);

Supernatural 15×14 – Last HolidayTEMPO DI LETTURA 3 min

/

Al ritorno dopo oltre sei mesi di stop forzato a causa dell’ormai noto coronavirus, Supernatural offre una puntata in realtà già girata e pronta prima del lockdown (lo stesso discorso è valido anche per i successivi due episodi) ma che per motivi economici e di programmazione non è andata in onda ad Aprile dopo “Destiny’s Child“. Mark Pedowitz, CEO di The CW, ha molto a cuore le serie storiche del network ed è per questo che ha cercato sin dal principio di preservare il finale della serie più longeva del canale, vuoi posticipando la messa in onda degli episodio, vuoi concedendo a Supernatural più tempo per dare una degna chiusura. Una scelta onorevole, meritata ma, di questi tempi, soprattutto molto controcorrente (coff coff Netflix coff coff) in un periodo storico pieno di incertezze che gonfiano i budget relativi alle produzioni.
“Last Holiday” non è un episodio speciale nel vero senso della parola perchè non ritorna nè con una puntata che porta avanti la trama orizzontale, nè coinvolge tutti i character (Castiel è infatti assente). Eppure, nel suo piccolo, è una puntata che difficilmente si dimenticherà anche perchè crea e poi elimina in solo 40 minuti un personaggio veramente delizioso che avrebbe potuto regalare diverse soddisfazioni se inserito qualche stagione fa.
Mrs. Butters, interpretata dalla misconosciuta ma prezzemolina Meagan Fey, è un character molto stereotipato ma non per questo motivo meno adorabile visto che riesce a bucare lo schermo in pochissimo tempo, un po’ come da tradizione per tutti i character secondari di Supernatural. La nuova governante del bunker dei Men Of Letters rimasti è una driade, un mostro non particolarmente noto e nemmeno utilizzato sinora nella serie, che però si è trasformata nei decenni in una custode, nonchè protettrice. Chiaramente la cosa che piace di più fin da subito è l’accostamento strano ma molto da “tata” di Mrs. Butters con Sam e Dean, specialmente per il modo di trattare quest’ultimo che, ovviamente, è il personaggio che può far più risaltare quello della matrona. Il tutto ovviamente senza dimenticare il confronto/scontro con Jack, abbastanza naturale vista la natura “diabolica” di quest’ultimo e la conformazione mentale di Mrs. Butters, che offre anche il classico momento di riflessione per permettere a Dean di esternare i suoi sentimenti.
Bisogna ammettere che la trama non è nemmeno un granchè, abbastanza prevedibile da un lato, senza scossoni di alcun tipo, ma allo stesso tempo estremamente godibile per una quarantina di minuti senza troppi pensieri che hanno come unico scopo quello di riportare “in vita” Supernatural. D’altronde, a questo punto della stagione, sarebbe però sbagliato l’approccio ricco di aspettative nei confronti di una puntata filler che, ovviamente, non può riservare molte sorprese. Ed è esattamente per questo motivo che “Last Holiday” funziona perchè compie perfettamente il suo dovere e funge da divertissement settimanale senza troppe pretese. D’altronde se un filler lascia con la voglia di guardare un’altra puntata con la stessa guest star allora bisogna ammettere che ha funzionato più che egregiamente.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Mrs. Butters ed il suo modo di interagire con Dean
  • Il pigiama da notte di Dean
  • Il Google Maps dei mostri
  • Puntata che scorre molto velocemente nonostante l’assenza di una trama forte
  • La trama orizzontale non si muove
  • Assenza di Castiel

 

Magari si potrà pensare che un episodio così, molto a sè stante, non si merita per definizione un voto alto visto che non apporta granchè alla storia: corretto fino ad un certo punto. “Last Holiday” è una puntata molto discorsiva ma ha chiaramente un’anima che si fa notare fin da subito e alla fine colpisce al cuore. Come si fa quindi a non “ringraziare”?

Fondatore di Recenserie sin dalla sua fondazione, si dice che la sua età sia compresa tra i 29 ed i 39 anni. È una figura losca che va in giro con la maschera dei Bloody Beetroots, non crede nella democrazia, odia Instagram, non tollera le virgole fuori posto e adora il prosciutto crudo ed il grana. Spesso vomita quando è ubriaco.

Rispondi

Precedente

The Good Lord Bird 1×02 – A Wicked Plot

Prossima

To The Lake 1×01 – Episode 1

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: