How I Met Your Mother 9×10 – Mom And DadTEMPO DI LETTURA 5 min

/
()

Ad essere onesti visto il titolo di questa puntata ci si sarebbe aspettati una comparsata della tanto attesa Madre considerando anche la sua recente apparizione nello show. Quello che ormai appare evidente è che le sue apparizioni vengano centellinate apposta da parte degli autori al fine di tenersi il meglio per il finale di stagione e giusto per far crescere (come se ce ne fosse ulteriore bisogno) ancora di più l’attesa di vederla finalmente faccia a faccia con Ted.
Un’altra cosa altrettanto ovvia nelle menti di Bays & Thomas è che Ted sarà l’ultima persona all’interno del quintetto dei protagonisti a conoscere la sua futura moglie. Nel corso dei precedenti episodi abbiamo visto non solo quale fosse la motivazione che ha spinto Ted a prendere in considerazione l’idea di trasferirsi a Chicago e non solo il motivo del suo ennesimo ritorno di fiamma per Robin dell’anno scorso ma abbiamo anche visto come sia stata proprio la donna della sua vita a spingere Barney a dichiararsi con Robin innescando tutti gli avvenimenti che da lì in poi sarebbero successi. Di conseguenza i prossimi nella lista che la conosceranno dovranno necessariamente essere Robin e Marshall, vedremo un po’ quale sarà la modalità dell’incontro. Fatta questa breve premessa torniamo alla puntata di questa settimana.
Il tentativo di allungare il “brodo” in vista del grande evento sta riuscendo piuttosto bene contando anche il fatto che, a differenza di molte puntate precedenti, in questo caso non si è neanche dovuto ricorrere a flashback per tirare fuori una storia divertente da raccontare al pubblico.
Barney è ancora una volta il vero show-stealer del telefilm a dimostrazione del fatto che non basti una fede al dito per renderlo un personaggio noioso e banale; se tutto ciò che lo riguarda funziona, funziona a ruota pure tutto il resto.
L’intero piano attuato per far sbocciare nuovamente la passione tra Jerry e Loretta presenta numerosi elementi comici che vanno dal “rapimento” dell’attuale moglie di suo padre al finto guasto all’ascensore. Ma siccome la pazzia in casa Stinson non è mai sola, ecco che spunta suo fratello James a mettergli i bastoni fra le ruote.
C’è da dire che finora James non si è comportato esattamente da parente modello, è vero che qualche puntata fa si è sacrificato per regalare un attimo di intimità ai promessi sposi ma è anche vero che prima ha fatto più o meno inconsciamente da uccellaccio del malaugurio parlando del suo matrimonio naufragato a Robin. Ed è proprio quest’ultima il lato negativo della puntata. Insomma se non fosse per un veloce dialogo iniziale con Barney non l’avremmo praticamente mai vista per tutti i 20 minuti. Chiaro che non si possa sempre regalare tempo a tutti i protagonisti ma considerando che assieme a Barney è il personaggio che ultimamente “rende” di più è un peccato che non ci sia. Stesso discorso si potrebbe fare anche per Lily comunque.
Cambiando “coppia”, sembra che finalmente ci sia un buon rapporto tra Daphne e Marshall. Viste le posizioni opposte riguardo alla salvaguardia dell’ambiente è chiaro che i due debbano bisticciare ogni tanto ma dopo quanto visto nella puntata di settimana scorsa sono finalmente riusciti ad appianare parte delle loro divergenze, a parte quando Marshall fa la spia alla Polizia sulle “sicure” abitudini di guida della collega di viaggio. Il “problema”, se così vogliamo chiamarlo, sta dietro all’intera storia tra Daphne e sua figlia, insomma il tema del difficile rapporto tra genitori e figli crediamo sia stato abbondantemente STRA-abusato e già proposto in mille salse diverse. Vedere quindi che Daphne sia il classico genitore (nel mondo dei film/telefilm of course) che manca sempre agli eventi importanti della vita della figlia onestamente sa tanto (ma veramente tanto) di già visto ed è una cosa che potevano risparmiarcela, compresa la paternale finale di un sempre troppo buono Marshall. Se non altro però è stato divertente il risvolto finale del discorso della figlia che ha lasciato impietrito Mr. Eriksen. Nota positiva della giornata: questo è il canto del cigno di Daphne e, si spera, la fine del viaggio di Marshall.
Un’altro lato positivo dell’episodio ci è stato regalato dal Detective Mosby in forma quasi come ai vecchi tempi in cui riusciva a divertire invece di continuare a pensare a Robin. “Il mio inchiostro da calligrafia!” Ted si dimostra sempre il solito scemo che colleziona/possiede oggetti vecchi dei quali a nessuno importa più di niente ma noi gliene siamo grati visto che sono momenti di questo tipo che ci hanno fatto adorare il suo personaggio in passato.
Menzione d’onore anche per Billy Zabka che da semplice comparsa nell’ottava stagione si sta dimostrando ora una valida pedina su cui poter contare soprattutto per il suo rapporto con Ted. La speranza è quella di poter contare anche nel prossimo futuro sul villain del primo Karate Kid.
Infine merita di essere citato anche l’alibi di “ferro” del cugino di Robin che è veramente troppo assurdo per non strappare qualche risata.
Insomma anche questa puntata non ha avuto grandi storie a sorreggerla ma tutto sommato il punto forte di HIMYM è sempre stato quello di mixare alla perfezione momenti seri a momenti divertenti anche se non esilaranti e dunque tutto quello che possiamo dire è: avanti così, basta che non si peggiori. Ed in più, per gli amanti del mistero, prosegue il caso dell’ananas a cui per ora non si ha ancora una risposta…

PRO:

  • Addio di Daphne
  • “Qui non siamo al sicuro!” (e scende un pacco di preservativi)
  • “Il mio inchiostro da calligrafia!”
  • Barney vestito da bambino in una famiglia vecchio stile
  • L’alibi del cugino di Robin è talmente assurdo da essere vero
  • “It’s a Zabka-tage!”
CONTRO:
  • Il fatto di ambientare tutte queste dieci puntate in un solo weekend si sta facendo sentire: senza flashback e nuovi personaggi, risulta tutto un modo per allungare ancora di più il brodo
  • Robin non pervenuta, così come Lily
  • La storia “strappalacrime” tra Daphne e sua figlia
  • L’assenza della Mamma.

 
Forse un episodio leggermente inferiore rispetto alle precedenti puntate ma in ogni caso decisamente positivo. La strada insomma pare essere quella giusta e l’augurio è che il trend rimanga lo stesso anche in futuro, se non migliore.

 

VOTO EMMY

Quanto ti è piaciuta la puntata?

Nessun voto per ora

Precedente

Marvel’s Agents Of S.H.I.E.L.D. 1×08 – The Well

Prossima

White Collar 5×04 – 5×05 – Controlling Interest – Master Plan

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.