The Last Man On Earth 4×12 – 4×13 – Señor Clean – Release The HoundsTEMPO DI LETTURA 3 min

in Recensioni/The Last Man On Earth by

Come in ogni serie e stagione ci sono degli alti e bassi e, ancora di più, ci sono degli argomenti che si ripetono nel tempo. Considerando che la struttura della serie è di stampo “survival”, dato che è ambientata in un mondo post apocalittico, il tema della riproduzione del genere umano fa ovviamente parte del gioco e, volente o nolente, ogni tot tempo deve tornare a fare capolino. Nella 1° stagione, quando Philip Miller non era ancora diventato Tandy ed era l’unico maschio sopravvissuto, si era ovviamente posta la base per un harem a puro scopo riproduttivo, salvo poi introdurre altri maschi come Philip Miller II, Todd, Jasper o anche il fratello di Tandy. The Last Man On Earth si era quindi lasciato alle spalle questa visione del mondo optando poi, in connubio con una crescita anche del livello generale della serie, per la creazione di coppie monogame che, razionalmente, stridono comunque con la realtà in cui vivono i protagonisti. Il teatro dell’assurdo che da sempre governa la serie è dovuto a personaggi strani ma anche situazioni strane, pertanto non c’è da sorprendersi per l’idea venuta in mente a Melissa.

I’m pregnant.

Razionalmente la proposta di far figliare Todd con Erica è più che corretta, ovviamente se si guarda al tutto da una prospettiva monogama allora la cosa non ha alcun raziocinio. Eppure, nel mondo di The Last Man On Earth, spesso raziocinio e normalità non vanno molto d’accordo, pertanto non c’è da sorprendersi se di tanto in tanto la follia diventa normalità.
Si palra ovviamente della crisi mistica vissuta da Todd dopo aver ricevuto un “no” da Erica, crisi che viene sorprendentemente sviscerata con un glorioso quanto geniale salto temporale di diversi mesi in cui Todd si lascia andare e Carol rimane incinta di nuovo. E questo è l’ennesimo caso di scrittura geniale e tagliente a cui la serie ha piacevolmente abituato il proprio pubblico: non appena arriva un momento di normalità e ci si aspetta determinate situazioni e/o svolgimenti, The Last Man On Earth prende in controbalzo il pubblico e cambia lo schema generale. Con risultati stranianti ma fantastici.
“Release The Hounds” incarna infatti tutti i valori dello show (dal non sense all’umorismo peculiare di certi character) e si pone in netta contrapposizione con “Señor Clean” che, anche a causa del grosso episodio a cui ha fatto seguito (“Hamilton/Berg“), verrà serenamente dimenticata al primo momento utile. Il bisogno di paternità di Todd diventa quindi il motore dello show in questa seconda parte di stagione, un bisogno che ovviamente porterà ad avere delle frizioni interne o, quanto meno, diversi momenti awkward che non si potrà non amare. Il tutto senza dimenticarsi di quella figura losca e di sesso maschile (di cui ovviamente ora si sente una certa non necessità) che verrà presentata a breve.

Erica:I want to have a baby with you.
Todd:Who was that to?
Erica:Todd I’ve decided: I want to have a baby and I want to have it with you. Look, Dawn is the best thing I ever done. And I would love to give her a little brother or sister.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Todd in crisi mistica che gioca con i trenini
  • Salto temporale e Carol di nuovo incinta
  • Funerale di Karl
  • Proposta di mettere incinta Erica
  • Jasper ancora non pervenuto
  • “Señor Clean” un po’ lenta

 

Una puntata molto buona ed un’altra dimenticabile portano nel complesso a guadagnare un più che dignitoso Thank Them All. La serie continua a sprigionare freschezza e a rinnovarsi con e senza nuovi membri del cast perché, in fin dei conti, c’è già tutto quello di cui ha bisogno.

 

Hamilton/Berg 4×11 1.60 milioni – 0.7 rating
Señor Clean 4×12 1.61 milioni – 0.7 rating
Release The Hounds 4×13 1.61 milioni – 0.7 rating

 

Appassionato di fumetti, film e telefilm, ha un'età compresa tra i 20 ed i 33 anni ed è noto ai più per essere il fondatore del "Progetto Recenserie". E' un burbero dal cuore d'oro che gira per l'etere con una maschera di Venom continuando a ripetere che i Bloody Beetroots lo hanno copiato ma nessuno gli crede. Nel sottobosco del web si dice che abbia una laurea in statistica, una in economia ed una smodata passione per la scrittura tanto che pensa di poter scrivere un libro per vendere i diritti ad Hollywood per un film. Sognatore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: