);

Billions 4×09 – American ChampionTEMPO DI LETTURA 4 min

in Billions/Recensioni by

Billions 4x09 - American Champion“I don’t need Chuck Rhoades the lawyer. Or the husband. Or the power bottom. I need Chuck Rhoades the killer.”

Billions vive di fiammate improvvise, feroci, splendidamente portate in scena ed architettate. Il resto degli episodi il più delle volte, invece, brancola nel buio e va a confezionare quelli che possono tranquillamente essere definiti filler. E tra tutti questi, non sempre il prodotto di casa Showtime riesce a racimolare la giusta verve narrativa per intrattenere lo spettatore.
E’ questo il caso di “American Champion”, come lo è stato in precedenza per “Fight Night”.
Il motivo di questa sequenza di filler è presto detto: Billions ha già predisposto le sue pedine sulla scacchiera e le ha già mostrate titubanti (Wendy, Kate), oppure in completa abnegazione verso l’obbiettivo che si erano prefissate (Bobby, Chuck, Bryan, Tylor). A rigor di logica, quindi, la trama principale non ha così necessità di approfondire ulteriori problematiche o faide. Ecco quindi che il palcoscenico viene ceduto alle sottotrame più disparate e discutibili.
Un esempio lampante è sicuramente la problematica sollevata da Bonnie relativamente alla Flagship Found. Si percepisce l’intento duplice da parte degli sceneggiatori, ma il risultato non è sicuramente dei migliori. Se da un lato il tutto è giustificabile con il desiderio da parte della narrazione di concedere maggiore spazio in scena e maggiore approfondimento ad un personaggio secondario che lentamente sta riuscendo a ritagliarsi il proprio (meritato) minutaggio (oltre ad una maggiore attenzione da parte del pubblico), dall’altro lato c’è da fare i conti con l’esorbitante quota della puntata che viene risucchiata da una sottotrama completamente inutile ai fini della storia principale.

“You need to sharpen your odachi and slice a hole in the universe between you and where you’re going. And if you don’t cut down everyone and everything that gets in your way, then they will return and they will cut you to shreds and then they will cover those shreds in bukkake.”

Ancora peggio, anche se fortunatamente più concentrato, è sicuramente lo spazio concesso alla routine mattutina di Bryan ed alla sua cyclette motivazionale con annessa amicizia-rivalità: Billions ed il suo pubblico necessitavano davvero di sapere come Connerty occupi il suo tempo libero? Molto probabilmente no.
Sullo sfondo di tutte queste sottotrame che durante l’ora circa di episodio si mescolano vicendevolmente, rimane la guerra fredda tra Taylor e Bobby. Una rivalità che sta coinvolgendo tutto e tutti e che c’è da sperare trovi conclusione (qualunque essa sia) già con questa stagione dal momento che protrarre ulteriormente questa diatriba oltre a depotenziarne la credibilità, rovinerebbe l’ottimo lavoro fin qui fatto. Ed è anche da appuntare che, con l’uscita di scena di Grigor, la rivalità ha perso un grosso fattore di interesse.
Per quanto concerne il lato Rhoades, invece, Chuck si ritrova messo alle strette sia da parte del padre (intenzionato ad eliminare il blocco al porto), sia da parte di Wendy (non intenzionata a correre il rischio di perdere la sua licenza). Le poche scene che riprendono insieme marito e moglie evidenziano l’opportunismo che quest’ultima mette in campo in caso di necessità: o Chuck la aiuta oppure rimarranno nella fase di crisi che stanno vivendo.
Un opportunismo che Chuck non perde occasione di evidenziare e che probabilmente risulterà essere fattore determinante nella irrazionale (rispetto a quanto fin qui visto in Billions) decisione di rifiutare l’offerta portatagli in esame da Bryan.
La decisione di Chuck espone ulteriormente sia la sua figura sia quella della sua famiglia (Wendy e Rhoades sr) a possibili ripercussioni portate avanti da Jeffcoat e proprio qui Billions potrebbe voler nascondere il suo asso nella manica: Kate risulta sempre meno convinta di aver scelto la squadra corretta con la quale poter fare veramente qualcosa di buono.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Bonnie: sviluppo giusto, ma al momento sbagliato
  • Wendy, Chuck e Rhoades sr.
  • The shit train
  • La decisione finale di Chuck
  • Bonnie: sviluppo giusto, ma al momento sbagliato
  • Ennesimo filler…
  • ….di un’ora…
  • …pieno di sottotrame dimenticabilissime e completamente inutili

 

Un episodio sicuramente non negativo come il precedente, ma che si salva solamente per qualche spunto più valido all’interno di sottotrame completamente inutili ai fini generali della narrazione. Billions ci ha abituato a ben altro.

 

Fight Night 4×08 0.76 milioni – 0.2 rating
American Champion 4×09 0.68 milioni – 0.2 rating

 

Tags:

Conosciuto ai più come Aldo Raine detto L'Apache è vincitore del premio Oscar Luigi Scalfaro e più volte candidato al Golden Goal. Avrebbe potuto cambiare il Mondo. Avrebbe potuto risollevare le sorti dell'umana stirpe. Avrebbe potuto risanare il debito pubblico. Ha preferito unirsi al team di RecenSerie per dar libero sfogo alle sue frustrazioni. L'unico uomo con la licenza polemica.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: