House Of Cards 5×03 – Chapter 55TEMPO DI LETTURA 4 min

in House Of Cards/Recensioni by

House Of Cards è ancora solo all’inizio della sua quinta stagione e questa puntata conferma che i giochi sono appena iniziati nonostante si arrivi alla fine della campagna elettorale. Nei primi due episodi di quest’annata, invece, la campagna sembrava non dover avere una conclusione a breve e questo preoccupava lo spettatore per la lentezza del ritmo con cui le vicende sarebbero andate avanti, ma per fortuna questo pericolo è stato scampato. La campagna elettorale è alle battute finali e le differenze tra i due candidati si fanno sempre più evidenti, soprattutto in relazione alla percezioni che di loro hanno gli elettori e i cittadini in generale. Nonostante tutte le strategie e i sotterfugi messi in atto da Leanne, Doug e dagli Underwood stessi per vincere le elezioni, gli americani vedono Frank come l’uomo che incarna un modo di fare politica vecchio, un modo che non crea veramente un rapporto diretto con chi è chiamato a votare. Invece Conway rappresenta, pur essendo repubblicano, la faccia della novità, del rinnovo, della politica che parte dall’impegno in prima persona (nel suo caso in guerra) e non una politica solo come carriera. Conway sceglie di sfruttare al massimo questa sua immagine e conclude la campagna elettorale con una diretta streaming di 24 ore durante la quale chiunque può collegarsi e fargli una domanda. Questa strategia, nonostante i tentativi dell’opposizione di sabotare la diretta con interventi scomodi per il candidato, ha successo e infatti Conway rimane il favorito alla presidenza all’alba dell Election Day. In un ultimo disperato tentativo di riacquistare terreno, alla fine della diretta, Frank chiama il rivale e, con un abile giro di parole, ricorda a lui e agli elettori quanto sia indispensabile.


Do they know what we have done to get this far?


In cinque stagioni della serie, si è assistito a una sempre crescente aumento del potere di Underwood e degli incarichi da ricoprire. Tutto questo grazie alla riuscita di numerosi piani e strategie spesso oltre la legalità e l’etica personale. È proprio pensando a tutto questo che l’attuale declino, a causa sua ma anche di scelte sbagliate da parte di Doug, Leanne, ecc…, che spiazza e ciò che spiazza di più è aver creduto l’avversario come non alla sua altezza, ed è questo che sta costando caro a Frank e Claire e a tutti i loro collaboratori.
Il Frank Underwood di questa stagione (e in parte della scorsa) è un Frank sempre chiaro e convinto nella determinazione e negli obiettivi ma, allo stesso tempo, più insicuro e più provato dalle battaglie e dagli imprevisti (come dimostra la mancanza di voce durante gli ultimi discorsi elettorali) e con bisogno dell’appoggio e delle capacità di Claire, ora più che mai (come dimostra la scena del dialogo tra i due in camera da letto). Ovviamente Kevin Spacey, da maestro della recitazione qual è, riesce perfettamente a far cogliere le incertezze nei piccoli gesti di Underwood e a renderli nella sua performance.
Come accennato in precedenza, Doug, insistendo troppo sulla presenza della Guardia Nazionale nei seggi, commette un grave errore che potrebbe costare al suo leader la vittoria. E quello che si vede è un Doug furioso e triste che cade quasi nella tentazione di riprendere a bere. Non è esattamente una novità vederlo in profonda crisi col proprio ruolo e con le sue debolezze, quindi i passaggi che lo riguardano non risultano particolarmente coinvolgenti.
Non particolarmente interessante è anche la storyline che riguarda Seth e i tentativi per corromperlo e fargli dare informazioni su Frank.
Torna invece ad essere protagonista in “Chapter 55” la relazione, il profondo e lungo legame, che Frank e Claire hanno costruito insieme. Per fuggire dalle prime brutte notizie che arrivano dai seggi durante l’Election Day, i due si rifugiano a guardare e a reinterpretare il film “La Fiamma Del Peccato”, una loro tradizione risalente ai primi tempi in cui stavano insieme. Questo momento di connessione, di rinsaldamento del loro rapporto e degli obiettivi in comune che li uniscono e che fanno della loro relazione il caposaldo della serie, è apprezzabilissimo e ben riuscito. Dopo questo momenti i coniugi Underwood, visti gli incerti risultati, sono pronti più che mai a lottare e a continuare sulla loro strada per ottenere ciò che vogliono, e nessuno è al sicuro.

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • La relazione tra Frank e Claire
  • La conclusione della campagna elettorale
  • Doug
  • Seth
Questo terzo episodio fa capire come si sia appena agli inizi e che da questa stagione ci si possa aspettare di tutto, confermando tutte le qualità e i punti di forza della serie, dalla regia e scrittura alle interpretazioni che non fanno una sbavatura.
Chapter 54 5×02 ND milioni – ND rating
Chapter 55 5×03 ND milioni – ND rating

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from House Of Cards

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: