);

Miracle Workers 1×01 – 2 WeeksTEMPO DI LETTURA 4 min

in Miracle Workers/Recensioni by
Niente di nuovo sul fronte seriale. Questa bizzarra storpiatura del capolavoro del ventesimo secolo di Erich Paul Remark, sembra, e si sottolinea sembra, essere il sunto perfetto di quanto visto nei venticinque minuti di pilot del nuovo programma televisivo targato TBS. Miracle Workers si è presentato agli occhi dei propri spettatori non facendo niente di più che il classico compitino da sufficienza, intrattenendo quanto basta, lanciando qualche spunto interessante, ma senza aggiungere niente di nuovo ed innovativo nel vastissimo calderone che è il panorama seriale moderno.
La cosa che salta più all’occhio dello show è sicuramente l’incredibile cast di cui è composto, tra cui due attori di fama internazionale come Daniel Radcilffe (il fu Harry Potter) e Steve Buscemi (ex membro di Boardwalk Empire e The Sopranos, solo per citare qualcosa in ambito televisivo), i due sono i volti principali della serie e fondamentalmente ciò che ha spinto più di un milione di americani a restare sintonizzati nel TBS Network in seconda serata il martedì sera. Fortunatamente i due non hanno tradito le aspettative e sono riusciti a non rendere i due personaggi delle semplici macchiette, bensì dei characters un minimo interessanti con del potenziale di crescita. Lo sviluppo di tale potenzialità dipenderà ovviamente dagli sceneggiatori che hanno il compito di migliorare necessariamente quanto visto, dato che il plot dello show non è assolutamente nulla di nuovo rischiando di non distinguersi e di farsi acciuffare dal vortice di comedy passabili ma dimenticabili, essendo, tra l’altro, l’ennesimo programma basato sull’oramai trito e ritrito argomento dell’aldilà. Sarà difficile, quindi, per Simon Rich, al suo secondo prodotto interamente ideato dopo essere stato autore e creatore di Man Seeking Woman, rendere il suo show totalmente originale e sperare di non vedere la sua creatura additata come una brutta copia di The Good Place.
Fortunatamente quest’ultimo dubbio sembra essere già risolto in quanto Craig (Radcliffe) ed Eliza (Geraldine Viswanathan) hanno il compito di placare la volontà di Dio (Buscemi) nel distruggere quel disastro che è la terra, un plot completamente diverso dalla creazione di Michael Shure. Detta così potrebbe sembrare una trama cupa e seriosa, ma già dai primi secondi di episodio si notano immediatamente i colori sgargianti e vividi delle comedy moderne, scenografia che rende il paradiso un posto allegro e colorato, anche se, per ora, si sono visti solo gli uffici in cui il tutto è ambientato. Pure le presentazioni dei due personaggi di Buscemi e Radcliffe sono tutt’altro che sobrie, con il primo che non è altro che la rappresentazione del classico uomo in crisi di mezza età, annoiato e pigro, dove non fa altro che stare davanti alla televisione a bere birra. Mentre l’ex maghetto è il classico personaggio emarginato con difficoltà ad avere rapporti interpersonali e con una probabile, ma lieve, personalità ossessiva-compulsiva. Con loro e nel ruolo di quella che forse è il main character in assoluto la neo-arrivata Eliza, angelo estremamente volenteroso a rendere la terra un posto migliore, affiancato a Craig, nel reparto dell’esecuzione di miracoli, da uno dei camei più apprezzati di sempre dagli amanti di The Office US, Angela Kinsey versione dipendente delle risorse umane. I due dipendenti del Department Of Answered Prayers dovranno compiere, entro due settimane, uno dei miracoli ritenuti impossibili, cioè quello di mettere insieme due persone che si piacciono ma che sono estremamente timide ed hanno paura di rivelare i propri sentimenti, non modificando a proprio piacimento le leggi della natura e il pensiero umano. Con questo input, e sbirciando i titoli dei prossimi episodi, Miracle Workers sembra fortunatamente adeguarsi al nuovo movimento delle comedy puntando ad una trama non del tutto verticale, percorrendo una storia lineare che la porterà al termine della scadenza indicata da Dio.
Per concludere il pilot della nuova comedy della TBS ha messo il primo di sette tasselli che entro due mesi faranno comprendere al pubblico se la presenza di un cast importante riesce a tenere alta l’attenzione di uno show che sembra non essere niente di innovativo. Da segnalare che comunque il punto forte dell’episodio sono le piccole chicche disposte all’interno dell’edificio gigante in cui è ambientata la serie con dipartimenti dai nomi divertenti ed easter eggs simpatici, come il poster che spoilera quello che succederà nel 2021 nella nostra Terra.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Daniel Radcliffe
  • Dio è un cazzone…
  • I dipartimenti dell’edificio
  • C’è del potenziale
  • Nessuna novità
  • … ma anche troppo infantile
  • Si ride poco per essere una comedy

 

Miracle Workers parte in modo claudicante senza sorprendere né impressionare, però la presenza di Steve Buscemi e Daniel Radcliffe spingono a continuare la visione dello show sperando in un netto miglioramento.

 

2 Weeks 1×01 1.20 milioni – 0.39 rating

 

A.A.A. Re bello ed impossibile cerca regina con cui frustare i suoi numerosi schiavi. Nell'attesa del lieto evento Eros Gallagher sta guidando la sua nazione, dove tutto è lecito tranne che guardare The Walking Dead. Nelle scuole vengono insegnate le grandi gesta di Eleanor Shellstrop, Titus Andromedon e Saul Goodman. L'unica religione ammessa è il Scrubsianesimo, atta a venerare il santo John Dorian. Lasciate i vostri nickname di Instagram al 4 8 15 16 23 42. Saluti e tante care cose.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: