);

The Witcher 1×05 – Bottled AppetitesTEMPO DI LETTURA 4 min

/

Come anche la sempre santa Wikipedia denota sotto ciascuna puntata, “Bottled Appetites” non è una puntata creata dal nulla grazie all’immaginazione di qualche autore. La showrunner Lauren Schmidt Hissrich ha sicuramente fatto i compiti a casa prima di approcciarsi all’adattamento di The Witcher per Netflix e, come tutti i bravi sceneggiatori, ha delineato sin da subito una strategia per la trasposizione. Trasposizione che si è tradotta in una riproposizione (con qualche “aggiustamento” qua e la) di ciascuna storia presente nel secondo (ma cronologicamente primo) libro di storie brevi scritto da Andrzej Sapkowski. Nello specifico, questo quinto episodio prende ampiamente spunto da “The Last Wish” che è anche il titolo dell’omonimo libro.

Toss a coin to your witcher oh, Valley of penis…

La serie ha appena superato la prima metà di stagione e corre a grandi falcate verso il season finale e lo fa, finalmente, mettendo a confronto due (Geralt di Rivia e Yennefer di Vengerberg) dei tre personaggi principali. Scelta un po’ a sorpresa ma sicuramente gradita anche solo per dare un po’ di pace dei sensi (e degli occhi) agli spettatori ancora confusi circa la vera trama orizzontale della serie.
Se The Witcher è stato scritto in modo tale da rendere più facile la comprensione ai fan, chi scrive, sfortunatamente, fa parte di quello stuolo di spettatori che si sono approcciati alla serie di Lauren Schmidt Hissrich senza aver mai letto i libri di Sapkowski, nè aver giocato alle tre release della CD Project Red del 2007, 2011 e 2015. Questa ignoranza ha ovviamente condizionato la capacità di discernimento di quanto si stava vedendo, vuoi per la mancanza di punti di riferimento, vuoi per i nomi sempre molto folkloristici (che richiedono molto tempo per essere catalogati/ricordati), vuoi per l’apparente mancanza di una trama orizzontale ed i continui diversi livelli temporali della narrazione. Apparente perchè, in maniera velata ma sempre più ricorrente, la Schmidt Hissrich sta continuando a disseminare informazioni qua e la che sono diventate specialmente rilevanti nella scorsa “Of Banquets, Bastards And Burials”.

Ciri:Dara, this is Mousesack. He’s known me since I was born. He’s like…
Dara: Like family.”
Ciri:What happened to you? Where did you go on that street?
Doppler-Mousesack:What matters is I’ve found my way back to you. I’ve come to take you to your rightful place.
Eithne: Ciri has chosen to stay with us.
Doppler-Mousesack:It was her grandmother’s dying wish that she should go to Geralt of Rivia. I know where to find him.
Random Girl:She’s been promised to him through the Law of Surprise.

È ormai ampiamente appurato che The Witcher adotti una solida trama verticale come base di ogni episodio e poi centellini le informazioni di quella orizzontale, il tutto suggellato da diversi salti temporali nelle trame. Ciri si trova quindi nel “presente“, Geralt in un non precisato “passato/presente” (almeno in questa puntata) insieme a Yennefer ma è abbastanza chiaro che i loro destini si intrecceranno molto presto ed al centro, in un modo o nell’altro, c’è sempre Geralt e le donne che si susseguono al suo cospetto, vuoi perchè promesse spose grazie alla Law Of Surprise (Ciri), vuoi perchè c’è una certa pulsione sessuale (Yennefer).
L’episodio aggiunge poi un altro elemento d’interesse che creerà sicuramente un altro po’ di confusione, ovvero il nuovo Mousesack, già rinominato su Wikipedia come Doppler-Mousesack. Non è ancora chiaro il suo intento ma si attende con ansia un suo incontro con Geralt, suo “old friend“. Potrà sicuramente però aiutare a mantenere viva la narrazione, così come dimostrato da questo ottimo e divertente “Bottled Appetites”.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Toss a coin to your witcher oh, Valley of penis…
  • Finalmente si vede l’incontro tra Geralt e Yennefer
  • Si aggiunge un nuovo livello di difficoltà alla già intricata trama: il Doppler-Mousesack
  • Jaskier continua a confermarsi un ottimo personaggio secondario da affiancare a Geralt
  • La scena dell’orgia, immancabile
  • La trama orizzontale comincia a diventare più chiara…
  • C’è ancora confusione nella trama, specie se non si è a conoscenza della mitologia della serie

 

Ad ora, “Bottled Appetites” si può fregiare del titolo di miglior episodio della stagione sia grazie ad una maggiore chiarezza nella trama, sia per merito dell’incontro tra Geralt e Yennefer che dà qualcosa in più alla trama. Se solo la trama orizzontale fosse stata più chiara sin dall’inizio ci saremmo tutti risparmiati un paio di bestemmie…

 

Of Banquets, Bastards And Burials 1×04 ND milioni – ND rating
Bottled Appetites 1×05 ND milioni – ND rating

Martin Moody

Appassionato di fumetti, film e telefilm, ha un'età compresa tra i 25 ed i 35 anni ed è noto ai più per essere il fondatore del "Progetto Recenserie". E' un burbero dal cuore d'oro che gira per l'etere con una maschera di Venom continuando a ripetere che i Bloody Beetroots lo hanno copiato ma nessuno gli crede. Nel sottobosco del web si dice che abbia una laurea in statistica, una in economia ed una smodata passione per la scrittura tanto che pensa di poter scrivere un libro per vendere i diritti ad Hollywood per un film. Sognatore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous

The Witcher 1x04 - Of Banquets, Bastards and Burials

Next

The Witcher 1x06 - Rare Species

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: