Kidding 1×07 – KintsugiTEMPO DI LETTURA 4 min

in Kidding/Recensioni by
Se da un lato il rinnovo della serie ha scioccato molte persone (anche considerando gli ascolti imbarazzanti, causati da americani imbarazzanti che fanno altro invece che guardare questo capolavoro), dall’altro lato ci si doveva fare qualche domanda. Kidding non è stato concepito come una serie evento, nonostante possa averne tutte le sembianze e caratteristiche, e pertanto il plot twist di metà puntata poteva non essere poi così scontato. Pur sempre apprezzabile ma forse prevedibile.
Mr. Pickles non può trovare la felicità così facilmente, non in una 1×07 qualunque e non con una seconda stagione alle porte: bisognava fare qualcosa. La scelta di far partire Vivian è quindi funzionale ad un incremento di quella rabbia nascosta, quasi segregata, di Mr. Pickles che alla fine esplode come giusto che sia. Va però sottolineato che l’esplosione avviene direttamente alla fine di una telefonata con cui conferma il pagamento di tutte le spese mediche di Vivian: non un caso. Come veniva ricordato ad inizio della scorsa puntata, ad ogni azione positiva ne corrisponde una opposta di pari intensità, ecco quindi la rottura della relazione ed il pagamento delle cure. Oppure ancora: la remissione dal cancro e la fuga in Centro America. Forse più la seconda che la prima.
La sequenza finale, oltre ad essere un momento fantastico con un Jim Carrey in stato (rabbioso) di grazia, va ad alimentare la discussione interna di noi recensori che vede Jeff trasformarsi in un killer nel medio-lungo periodo. Considerando quante cose gli sono andate male nella vita, c’è troppa bontà in quell’uomo per non trasformarsi nel proprio opposto prima o poi. (E sarebbe fantastico.)
Tra le altre cose da segnalare nella puntata c’è sicuramente l’intro in stile Mr. Pickles giapponese, con il passaggio di testimone alla sua versione più giovane e soprattutto con il siparietto sulle ombre cinesi che vale da solo il prezzo della visione. Un momento molto intimo tra Didi e Mr. Pickles-San che arriva solo in un secondo momento rispetto alla magnifica conversazione tra pupazzi ventriloqui che rompe gli schemi e le barriere linguistiche in un momento magico e abbastanza surreale.

Didi:I’ve been thinking about this a lot, and I feel that if it would make you happier, for Maddy to take piano again, then she should take piano, and I’ll just deal with it. She seemed happier.
Scott:I don’t think that’s true. Plus, she’s getting so good at clarinet.
Didi:I just think she may have liked piano better, and if her heart is set on piano, then you just you can’t change someone’s heart.
Scott:I think piano was just a phase.
Didi:You do?
Scott:Yes, sweetheart. I think she was confused. She was born a clarinet player. Piano’s just this weird choice she made. She was never really committed to piano. She probably wishes she never took piano in the first place. Didi, from now on, we are strictly a clarinet family. I am committed to making this a clarinet family.

Dulcis in fundo non si può non riportare qui sopra la bellissima metafora utilizzata per spiegare le vere intenzioni di Scott. I due genitori, attraverso un interessantissimo dibattito circa la scelta dello strumento musicale da far suonare a Maddie, in realtà tentano per l’ennesima volta di affrontare quell’enorme elefante rosa nella stanza che è l’omosessualità di Scott. Finalmente Scott parla della sua omosessualità (il clarinetto) raccontando l’errore giovanile di essere finito con una donna (il piano) ma avvertendo che d’ora in poi si sarebbe dedicato solo alla sua vera natura. Praticamente l’annuncio della sua nuova vita come gay. E se questo non apre una nuova crisi famigliare allora non sappiamo cosa potrebbe aprirla…

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Fuck you!
  • Metafora del clarinetto e del piano per descrivere la situazione di Scott
  • Esplosione finale di Jeff
  • Mr. Pickles-San che parla inglese all’improvviso
  • Dialogo tra ventriloqui profondissimo
  • Addio di Vivian, tutto sommato è una buona cosa
  • Niente

 

Un altro episodio praticamente perfetto che sfonda le porte di cuore e mente, smuove le acque, porta Jeff verso nuovi lidi oscuri e regala un’interessante lezione su come comunicare con qualcuno che non parla la stessa lingua. Tanta roba.

 

The Cookie 3×06 0.16 milioni – 0.1 rating
Kintsugi 3×07 0.19 milioni -0.1 rating

Tags:

Appassionato di fumetti, film e telefilm, ha un'età compresa tra i 20 ed i 33 anni ed è noto ai più per essere il fondatore del "Progetto Recenserie". E' un burbero dal cuore d'oro che gira per l'etere con una maschera di Venom continuando a ripetere che i Bloody Beetroots lo hanno copiato ma nessuno gli crede. Nel sottobosco del web si dice che abbia una laurea in statistica, una in economia ed una smodata passione per la scrittura tanto che pensa di poter scrivere un libro per vendere i diritti ad Hollywood per un film. Sognatore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: