);

The Vampire Diaries 4×11 – Catch Me If You CanTEMPO DI LETTURA 5 min

/
()
Devo
ammettere che ultimamente quando mi accingo a guardare un nuovo
episodio di “The Vampire Diaries” sono leggermente prevenuta, e
questo perchè lo show non sta andando sempre bene, ci sono episodi
molto ben riusciti, alcuni un po’ meno ed altri molto poco, ma in
fondo è anche normale, la perfezione è difficilmente raggiungibile,
forse anche impossibile. Faccio questa premessa per farvi capire lo
stato d’animo con cui ho iniziato a vedere questo

undicesimo episodio
di questa altalenante quarta stagione. Tuttavia nonostante i miei “pregiudizi”, la puntata mi ha
sorpreso in positivo. Certo, ci sono cose che proprio non mi vanno
giù, ma è stata una puntata “coi fiocchi”. C’è stata azione,
c’è stato sangue e c’è stata tensione. Il cocktail perfetto per una
serie come “The Vampire Diaries”. Ci sono stati pochi sentimenti
amorosi, niente scene melense da romanzetto rosa e non ho potuto
non apprezzarlo perchè era proprio ora che tutte le questioni di cuore
venissero un po’ messe all’angolo per dare spazio a tutto il resto.
Ritroviamo
Damon, Jeremy e Matt dove li avevamo lasciati: al Grill dove Klaus
aveva trasformato una dozzina di innocenti in vampiri per farli
uccidere al Gilbert per completare il suo marchio, e, per motivare il
giovane cacciatore, li soggioga affinchè essi rincorrano
Matt. Inizia una vera e propria caccia con conseguente fuga,
sopraggiunge Elena a dare una mano e viene aggiornata sulle ultime
novità. Ed era anche ora vedere Elena arrabbiarsi con Damon per le
sue ultime scelte, rinfacciandogli le promesse da lui fatte, peccato
che poi Damon “sfrutta” il potere dell’asservimento, spingendola
a fidarsi di lui. Non so quanto fosse intenzionale, fatto sta che ora
quello ossessionato dalla cura è proprio lui. Si è criticato tanto
Stefan per la foga con cui cercava di arrivare alla cura,
fregandosene delle conseguenze e vedere Damon fare la stessa cosa non
è stato bello. Non importano le motivazioni, a questo punto,
importano i fatti e se Stefan era stato egoista a spingere Jeremy a
uccidere vampiri senza pensare a ciò che sarebbe successo
all’umanità del piccolo Gilbert, lo è stato anche Damon, non
rispettando la giusta decisione di Jeremy di non uccidere persone
innocenti. Ed è proprio Jeremy che si merita tanti pollici in su: si
è comportato in modo impeccabile, è stato coerente con sé stesso e
se ci fosse un premio per il miglior personaggio dell’episodio
andrebbe senza ombra di dubbio a lui. Anche lui vuole la cura per la sorella, ma, come le dice lui stesso, non sa come fare, ma sa che uccidere è sbagliato. Ringrazio autori, sceneggiatori e registi per lo spazio dedicato a quell’umanità di Jeremy che tiene legata all’umanità anche Elena, come dirà Kol a Damon. Anche se l’idea che ha avuto Elena di uccidere Kol, in modo tale da uccidere ogni singolo vampiro creato da lui non mi convince…
Nel
frattempo Kol è più che determinato a bloccare la ricerca della
cura perchè non entusiasta all’idea di risvegliare Silas, così
soggioga Damon per fargli uccidere Jeremy. Damon si rende conto di
essere soggiogato e preferisce essere ucciso da Jeremy, piuttosto che
ucciderlo. Lo vediamo invitarlo più di una volta a sparagli dritto
al cuore. E proprio in quest’occasione assistiamo all’unica scena
“tenera” dell’episodio, con Elena che si appella al loro amore
per farlo resistere al soggiogamento. Alla fine interverrà proprio
Stefan, che rinchiuderà Damon nella cantina di casa Salvatore fino a
data da definirsi.
E
vorrei spendere due paroline nei confronti proprio di Stefan, questa
volta in suo favore: finalmente gli autori hanno deciso di fargli
avere una reazione normale alla rottura con Elena, si diverte con
Rebekah, fuma addirittura dell’erba con lei. Così come Elena, anche noi non conosciamo la versione di Stefan non innamorato di Elena.  E non posso
negare di aver quasi applaudito quando Stefan lo dice ad Elena, ormai sempre più convinta di essere al centro del suo mondo. Stavolta pollici in su anche per lui, voglio
finalmente pensare che passerà dalle stalle alle stelle, piuttosto
che il contrario.
Di positivo ci sono anche ulteriori sviluppi per quanto riguarda la trama
orizzontale, con nuove carte in tavola. Questa volta si tratta di un tizio, che va a cercare la pietra
tombale nascosta da Shane per poi uccidersi per non rivelare niente a
Bekkah e Stefan. Che sia un nuovo Team, come ipotizza Stefan? Credo che si prospettano ulteriori guai per i nostri amici…
Sul
versante magico, purtroppo, non ho belle notizie. Shane è stato
arrestato per aver provocato la morte del pastore Young e degli altri
undici membri del Consiglio, il nuovo sindaco sembrava aver capito
che c’era qualcosa di losco in lui, ma purtroppo temo che si sia
lasciato convincere dalle parole del professor Creepy (Shane) sul
potere potenzialmente pericoloso di Bonnie, che sembra riuscire a
controllarsi solo con lui. A questo punto è veramente impossibile
non farsi due domande e azzardare ipotesi: ormai è dato per certo
che Shane sia il responsabile, in qualche modo, della morte del
Consiglio e vediamo avere veramente una sorta di controllo sulle
azioni di Bonnie. Che esista una sorta di connessione tra la strega
che pratica l’Espressione con colui che l’ha iniziata a questo genere
di magia? In fondo, mancherebbe solo quello….
PRO:
  • Puntata
    ricca di azione, sangue e tensione
  • Poche
    scene melense
  • Finalmente
    il famoso triangolo non viene considerato più di tanto (Renato Zero
    docet!)
  • Stefan
    che si diverte con Rebekah
  • Jeremy
    da 10 e lode
  • Kol
    pronto a tutto per bloccare la ricerca della cura
  • Trama
    orizzontale che sta cominciando a delinearsi alleluja
CONTRO:
  • Damon
    ossessionato dalla cura
  • Situation
    Bonnie/Shane da definire
  • Ma Caroline che fine ha fatto?
Episodio
che mi ha veramente sorpreso, contrariamente alle mie aspettative si
è rivelato essere uno dei migliori di questa quarta stagione che
stava deludendo sotto molti punti di vista. Ci stanno dando motivi
validi per sperare in una rapida ripresa della stagione. Quindi… episodio promosso a pieni voti (o quasi…)

VOTO EMMY

Quanto ti è piaciuta la puntata?

Nessun voto per ora

Un tempo recensore di successo e ora passato a miglior vita per scelte discutibili, eccesso di binge-watching ed una certa insubordinazione.

Rispondi

Precedente

Raising Hope 3×13 – What Happens To Howdy’s Doesn’t Stay At Howdy’s

Prossima

Hart Of Dixie 2×12 – Islands In The Stream

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.