);

The Lincoln Lawyer 1×01 – He Rides AgainTEMPO DI LETTURA 4 min

/

The Lincoln Lawyer 1x01 recensioneQuesta volta Netflix mette da parte la sua passione per i teen drama e si dedica ad un genere totalmente diverso e che, qualche decennio fa, ha fatto la fortuna delle reti generaliste: il procedural.
The Lincoln Lawyer, che nel catalogo italiano di Netflix si presenta con il titolo Avvocato Di Difesa, è un legal drama che ricalca in pieno i passati successi del genere, rimandando ad essi non solo nella sostanza, ma anche nella forma. Casi verticali che occupano l’attenzione di un episodio si sovrappongono così a storyline orizzontali che terranno occupati i protagonisti per tutto l’arco di questa stagione.

ADATTAMENTO E PRODUZIONE


The Lincoln Lawyer è in realtà frutto dell’adattamento del romanzo del 2008 di Michael Connelly, The Brass Verdict. Nell’opera riappare uno dei personaggi di punta dello scrittore, l’avvocato Mickey Haller, già presentato nel precedente romanzo del 2005 intitolato proprio The Lincoln Lawyer. Un personaggio in realtà già apparso sullo schermo di un precedente adattamento, avvenuto nell’omonimo film del 2011 con protagonista Matthew McConaughey.
Ma la storia della riproposizione in chiave televisiva di questa serie ha radici un po’ più profonde che partono sin dal 2018, quando un primo script era stato proposto alla rete Epix. Dopo la prima bocciatura, l’idea era passata in mano alla CBS, convinta del progetto finché nel maggio 2020 le difficoltà di produzione dovute al Covid-19 non ne hanno ufficialmente annullato lo sviluppo. Dopo una serie di problematiche, che comprendono anche una causa legale da parte della casa di produzione A+E Studios contro ViacomCBS per l’annullamento del progetto, subentra Netflix che nel gennaio 2021 ordina ufficialmente 10 episodi di The Lincoln Lawyer.
Ma tutte queste difficoltà di produzione pongono in secondo piano un elemento invece primario della serie, ossia il nome del suo ideatore, David E. Kelley. Creatore prolifico e sempre presente nel panorama televisivo, recentemente David E. Kelley ha proposto drama del calibro di Big Little Lies, The Undoing, Nine Perfect Strangers e Anatomy Of A Scandal. Tuttavia, il suo esordio ha radici profonde nel genere legal drama. A parte i prodotti più recenti, infatti, nel passato di Kelley spiccano show come The Practice e soprattutto Ally McBeal. Due esempi facili da prendere in considerazione in quanto legal drama presentati al pubblico sul finire degli anni ’90 che rispettano in pieno tutte le caratteristiche dell’epoca. Ed è qui che si collega The Lincoln Lawyer, che ne assume in pieno i connotati.

UN PROCEDURAL VECCHIO STAMPO


Tenendo naturalmente in considerazione la base del romanzo, The Lincoln Lawyer versione serie tv si presenta a pieno titolo come un procedural tipico degli anni ’90. Questa somiglianza non si ritrova solo nella struttura, bensì anche nelle ambientazioni e nella fotografia che rimanda ad un’aurea tipica di quegli anni.
Ma tra le caratteristiche tipiche del genere spicca soprattutto la divisione tra casi verticali, risolvibili nell’arco dell’episodio, e casi orizzontali che impegneranno il protagonista per tutta la stagione. Un approccio che serve a dare due diverse visioni della serie stessa. Con i casi verticali si ha infatti un primo sguardo su Mickey Haller e le sue capacità di avvocato, mentre la trama orizzontale serve a creare quella curiosità utile a continuare la visione. Una caratteristica tipica del genere che in The Lincoln Lawyer funziona a metà.
La rappresentazione di Mickey Haller ricalca in pieno gli stereotipi a cui questa figura appartiene: il migliore avvocato in città, veloce e risolutivo, che gestisce casi dal retro della sua Lincoln. Per fare un esempio recente, un tipico Harvey Specter. Una raffigurazione che non stona con la storia che si vuole raccontare e funziona anche bene, se non fosse per l’eccessiva presenza di cliché che caratterizzano non solo azioni e situazioni, ma anche la maggior parte dei dialoghi, provocando una costante mancanza di “freschezza” in ciò che si guarda.
Forse la parte più interessante risiede nella trama orizzontale, con la presenza di un tipico mistero da risolvere sia a livello legale che personale per Haller. Tuttavia, la sensazione di costante déjà-vu ne frena il pieno coinvolgimento.

LA SCELTA DEL CAST


Un prodotto standard quindi, che però si esalta con la scelta di un buon cast. Nei panni del protagonista c’è l’attore Manuel Garcia-Rulfo, che si circonda di altri nomi noti. A partire dalla due ex mogli di Mickey Haller, interpretate da Neve Campbell e Becki Newton, per continuare con Angus Sampson (Nightflyers) e Christopher Gorham (che qui ritrova Becki Newton con cui aveva già lavorato sul set di Ugly Betty).
Un cast abbastanza variegato che nel corso del pilot sembra funzionare adeguatamente, con un buon bilanciamento di serietà e humor. Un discreto mix che, tuttavia, non riesce a compensare la mancanza di originalità.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Nonostante tutto, i procedural non passano mai di moda
  • I personaggi come Mickey Haller hanno sempre il loro fascino
  • Cast ben variegato
  • Mancanza di verve narrativa
  • Episodio (ma anche serie) già scritto dai precedenti simili
  • Luoghi comuni e cliché a go go: dai dialoghi alle situazioni, fino ai personaggi

 

The Lincoln Lawyer non è una brutta serie, ma l’abbondanza di luoghi comuni e la mancanza di originalità ne frena sicuramente l’approvazione. Una visione senza impegno per gli amanti dei legal drama ma poco altro.

Ormai sulla trentina, laureata in Comunicazione, tra le sue passioni spiccano telefilm e libri. Ha un carattere allegro e socievole, ma nei momenti opportuni sa trasformarsi; questa sua versione di dottor Jekyll e mister Hyde tuttavia, non le impedisce di avere un'estrema sensibilità che la porta quasi sempre a tifare per lo sfigato di turno tra i personaggi cui si appassiona: per dirla alla Tyrion Lannister, ha un debole per “cripples, bastards and broken things”.

Rispondi

Precedente

Fear The Walking Dead 7×14 – Divine Providence

Prossima

Devils 2×08 – Episode 8

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: