Marvel’s Inhumans 1×03 – Divide And ConquerTEMPO DI LETTURA 3 min

in Marvel' Inhumans/Recensioni by
Giusto per dare un’idea della complessità nel recensire Marvel’s Inhumans, basta andare a cercare su Google una qualsiasi immagine decente dell’episodio in questione per usarla come recap. Una qualsiasi. Spendendo questi 10 secondi della propria vita ci si trova di fronte ad uno spettacolo imbarazzante quanto quello messo in scena da Scott Buck: il nulla. Generalmente Google pullula di immagini promozionali o anche solo di screenshot presi tra Instagram, siti dei vari network o altre recensioni, in questo caso invece è come se l’episodio non fosse mai andato in onda vista la scarsità di immagini reperibili. E forse sarebbe meglio così visto lo scempio che la ABC (giustamente vista la vergogna provata) ha programmato per il venerdì sera, giornata famosa per il vuoto cosmico nel palinsesto televisivo.

 

Medusa:I’m Medusa, Queen of Attilan. I need money.
This is the Queen of Attilan speaking.
I require money. Please?

 

Premesso che si può comprendere il tentativo, comunque goffissimo e riprovevole, di paventare lo spaesamento degli Inumani alle Hawaii, rimane il fatto che la sequenza di frasi qui sopra va direttamente a guadagnarsi una posizione nella memoria storica delle peggiori castronerie del piccolo schermo. Una cosa del genere (e purtroppo non è l’unica ma è quella più memorabile) poteva essere malamente accettata negli anni ’80-’90, forse ancora agli albori degli anni ’00 ma sicuramente non nel 2017, non dopo una memoria storica che rende il tutto anacronistico, inappropriato e totalmente disarmante. Il tutto senza dimenticare che, nei primi momenti della puntata, viene mostrato un video di Black Bolt che ha il montaggio stesso della series premiere, giusto a testimonianza della cura dei dettagli per il progetto.
Tralasciando gli strafalcioni offerti dal punto di vista sceneggiativo (memorabile in negativo anche il “Maximus is King… of no one” di Crystal), “Divide And Conquer” prova a portare malamente avanti le sue trame in un’accozzaglia di eventi che fanno mettere la mano davanti agli occhi più e più volte. Se ad Attilan procede il tentativo di usurpare il trono “legittimamente” da parte di Maximus, l’unico tra l’altro con un briciolo di materia grigia sinora, sulla Terra ci si divide tra irruzioni in case private, scoperta di piantagioni di Maria e incredibili (nel senso che non sono assolutamente plausibili) fughe di prigione. Tutto è decisamente criticabile e non lascia trasparire la minima profondità di narrazione, né tanto meno il “pericolo” derivante dal cambio di ruolo di Maximus (che anzi potrebbe governare meglio di Black Bolt e Medusa, da quanto visto finora) o qualsiasi minaccia incontrata alle Hawaii. La bidimensionalità regna sovrana esattamente come nelle due puntate precedenti e come, verosimilmente, regnerà anche nei prossimi episodi, difficile infatti migliorare un prodotto così pessimo che sguazza gioioso nelle proprie pochezze.
Paradossalmente, visto che tutto ciò che è stato finora adattato dai fumetti è stato rovinato, la creazione di Mordis potrebbe rappresentare forse l’unico lato positivo dello show ma anche in questo caso è meglio non riporre alcuna speranza: esistono sempre nuovi modi per rovinare qualcosa già repellente.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Mordis: fatalità l’unico personaggio creato ad hoc per lo show

  • Scene imbarazzanti
  • Script imbarazzante
  • Attori imbarazzanti

 

Il puro sadismo è l’unica spiegazione per continuare a guardare un prodotto che dovrebbe portare i suoi sceneggiatori ed il suo showrunner, Scott Buck, direttamente al tribunale dei diritti umani di Strasburgo per crimini contro l’umanità. E giusto mentre si scrive queste righe si apprende che Crystal apparirà anche in Marvel’s Agents Of S.H.I.E.L.D. per una non meglio specificata quantità di puntate, il tutto confidando che nel frattempo Isabelle Cornish abbia imparato a recitare.

 

Those Who Would Destroy Us 1×02 3.75 milioni – 0.9 rating
Divide And Conquer 1×03 2.78 milioni – 0.7 rating

 

Appassionato di fumetti, film e telefilm, ha un'età compresa tra i 20 ed i 33 anni ed è noto ai più per essere il fondatore del "Progetto Recenserie". E' un burbero dal cuore d'oro che gira per l'etere con una maschera di Venom continuando a ripetere che i Bloody Beetroots lo hanno copiato ma nessuno gli crede. Nel sottobosco del web si dice che abbia una laurea in statistica, una in economia ed una smodata passione per la scrittura tanto che pensa di poter scrivere un libro per vendere i diritti ad Hollywood per un film. Sognatore.

1 Comment

  1. Mi hai sconvolto! Non per la serie (manco l’ ho vista questa puntata, non sono masochista), ma per il fatto che crystal la cagna sarà in AoS: non vorrei che la sua recitazione (citazione necessaria) abbasse la qualità di shield. Non vorranno mica rovinare anche AoS vero?

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Marvel' Inhumans

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: