);

Pearson 1×03 – The Union LeaderTEMPO DI LETTURA 3 min

/

Now here I am today talking to a bunch of girls from my awesome alma mater in front of the awesome Art Institute and it doesn’t get much better than this.

In questo terzo appuntamento, finalmente, le trame si fanno più chiare, sia a livello orizzontale sia a livello verticale. Per l’immediato, ci sono i parenti di Jessica a cui evitare lo sfratto e un consigliere comunale da eleggere, senza ovviamente “urtare le diverse sensibilità”, prima fra tutte quella del boss Pat McGann. Notare come il problema del seggio vacante nel consiglio comunale si sia aperto proprio dopo che Jessica, nell’episodio pilota, ha costretto a dimettersi un consigliere. In un ambiente meno protetto rispetto a prima, lei si trova dunque a fronteggiare le conseguenze delle sue azioni.
Per i giochi di più lungo periodo, invece, si scopre come a seguire e tracciare tutte le mosse di Miss Pearson e, più in generale, dello staff del sindaco sia l’F.B.I., nientemeno. Quest’ultima rivelazione alza la posta in gioco, mentre amalgama diversi elementi presentati finora.
Nel destreggiarsi in queste acque turbolente, la protagonista mostra un lato più fragile di se stessa, abbastanza inedito per chi la conosce come una vera Queen. Si era già capito come la nuova grande città non fosse pronta ad accoglierla a braccia aperte, ma ora lei si trova ad affrontare un mondo più duro, con personaggi più spietati rispetto a quelli con cui doveva battagliare a New York. Si trova anche priva del conforto dell’amato Jeff Malone.
A Jessica, viene contrapposta la figura di Keri, non solo nel montaggio iniziale, ottimo e adrenalinico, dove ambedue fanno ginnastica per prepararsi ad affrontare la giornata, sulle pimpanti note di I Need A Dollar di Aloe Blacc. Se Jessica è in difficoltà, Keri comincia pian piano a crearsi un’autostima, un po’ grazie allo spintone morale datole da Bobby, il quale giustamente deve stare accanto alla moglie malata di sclerosi multipla, un po’ grazie ad un incontro con alcune studentesse provenienti dalla sua stessa università che la vedono come un modello di donna di successo. Si può solo approvare.
La soluzione dei problemi di giornata è meno favolistica rispetto all’episodio precedente; stavolta, vince la vecchia regola per cui “una mano lava l’altra e tutte e due lavano il viso”. Scatta, infatti, il gioco dei sotterfugi e dei compromessi tra l’approfittare dei precedenti di un ragazzo, che in realtà non aveva fatto niente, e il barattare un candidato consigliere più gradito con una proroga per lo sfratto dei parenti.
In generale, se le grandi linee sono state chiarite e rendono la visione più scorrevole e intrigante, restano ancora diversi punti da limare. La figura di Nick d’Amato, per esempio, non sta certo guadagnando punti nel portare gente in giro senza specificare la destinazione. Yoli, invece, è spesso un po’ troppo sopra le righe. Si spera che proprio a questo serviranno i prossimi episodi, ad un lavoro di revisione per sistemare anche i dettagli così come sono state chiarite e rinforzate le trame principali.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Il montaggio iniziale
  • Keri ce la può fare
  • Trame chiare
  • Colpo di scena sul finale, per amalgamare tutto
  • Effettivamente, quando si porta in giro una persona è carino dirle prima dove si va
  • Yoli un po’ sopra le righe

 

Non lo si può certo definire “lo show che non sapevate di volere”, ma di sicuro quest’opera per chiarire e compattare le linee principali della narrazione giova alla serie, rendendola più leggibile allo spettatore e invogliandolo a seguire l’episodio successivo. Si vedrà se il percorso positivo procederà già dalla prossima puntata dove, con il sindaco in congedo per motivi familiari, entrerà in scena un vice sindaco. Il voto si alza per le nuove, intriganti prospettive aperte dall’introduzione dell’indagine federale, per la tecnica del montaggio iniziale e per le svolte imposte al percorso di diversi personaggi, che movimentano il tutto.

 

The Superintendent 1×02 0.56 milioni – 0.11 rating
The Union Leader 1×03 0.47 milioni – 0.11 rating

 

FBruscoli

Casalingoide piemontarda di mezza età, abita da sempre in campagna, ma non fatevi ingannare dai suoi modi stile Nonna Papera. Per lei recensire è come coltivare un orticello di prodotti bio (perché ci mette dentro tutto; le lezioni di inglese, greco e latino al liceo, i viaggi in giro per il mondo, i cartoni animati anni '70 - '80, l'oratorio, la fantascienza, anni di esperienza coi giornali locali, il suo spietato amore per James Spader ...) con finalità nutraceutica, perché guardare film e serie tv è cosa da fare con la stessa cura con cui si sceglie cosa mangiare (ad esempio, deve evitare di eccedere col prodotto italiano a cui è leggermente intollerante).

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous

Suits 9x03 - Windmills

Next

The Boys 1x03 - Get Some

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: