Chilling Adventures Of Sabrina 1×03 – Chapter Three: The Trial Of Sabrina SpellmanTEMPO DI LETTURA 4 min

in Chilling Adventures of Sabrina/Recensioni by

“Due to conflicts of contract, baptism, and breeding, the Hellbound Court of Greendale decrees that Sabrina Spellman shall retain her mortal life on the condition that she also attend the Academy of Unseen Arts as well as weekly Black Mass.”

Trovarsi a guardare Chilling Adventures Of Sabrina è destabilizzante, a tratti disturbante se si è nati a fine anni ’80 o ad inizio anni ’90. Ormai si dovrebbe essere abituati a guardare film o serie rivisitati oppure rebottati totalmente, ma in fin dei conti approcciarsi a questi rinnovamenti rimane sempre un trauma. Oltre al trovarsi nuovi attori che interpretano personaggi che si è abituati ad identificare con altri visi e stili, di mezzo c’è pure la parte emozionale e sicuramente è quella che risente di più di questi cambiamenti. Passare da Sabrina, The Teenage Witch, una sit-com divertente e alquanto spensierata a questa nuova serie Netflix cupa e drammatica non è cosa buona per i nostalgic fag. Tuttavia non bisogna cedere al lato emotivo e non è nemmeno giusto approcciarsi allo show con gli occhi rivolti al passato, infatti CAOS, anagramma utilizzato pure da Kiernan Shipka nei suoi discorsi più colloquiali, non è affatto da buttare, anzi, è decisamente valida.
La stima che si prova per la serie in questo terzo episodio stagionale sale drasticamente, non tanto per qualche invenzione degna di nota, ma per l’essere riuscita a rendere una parte scontata e banale in interessante e certamente ben riuscita. Ovviamente si sta parlando del processo, in quanto era palese che la giovane Sabrina Spellman restasse nella stessa condizione iniziale, contesa tra il mondo mortale e quello oscuro. Tutta la diatriba sulla questione del futuro della giovane mezza-strega ha riservato per l’intero episodio colpi di scena inaspettati, uno su tutti il certificato battesimale portato al processo da Hilda. Questa battaglia tra bene e male riesce a diventare mano a mano con gli episodi sempre più interessante, soprattutto se si riflette sul passato di Sabrina. Il fatto che suo padre l’abbia “sacrificata” per avere il permesso di sposare un’umana non era facilmente pronosticabile, anzi, va contro tutto ciò che dovrebbe essere un genitore modello. Per di più il sapere che sua madre non si fidasse totalmente del marito e l’abbia fatta battezzare in gran segreto aggiunge ulteriore pepe alla faccenda e aumenta vertiginosamente la voglia dello spettatore di sapere quante più cose sui primi anni di vita della protagonista.
Altro fatto che desta interessa, ma non analizzato eccessivamente, è la motivazione per cui Ambrose non possa uscire dai confini del suo territorio. Giunti alla terza puntata le informazioni ricavate non sono sicuramente sufficienti per completare il puzzle, per cui il giudizio sul suo personaggio è ancora in sospeso, anzi, forse è addirittura negativo dopo quanto successo in questa 1×03. Difatti quanto osservato in questo terzo capitolo stagionale non ha senso d’esistere. Può un character essere così tardo e non accorgersi dell’ovvietà più palese di sempre? Inoltre, possono gli sceneggiatori aver scritto così male la scena dell’incontro tra Ambrose e il giovane stregone? Purtroppo sì e il risultato di una scrittura così pessima è di conseguenza da cestinare. Nemmeno mettendosi nei panni dello Spellman si potrebbe essere così ingenui sulle reali intenzione di Luke, per chi ha un Q.I. superiore a 60 era palese sin dalla prima occhiata alla veglia funebre che il nuovo arrivato non era realmente interessato ad Ambrose, bensì al famiglio del defunto, così come era scontato il risultato della loro nottata di passione. Errori che non sono definibili come buchi di sceneggiatura, ma che pesano tuttavia nel giudizio complessivo della puntata.
Tralasciando quanto appena discusso, tralasciando anche la tragi-comica ricerca della voglia e pure l’inutilità del povero Salem Saberhagen il resto della puntata è stato più che godibile. Grande merito del fatto che lo show sia così convincente anche nella prestazione degli attori è di una signora attrice, una di quelle che non commette quasi mai passi falsi: Michelle Gomez. Il suo carisma è unico e ogni secondo in cui appare si respira aria di tensione, tanto da essere il vero motore della serie. Certo, Sabrina è la protagonista e la Shipka se la cava più che egregiamente, ma la Gomez è il villain perfetto per la serie: carismatico, visivamente inquietante e tremendamente efficace nei suoi stratagemmi. Si spera di continuare a vedere Madam Satan tutto il tempo necessario e anche oltre, nella speranza che Satana non la rimpiazzi nei suoi probabili fallimenti futuri.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Michelle Gomez
  • Il giudizio di Sabrina
  • Le zie sanno cose
  • La rivelazione di Harvey
  • L’inutilità di Salem
  • L’ingenuità di Ambrose
  • La ricerca della voglia

 

Bisogna dar a Cesare quel che è di Cesare, per cui è giusto affermare che guardando Chilling Adventures Of Sabrina non si rimpiange Sabrina, The Teenage Witch, anzi, forse è un passo in avanti. Peccato solo per Salem.

 

Chapter Two: The Dark Baptisim 1×02 ND milioni – ND rating
Chapter Three: The Trial Of Sabrina Spellman 1×03 ND milioni – ND rating

 

 

A.A.A. Re bello ed impossibile cerca regina con cui frustare i suoi numerosi schiavi. Nell'attesa del lieto evento Eros Gallagher sta guidando la sua nazione, dove tutto è lecito tranne che guardare The Walking Dead. Nelle scuole vengono insegnate le grandi gesta di Eleanor Shellstrop, Titus Andromedon e Saul Goodman. L'unica religione ammessa è il Scrubsianesimo, atta a venerare il santo John Dorian. Lasciate i vostri nickname di Instagram al 4 8 15 16 23 42. Saluti e tante care cose.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: