);

Monarch: Legacy Of Monsters 1×09 – Axis MundiTEMPO DI LETTURA 4 min

/
()

Monarch Legacy Of Monsters 1x09 RecensioneFinalmente mostra segni di ripresa Monarch: Legacy Of Monsters, e, guarda un po’, ciò avviene proprio quando vengono ripescati i segreti portati avanti sin dai tempi del pilot. “Axis Mundi” è stato interamente scritto dallo showrunner Matt Fraction, fumettista plurivincitore del prestigioso Eisner Awards, e non è assolutamente un caso. Per quanto anche l’episodio odierno si porta dietro la maggior parte dei problemi ormai sintomatici dello show di casa Legendary/Apple, quest’ultimo può essere tranquillamente ritenuto il migliore finora.
Finalmente il giovane Kentaro riceve un po’ di spazio, allo stesso modo suo “nonno” Bill Randa, mentre si può anche sorvolare sulla superficialità con cui Hiroshi sembra affrontare la sua vita. Infatti non tutto è oro ciò che luccica, ma perlomeno la trama orizzontale avanza significativamente portando in scena la famosa Terra Cava, il regno dei Titani. Ad un passo dal finale molti nodi sono stati ormai sciolti, anche se forse si inizia già a intravedere una porta socchiusa per un’eventuale seconda stagione.

I SEGRETI DI LEE SHAW


Il più grande pregio di “Axis Mundi”, a un passo dal finale, è proprio aver svelato (quasi) definitivamente tutti i segreti che si portava dietro il Colonnello Lee Shaw, magnete di riferimento per il pubblico in scena, sia che lo interpreti Russell senior o Russell junior. Gli avvenimenti di “Birthright“, che hanno visto alcuni personaggi “cadere” all’interno della Terra Cava, rappresentano l’espediente perfetto per narrare l’ultimo atto della timeline degli anni ’50, ora ‘6o, prima di far convergere tutto nel presente.
Dopo la scomparsa di Keiko il piccolo Hiro è in affidamento al padre adottivo Bill e allo zio Lee, praticamente le due figure che tramanderanno al piccolo la passione per la caccia ai Titani. Tuttavia anche Shaw incappa in un incidente di percorso, e nel 1962, nel pieno della corsa allo spazio proclamata dal presidente Kennedy, si disperde accidentalmente nella Terra Cava. Il famoso mondo sottosopra, posto al centro della Terra, in cui vivono i Titani e mostrato nella sua interezza in Godzilla vs. Kong, che è anche il motivo per cui Shaw dimostra praticamente vent’anni in meno rispetto alla sua età anagrafica. Adesso c’è da scoprire quanto tempo passerà in superficie prima che il Colonnello risalga per la seconda volta, magari avvicinando anche la timeline a qualche altro progetto del MonsterVerse.

INSPIEGABILMENTE HIROSHI


Bisogna adesso analizzare anche il punto debole di quello che forse è il miglior episodio uscito finora, che è anche comunque uno dei problemi che Monarch: Legacy Of Monsters si porta dietro sin dalla prima puntata. Hiroshi Randa, padre di Cate e Kentaro, una di San Francisco e uno di Tokyo. Creduto morto, si scopre ancora vivo e alla ricerca di Titani in “Terrifying Miraclesper poi svanire nel dimenticatoio della trama generale. Ora, a un passo dalla fine, ci si ricorda di lui perché torna in un suo ufficio segreto, come nulla fosse successo, mantenendo il distacco da ognuna delle sue due famiglie.
La vera domanda è: perché. Perché Hiroshi si è fatto due famiglie distinte, una a Tokyo e una a San Francisco (e come ha fatto)? Perché è sparito? Perché ora che i figli l’hanno ritrovato non si è degnato di rintracciarli? Hiroshi Randa è veramente un pessimo uomo come sembra? Attualmente la risposta non può che essere sì. Un bambino che ha sicuramente subito dei trami, che ha perso il padre, la madre, lo zio e infine anche il padre adottivo. Ma questo non può assolutamente giustificare tutte le scelte scellerate che sono state fatte compiere al suo personaggio, e difficilmente una qualche spiegazione (che deve ancora arrivare in merito) ci riuscirà nel futuro.

L’UNIONE DELLE TIMELINE


Un percorso lungo, e non sempre liscio come l’olio, che però può essere apprezzato per lo scopo ultimo di aver riunito, con la scena finale di quest’episodio, le due linee narrative della serie.
La Terra Cava era il punto cruciale che ha reso possibile l’avvicinamento temporale di personaggi nati a oltre settant’anni di distanza, ma nella lore del MonsterVerse si tratta comunque di una trovata originale e interessante. Dispiace un po’ per la rivelazione finale su Keiko, classico deus ex machina utile a salvare Cate dalle grinfie di un Titano, forse un po’ troppo telefonato per un qualsiasi spettatore sufficientemente smaliziato. Tuttavia risulta un plot twist interessante e funzionale alla trama, per lo meno destando un ritrovato interesse verso il gran finale di stagione.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • La luce positiva gettata sul personaggio di Lee Shaw
  • I segreti svelati sul suo lento invecchiamento
  • La Terra Cava
  • Un po’ di spazio per il povero Kentaro
  • May fortunatamente ridotta al minimo essenziale
  • Le due timeline convergono
  • La rivelazione finale su Keiko…
  • Tutto ciò che ha fatto nella sua vita Hiroshi non ha un minimo di senso
  • … anche se un po’ telefonata

 

Una ventata di aria fresca per Monarch: Legacy Of Monsters, che prosegue nell’inversione di tendenza tracciata dal precedente episodio, sperando che un dignitoso rush finale possa salvare una lenta e noiosa parte centrale della stagione.

Quanto ti è piaciuta la puntata?

Nessun voto per ora

Giovane musicista e cineasta famoso tra le pareti di casa sua. Si sta addestrando nell'uso della Forza, ma in realtà gli basterebbe spostare un vaso come Massimo Troisi. Se volete farlo contento regalategli dei Lego, se volete farlo arrabbiare toccategli Sergio Leone. Inizia a recensire per dare sfogo alla sua valvola di critico, anche se nessuno glielo aveva chiesto.

Rispondi

Precedente

Slow Horses Rinnovato Per Una 5° Stagione

Prossima

La Chimera

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.