Into The Dark 1×01 – The BodyTEMPO DI LETTURA 4 min

in Into The Dark/Recensioni by
Into The Dark, la nuova serie horror della Blumhouse Television, ha debuttato su Hulu il 5 ottobre con il primo episodio, intitolato “The Body”, diretto da Paul Davis, grande appassionato di horror, e scritto dallo stesso Davis a quattro mani con Paul Fischer. La serie antologica ha il pregio di poter contare su un totale di dodici puntate, che usciranno con cadenza mensile, ognuna delle quali sarà ambientata durante una festività del mese di uscita. La prima puntata, dunque, non poteva non essere dedicata alla festa horror per eccellenza: Halloween, una delle notti più misteriose dell’anno.
Tom Bateman (Da Vinci’s Demons) interpreta Wilkes, un cinico sicario che, dopo aver portato a termine uno dei suoi sporchi lavori, viene, suo malgrado, stalkerato da alcuni ragazzi per via di quello che credono essere un travestimento fatto apposta per Halloween (con tanto di morto avvolto in un telo di plastica) e invitato a una festa di un loro amico. Wilkes ha solo quattro ore di tempo per liberarsi del corpo e riscuotere il pagamento e, quindi, dopo qualche minuto di superficiale curiosità, cerca in tutti i modi di liberarsi dei ragazzi e svignarsela. Le cose si complicano quando viene scoperto e i protagonisti capiscono che si trovano di fronte a un vero e proprio serial killer.
Quella che all’inizio poteva sembrare una storia leggera tra battute goliardiche e personaggi stereotipati (l’amico ricco che organizza un super mega festone, il tipo nerd che muore subito, quello sfigato e ancora vergine, e la classica biondina gnocca), si trasforma in un vero e proprio slasher movie, in cui Wilkes cerca di riprendere possesso del corpo facendo fuori, uno ad uno, tutti quelli che lo ostacolano.
La formula di alternare scene e dialoghi tipici dei classici teen movie americani (tipo American Pie) a momenti, invece, caratteristici di film come Halloween o Scream sembra funzionare solo apparentemente, in quanto questo primo episodio non riesce a colpire nel segno come ci si aspettava. La dicotomia tra la freddezza e pacatezza di Wilkes e l’euforia degli altri protagonisti, sia durante la festa, sia successivamente, quando devono cercare di sbarazzarsi del corpo, ha successo solo per metà, complice anche un minutaggio troppo lungo. “The Body”, infatti, ha una durata filmica e, in alcuni punti, arranca tra situazioni già viste e momenti soporiferi che non aggiungono nulla alla trama. Forse attorno a questa serie tv si era sviluppato un hype troppo grande, oppure semplicemente Into The Dark ha voluto partire in sordina, conservando episodi migliori per le prossime uscite. Anche la controparte femminile di Wilkes, interpretata da Rebecca Rittenhouse (Suits, The Handmaid’s Tale) che veste i panni di Maggie, una ragazza timida, ma da subito attratta fisicamente e mentalmente dal nostro sicario, con il quale condivide una visione disincantata del mondo, non convince e la chimica tra i due personaggi non esplode mai del tutto. Sembra, infatti, che i creatori della serie abbiano voluto per forza aggiungere un ingrediente quasi romantico assolutamente non necessario e la conclusione di questa presunta love story era telefonatissima già dalle prime battute.
La componente horror, invece, è tutta un omaggio ai grandi classici del genere, frutto, sicuramente, della grande passione del regista per questa categoria di film, anche se si sarebbe potuto fare di più, da questo punto di vista. E’ estremamente difficile essere innovativi in campo horror ed è per questo che “The Body” non presenta nulla di nuovo, ma cita e strizza l’occhio al passato. Tutto questo, però, non basta per bucare lo schermo e soddisfare l’hype dello spettatore.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Buona l’idea della serie antologica con cadenza mensile
  • Tom Bateman perfetto sicario dal cuore di ghiaccio
  • Mix tra teen movie e slasher movie
  • Sasha Grey come dj
  • Minutaggio troppo lungo
  • Tanto potenziale, ma non del tutto espresso
  • Nulla di nuovo in campo horror
  • Inutilità del personaggio di Maggie

 

Into The Dark ha tutte le carte in regola per diventare un buon prodotto, anche grazie alla sua cadenza mensile e non settimanale. L’idea di partenza c’è, il potenziale pure, così come gli ingredienti tipici del genere horror che attraggono a prescindere. Il problema di questa prima puntata è stato proprio il perdersi in un bicchier d’acqua e presentare un episodio al di sotto delle aspettative. Qualche sbadiglio di troppo hanno fatto abbassare l’asticella e Into The Dark raggiunge a pelo la sufficienza, solo grazie all’interpretazione di Tom Bateman, al risvolto gore di alcune scene e al finale, telefonato ma necessario.

 

The Body 1×01 ND milioni – ND rating

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: