Hand Of God 1×08 – One Saved MessageTEMPO DI LETTURA 6 min

in Recensioni by

Ci sono dei momenti della vita in cui tutto è molto confuso, in cui i ricordi si affollano nella nostra mente, in cui il passato ci immerge e sommerge, è proprio questo il caso di “One Saved Message”, l’ottavo complesso episodio di Hand Of God. Qualcosa si è rotto, improvvisamente è tutto chiaro, o almeno Pernell trova una risposta al disagio che ha dentro, dà un nome all’ingranaggio bloccato nella sua testa: malattia. Dove è finita la mano di Dio? Non saremo invece degli omuncoli soli e disperati? La voce di Dio è figlia del disagio mentale, le visioni, “aiuti” della mente per sentirsi meno infelici. Il giudice Harris sembra essersi svegliato dal torpore, il suo braccio destro, KD, scopre di essere un omicida, non lo strumento di Dio, Alicia ha compreso quale sarà il destino del bambino che porta in grembo, Crystal ha detto al marito tutto ciò che pensa di lui.

I personaggi di Hand Of God sono arrivati ad un momento di svolta, in cui sceglere la direzione da prendere o soccombere. Le vecchie certezze sono andate in fumo, le fiamme ardono (KD brucia i vestiti dell’omicidio). Se KD crede in Dio ma è anche convinto che Dio non creda in lui, dall’altra parte Harris si presenta per quello che è: un uomo egoista, rancoroso, superegoico, colpevole, sbagliato, ma riusciamo a capirlo veramente, a scorgerne i lati più umani e profondi. Sono di nuovo le donne della sua vita che indirettamente ci fanno comprendere qualcosa in più su di lui: dalla notte disperata passata con Tessie riusciamo a far luce sul vero disagio di un padre che si sente colpevole nei confronti del figlio, dal dialogo con Crystal viene fuori la parte indifferente e anche un po’ puerile di un marito che ha lo spessore morale di un’ombra evanescente. Di fronte alla moglie, arrabbiata e delusa, che si apre totalmente, l’uomo risponde parlando delle proprie ragioni, del proprio dolore, con il pragmatismo di qualcuno che non ha mai vissuto veramente per gli altri.
“One Saved Message” racconta il buio della disperazione (il prima) e la rassegnazione della presa d’atto (Pernell nella casa di cura, Alicia consapevole che la scelta migliore – anche e soprattutto per Paul – sia solo una).
Al centro di questo episodio c’è la seduta dalla psichiatra che cerca di far comprendere a Pernell quali siano le vere ragioni delle sue allucinazioni e delle voci che sente ed è di nuovo una donna, dunque, a scardinare le certezze di un uomo che vuole avere più segreti che cose da condividere. La violenza del medico, diventa maieutica, capace di far dire a voce alta qualcosa che chiunque vorrebbe nascondere. Lì è l’incaglio, proprio in quel passato, che noi spettatori solo ora scopriamo, proprio in quelle parole del figlio e del padre, fino ad ora polvere fatta sparire sotto il tappeto. La dottoressa scava sempre più profondamente e i ricordi tornano tristemente e drammaticamente in superficie. A poco, a poco, lungo questa importante puntata di Hand Of God conosciamo elementi fondamentali sui personaggi, sui loro rapporti e su ciò che succederà o potrebbe succedere in seguito. Quell’uomo granitico – anche nella scelta della fede – ci appare per quello che è: un padre pieno di sensi di colpa, infarcito di dolore, rabbia (verso sè stesso) e speranza (che il figlio possa risvegliarsi per poterlo riabbracciare). E’ evidente dunque che per il giudice la fede è stata una fuga dalla realtà, un porto sicuro, un modo per trovare pace.
Se Alicia continua a dire a KD – mentre sta per uccidersi – che l’uomo è colpevole quasi per definizione e che Dio nella sua infinità bontà perdonerà, Pernell sembra essere arrivato alla consapevolezza che Dio sia stato per lui un rifugio, un abbraccio paterno per non sentirsi più solo, una voce amorevole nella sua guerra giornaliera.
Per intendere meglio il rapporto di Harris con il divino e la scelta di abbandonarsi ad esso è importante analizzare il suo arrivo nella Chiesa di Hand Of God e il battesimo, passi importanti che lo hanno aiutato nel percorso verso la salvazione.
Tutto parte da un “You are not alone” su una pubblicità e veramente, almeno in apparenza, Pernell non sarà più solo. Una Chiesa piena di gente, invasata dal Dio, musica e parole, i credenti sembrano felici, in pace, sembrano avere trovato le risposte che da sempre cercavano. Quello è il posto giusto per chi si sente solo, un posto dove trovare un compagno da abbracciare, un fedele da supportare, un altro amico a cui porgere la mano e a Pernell serve proprio questo, una buona scusa per avere un attimo di tranquillità. E’ interessante il modo in cui è stata costruita la sequenza: all’inizio l’uomo sente solo il vuoto, l’assenza completa di suoni, poi in un secondo momento Alicia e Paul insegnano al giudice i gesti del credente, come se fossero una danza che si può apprendere, fatta di passi prestabiliti, ed ecco, a quel punto, che il suono ritorna e anche Pernell porta le braccia al cielo e si lascia andare alle invocazioni: Alleluja. Sembra evidente dunque che quella di Harris non è una vera e propria folgorazione ma è più che altro un abbandono quasi pilotato, un modo per sentirsi meno colpevole e più vicino al figlio.

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Il dialogo tra Harris e il medico
  • Il dialogo tra Harris e PJ
  • Il messaggio nel cellulare
  • La lite tra Harris e Crystal
  • Il battesimo di Pernell
  • Troppi dettagli nuovi forse arrivati in un momento inusuale
“One Saved Message” è un episodio complicato in cui passato e presente, ricordi e messaggi si fondono. Ci offre elementi nuovi capaci di sciogliere molti nodi fino ad ora insoluti  e fa questo in un modo intelligente e intrigante. Scopriamo proprio da Pernell, grazie alle sedute dal medico, le parole, brutali e crudeli, usate nei confronti del figlio e la telefonata di quest’ultimo al padre. Un altro elemento singolare è che ci troviamo di fronte ad una chiara inversione di marcia che arriva all’improvviso, quasi senza nessun tipo di “avviso”. Quel messaggio lasciato nel telefono apre tutta un’altra serie di domande – spie luminose utili a comprendere che qualcosa di grosso sta per accadere e probabilmente quando meno ce lo aspettiamo. 
A Bird In Hand 1×07 ND milioni – ND rating
One Saved Message 1×08 ND milioni – ND rating

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Recensioni

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: