);

3 Caminos 1×03 – Episode 3TEMPO DI LETTURA 3 min

/

La serie compie un salto temporale rispetto alla puntata precedente. L’azione si svolge ora nel 2006, non più d’estate, ma d’inverno.
Gli amici conosciutisi qualche anno prima sono stati convocati dall’italiano Luca il quale forse non voleva perdersi i mondiali di calcio in programma quell’estate per ripercorrere il Cammino di Santiago. L’occasione perfetta per vedere come siano cambiati, nel tempo, i protagonisti e i loro problemi.

FINALMENTE!


L’inizio dell’episodio concede spazio innanzitutto alla finalità religiosa dell’impresa – in effetti dovrebbe essere un pellegrinaggio sulla tomba dell’apostolo Giacomo – e lo fa con delle inquadrature molto suggestive di un’abbazia e un breve momento dedicato alla preghiera guidata dai monaci, con annessa omelia. Breve parentesi, ma di forte impatto. La spiegazione esplicita si accompagna poi al messaggio “da ascoltare” cantato dai suggestivi paesaggi, i quali lo veicolano meglio e più rapidamente.
Ma soprattutto, chi di dovere si è accorto di una pecca nella narrazione e vi ha posto rimedio. Vengono perciò nominate le località toccate via via dai viaggiatori (La Rioja, Logroño, Santo Domingo de la Calzada e soprattutto Burgos). Non è tanto una questione di promozione turistica, quanto di sapersi orientare. Scagli la prima pietra chi non si è mai irritato quando si è ritrovato a parlare con amici tornati da un viaggio e alla domanda “Cosa avete visto?” si è sentito rispondere: “Tutto”.

LA CRISI DEL SETTIMO ANNO (IN ANTICIPO)


Raquel e Yoon Soo sono in crisi per motivi professionali. Lui è un musicista molto apprezzato, ma la casa discografica gli ha consigliato, molto caldamente, di esibirsi con un’altra cantante. Lui sta seriamente considerando l’idea di accettare la proposta e lei ha pure scoperto da poco di essere incinta, tanto per complicare ulteriormente la situazione.
Effettivamente, dal fatto che Raquel abbia scelto, per esibirsi, un vecchio brano come La Bambola (di Patty Pravo) e da come lo interpreta, viene da concordare coi discografici.
Per ora, i due sembrano entrambi sinceramente intenzionati a far funzionare la loro relazione. Solo nelle prossime puntate, però, si scoprirà se ci riusciranno e come, eventualmente, troveranno un accomodamento per superare le prove a cui la vita li sottopone.

LUCA


Per il pellegrino italiano il cammino è soprattutto un’occasione per continuare a bere come una spugna. La cosa ha il lato positivo di introdurre un nuovo amico nella compagnia: il portoghese Luis, suo compagno di bevute. Fa piacere conoscere un personaggio nuovo, porta un po’ di movimento.
Forse la parte che riguarda Luca è la più delicata, la più a rischio. Non tanto per i pericoli alla salute fisica rappresentati dall’alcool o dal dormire una notte d’inverno sotto una tenda, in un parcheggio, quanto perché il confine tra lo scanzonato e la macchietta è molto sottile. Bisogna sempre stare attenti a non superarlo, dosando gli ingredienti con molta attenzione. Per ora lo si è visto lasciarsi con la fidanzata del momento, poi ritrovarsi con le carte di credito bloccate. Non viene però spiegato se c’è effettivamente un legame fra le due cose, come è legittimo sospettare. Il tutto, ovviamente, in attesa che il giovane impari qualcosa dalle avventure vissute.

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • L’abbazia all’inizio della puntata
  • Vengono nominate le località
  • Luca beve troppo

La serie si sta assestando sui binari sicuri e rilassanti della narrativa popolare. Ci sono tutti gli elementi tradizionali: gli amici che si ritrovano per aiutarsi anche se abitano in continenti diversi, la coppia in crisi, l’italiano donnaiolo ecc. ecc. Questo non stona parlando di un’usanza millenaria come il Cammino di Santiago, che molta gente percorreva anche per avere la scusa di stare qualche settimana lontano da casa e dai suoi soliti problemi (se invece di trattava di nobili con altri impegni, a cui veniva assegnato per punizione, potevano delegare un servo per percorrerlo al posto loro).
Mentre si aspetta di sapere, per esempio, perché Jana sia in giro con documenti falsi, si assiste ad una diminuzione delle soluzioni frettolose. Questo può solo contribuire ad un buon voto finale.

Casalingoide piemontarda di mezza età, abita da sempre in campagna, ma non fatevi ingannare dai suoi modi stile Nonna Papera. Per lei recensire è come coltivare un orticello di prodotti bio (perché ci mette dentro tutto; le lezioni di inglese, greco e latino al liceo, i viaggi in giro per il mondo, i cartoni animati anni '70 - '80, l'oratorio, la fantascienza, anni di esperienza coi giornali locali, il suo spietato amore per James Spader ...) con finalità nutraceutica, perché guardare film e serie tv è cosa da fare con la stessa cura con cui si sceglie cosa mangiare (ad esempio, deve evitare di eccedere col prodotto italiano a cui è leggermente intollerante).

Rispondi

Precedente

American Gods 3×04 – The Unseen

Prossima

3 Caminos 1×04 – Episode 4

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: