che prima o poi questa piccola sottotrama riuscirà a trovare maggiore spazio.
E visto e considerato che mancano ormai solo tre puntate alla conclusione, c’è da vedere dove tutto condurrà…

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Il passato di ogni singola famiglia dei personaggi secondari
  • Feast of Feasts
  • Prudence
  • La scena splatter del banchetto: semplicemente magnifico nella sua cruente violenza
  • Il finale di puntata e l’attacco ai fratelli Kinkle
  • Staticità di trama e attendismo generale
  • Il passato di Susie, confrontato con quello degli altri suoi compagni, non pare aver nulla a che fare con il mondo della magia oscura

 

Tre episodi alla conclusione e tutto continua ad essere incredibilmente bello e spooky. Cosa potrà mai andare storto?

 

Chapter Six: An Exorcism in Greendale 1×06 ND milioni – ND rating
Chapter Seven: Feast of Feasts 1×07 ND milioni – ND rating

 

 

Nato male e stronzo, cresciuto ancor peggio. Conosciuto ai più come Aldo Raine detto L'Apache è vincitore del premio Oscar Luigi Scalfaro e più volte candidato al Golden Goal. Di età imprecisata ma di stupidità conclamata, affetto dalla Sindrome di Cotard, osservatore ossessivo di serie tv e film. Avrebbe potuto cambiare il Mondo. Avrebbe potuto risollevare le sorti dell'umana stirpe. Avrebbe potuto risanare il debito pubblico. Ha preferito unirsi al team di RecenSerie per dar libero sfogo alle sue frustrazioni. L'unico uomo con la licenza polemica.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: