Twin Peaks 1×05 – The One-Armed Man – L’Uomo Con Un Solo BraccioTEMPO DI LETTURA 3 min

in Recensioni by

6 Febbraio 1991

Nel corso di un’indagine così intricata la via più breve tra due punti non è necessariamente una linea retta.

Frost e Lynch mettono queste parole in bocca all’agente Cooper, parole che diventano un monito per lo stesso spettatore affinché questi non si aspetti che l’indagine sulla morte di Laura Palmer si dispieghi in modo lineare e naturale. D’altro canto, lo spettatore che abbia seguito Twin Peaks fino alla quinta puntata ha già chiaro in mente che può aspettarsi di tutto e che a Twin Peaks nulla è come sembra. Anche i personaggi più impensabili che sembravano mere vittime degli eventi nascondono lati oscuri, come la signora Palmer che ha strane visioni che incredibilmente coincidono con quelle dell’agente Cooper: anche lei, che sembrava far parte della storia solo come manifesto del dolore della madre di una vittima, si rende protagonista di una parte importante delle indagini con un fattore di mistero (e come rivela Dana, era una peculiarità sua e della figlia avere strane visioni, quindi non una stranezza episodica dettata dal trauma della tragedia). Soprattutto, però, dimostra quanto precedentemente espresso dal gruppo dei Bookhouse Boys e cioè che la cittadina di Twin Peaks non è una semplice e tranquilla cittadina di provincia, non solo perché luogo di loschi traffici di droga e sesso, ma perché qualcosa di più oscuro e inspiegabile alberga tra quei monti, quelle case, quelle persone.
Cooper e la squadra dello sceriffo sono ormai consapevoli del fatto che Leo Johnson e Jacques Renault siano in combutta per i loro traffici criminali ma quando capiranno che anche Hank, il signor Horne, e persino Josie Packard sono legati da un comune filo di segreti, macchinazioni e collegamenti misteriosi? Quando sbroglieranno la matassa per capire dove passa questo filo, questa via che unisce tra loro più punti e che è ben lontana dall’essere una linea retta?
L’omicidio di Laura è probabilmente solo il risultato finale di questo cocktail di strane figure e presenze.
Laura aveva molti segreti“. Dice il Dottor Jacoby.
Nel frattempo che le indagini proseguono scopriamo che la bionda ragazzina amata da tutti, dal cui omicidio partono le vicende di Twin Peaks, aveva una o più vite nascoste agli occhi dei suoi cari e che confidava allo strano personaggio del Dottor Jacoby il cui colloquio con Cooper fa pensare però che dietro l’omicidio non ci sia solo un banale movente sessuale o di droga. 
I problemi della società contemporanea sono tutti di natura sessuale“. Certo si può affermare con certezza che con i personaggi di Twin Peaks, le loro perversioni e le loro stranezze Freud avrebbe avuto di che studiare per altri decenni.
Frost e Lynch in questo show sopra le righe, ambiguo, disturbante e a tratti delirante, si dimostrano incredibilmente innovativi creando uno show che unisce una recitazione e una scrittura dei dialoghi spesso lente e rilassate a un ritmo di successione delle vicende più intrepido e incalzante. Ad ogni passo mosso verso la verità si aprono scenari nuovi di misteri e intrighi che la allontanano di più.
Non si era mai visto nulla del genere in televisione, siamo forse entrati in una nuova era del racconto e della serialità televisiva?
LATI POSITIVI:
  • Intrighi che si sciolgono lasciando spazio a nuovi intrighi
  • “Non c’è logica nel suo comportamento, devi rassegnarti. Nel grande disegno le donne sono state dipinte con pennelli diversi”.
  • I piccoli dettagli: nella soap opera che tutti gli abitanti di Twin Peaks sembrano guardare (“Invito all’amore”) in una scena si parla di due sorelle così uguali tra loro che il marito di una delle due non riesce a distinguerle…riferimento a Laura e a sua cugina Maddy?
LATI NEGATIVI:
  • Il confine tra recitazione drammatica e cattiva recitazione è troppo spesso labile

Twin Peaks è un luogo carico di misteri e segreti e l’omicidio di Laura è forse solo la punta di questo iceberg. La sua morte ha aperto un vaso di Pandora attraverso cui lo spettatore è traghettato dalla scrittura delle menti visionarie di Frost e Lynch. Se questo è solo l’inizio non ci resta che continuare a vedere cosa hanno in serbo per noi.

VOTO 4/5 

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Recensioni

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: