);

American Gods 3×09 – The Lake EffectTEMPO DI LETTURA 3 min

/

American Gods 3x09 RecensioneL’eterno conflitto di questo show si basa su alcuni punti, riassumibili anche da quanto espresso nelle precedenti recensioni. Tutto ciò verrà sciorinato ed analizzato nel corso della recensione, però alcune conclusioni possono essere spiattellate seduta stante.

  • Una certa tipologia di fattura più ricercata del prodotto televisivo risulta vagamente superato e meno efficace rispetto a qualche anno fa (o, per dirla in altre parole, cliccare qui).
  • Ciò che era efficace nel libro non ha per forza una buona risultanza televisiva. Rendendo il tutto più televisivo, non se ne guadagna comunque in omogeneità.

LAKESIDE


Facendo riferimento all’ultimo punto, non si può non citare la macro-trama riguardante Shadow sotto copertura a Lakeside. Per chi non abbia letto il romanzo di Gaiman, è sufficiente sapere che un’intera sezione del libro è interamente dedicata a questa parentesi di vita del protagonista, con giallo annesso. Una storia nella storia che poi andrà a confluire con la trama principale solo dopo la risoluzione del giallo. Opinione personale del recensore, ma il cambio di passo, di ritmo e di carattere determinata dalla trasferta forzata di Shadow erano valori aggiunti nello scorrimento del romanzo (anche per il senso di sospensione e di attesa creati).
Ovvio che guardando uno show televisivo, sospensione di trame, allontanamento di personaggi principali (seguendo il libro non si sarebbe dovuto vedere Wednesday quasi mai) e improvviso cambio di ambientazione in una più umana e rurale, avrebbero fatto storcere il naso a chiunque.
La scelta è quindi ricaduta in una minestra di sotto-trame, con Shadow a fare da pendolare.
Risultato: la trama di Lakeside appare come un filler stagionale, totalmente fuori luogo con la trama orizzontale che ne risulta comunque sacrificata.

PLOT TWIST CONCENTRATI


Il fatto che il sindaco di Lakeside fosse l’ennesima divinità conosciuta da Wednesday e che la sparizione dei ragazzi (indizio che si acuisce solo in questo episodio) fosse un sacrificio, può essere catalogato facilmente come finale leggermente sbrigativo che forse poteva essere gestito meglio.
L’efficacia della soluzione (con la macchina sul ghiaccio sempre ben in vista) non è in discussione, ma il tutto poteva essere distribuito meglio nel corso degli episodi. Considerando anche l’ambizione stilistica dello show, ci si poteva anche banalmente soffermare di più su momenti onirici e chiaroveggenti di Shadow una volta caduto nel lago.
La sensazione finale è che Lakeside fosse un momento troppo importante nell’universo di American Gods da cui non si potesse prescindere ma che andasse integrato in maniera “indolore” ai fini della trama principale. Il risultato è che nello stesso episodio Laura uccide Wednesday.

LA GUERRA TRA DEI


In pieno stile American Gods, gran parte di questa decisiva puntata viene ovviamente trascorsa a sentire le elucubrazioni e le inquietudini di Laura Moon e del suo particolare feeling con i leprecauni. La figura di Iwan Rheon aggiunge prestigio nel parco celebrità, ma non tanto nell’evitare di riproporre dinamiche forse già viste con cui si è esplorato abbastanza il personaggio di Laura.
Sicuramente l’impatto scenico dell’uccisione non è in discussione, ma non si può non tornare sul punto di cui sopra: succede tutto in questo episodio, soprattutto quando ci si è lamentati per le precedenti 8 puntate sulla quantità di tempi morti e dilatazioni sceniche utili, talvolta, solo per guadagnare minutaggio.
Indubbiamente l’insieme di colpi di scena sono utili a creare attesa per il season finale, anche tra i lettori dell’opera cartacea. La sensazione è che ci si stia muovendo in direzione del gran finale, magari da dilatare in un’ultima stagione, ascolti permettendo.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Soluzione al giallo di Lakeside
  • Sequenza finale
  • Sicuramente nell’economia del singolo episodio l’insieme di plot twist aiuta
  • In un episodio così decisivo, comunque una buona percentuale di minuti dedicati a Laura
  • L’insieme di plot twist rende più legittime le critiche alle precedenti puntate
  • Purtroppo la parentesi Lakeside funziona bene sul romanzo ma nello show è stata difficile da rendere senza farla passare da puro filler

 

Visto il bilanciamento tra thumbs up e thumbs down, oltre alle critiche mosse all’episodio e alla gestione della trama, potrebbe sembrare eccessivamente positiva la valutazione assegnata. Tuttavia è innegabile che l’insieme degli eventi e un’improvvisa impennata a livello di ritmo giocano a favore di “The Lake Effect” ed è giusto evidenziare la differenza con i precedenti episodi.

Approda in RecenSerie nel tardo 2013 per giustificare la visione di uno spropositato numero di (inutili) serie iniziate a seguire senza criterio. Alla fine il motivo per cui recensisce è solo una sorta di mania del controllo. Continua a chiedersi se quando avrà una famiglia continuerà a occuparsi di questa pratica. Continua a chiedersi se avrà mai una famiglia occupandosi di questa pratica.
Gli piace Doctor Who.

Rispondi

Precedente

Cherry – Innocenza Perduta

Prossima

Una Donna Promettente

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: