);

Falling Skies 4×04 – 4×05 – Evolve Or Die – Mind WarsTEMPO DI LETTURA 5 min

/

Spielberg e Rodat ce l’hanno fatta. Di nuovo. Contro ogni pronostico Falling Skies si guadagna immeritatamente il rinnovo per una quinta ed ultima stagione, condannando l’umanità a sofferenze ben peggiori di quelle procurate dagli Espheni ai nostri cari sopravvissuti. Un rinnovo che arriva, oltre che
inaspettatamente, nel momento meno coinvolgente della stagione. Questo non significa assolutamente che la prima parte sia stata emozionante, ma almeno la parentesi super trash di Ghost era riuscita a strapparci qualche sorriso, facendoci provare un forte senso di tenerezza verso gli sceneggiatori che credevano sul serio nelle assurdità scritte finora.
Queste ultime due puntate servono principalmente a introdurci il padre alieno di Lexi e a farci odiare Anne quasi quanto il suo compagno Tom. In “Evolve or Die” la banalità prende il sopravvento, partendo dal salvataggio del figlio Matt per mano del padre, il tutto dopo aver pestato brutalmente la giovane recluta delle SS, oserei dire meritatamente, passando per la “scoperta” di Weaver riguardo la mutazione di sua figlia, finendo con Hal nuovamente al comando dei ribelli in assenza di suo padre. Seriamente, la smettiamo di assegnare posizioni di comando ai Mason? Ci sono soldati con anni di addestramento alle spalle e lasciamo il gruppo in mano al giocatore di lacrosse più carino del liceo? Tra parentesi Hal, trovati uno sport vero la prossima volta. Naturalmente il discorso vale anche per Anne. Un medico donna che non capisce nemmeno l’importanza di mangiare e bere in un mondo post invasione aliena, accecata a tal punto dal desiderio di ritrovare la figlia da dimenticarsi puntualmente che se picchi o uccidi un alieno i ragazzi con l’impianto soffrono quanto gli Espheni con cui sono collegati. Chi ha votato per mettere lei al comando? E perché tutto il gruppo rischierebbe la propria vita solo per farla ricongiungere con sua figlia mezzosangue chiaramente instabile? Potremmo continuare per ore con queste domande, ma l’unica risposta plausibile è sempre la stessa: perché lei è la donna del divino Mason. La rimpatriata madre-figlia porta quindi a due puntate di dubbi esistenziali sulle reali intenzioni del papà alieno di Lexi, in combutta con gli Espheni (almeno così pare dopo la strana sequenza girata sul Monte Fato) e quindi nuova minaccia per Anne e compagni. Naturalmente Lexi riesce a farsi gabbare stupidamente (buon sangue non mente) liberando l’alieno tenuto prigioniero dalla sua amorevole madre. Il tutto dopo aver cercato di soffocarla in stile Darth Vader. Corrotta dal lato oscuro la giovane Lexi è.

Facciamo inoltre la conoscenza di Sara, incontrata da Pope in una delle sue consuete spedizioni per recuperare scorte e beni di prima necessità. La donna prima droga l’ex galeotto e poi lo libera per sfuggire ad un manipolo di Mech. Ed è proprio su questi ultimi che è doveroso aprire una parentesi. Ai tempi della prima stagione, forse l’unica da non buttare via completamente, i Mech rappresentavano una seria minaccia, tant’è che i membri della II Mass dovettero fondere la corazza di uno di loro per poter creare proiettili in grado di danneggiarli. Da allora, pur non avendo più a disposizione quei proiettili speciali, pare che i Mech non procurino il minimo impensierimento a nessuno dei sopravissuti. Addirittura in “Mind Wars” Hal e compagni riescono ad abbatterne uno grazie ad una fune e al pick up di Pope, in barba a mitragliatrici laser e razzi teleguidati. Chiusa la parentesi Mech, l’introduzione di Sara rappresenta l’unica nota positiva della puntata, più che altro per la forte affinità con Pope e quindi la possibilità di dedicare un po’ più di tempo all’unico personaggio della serie realmente apprezzato.
Il resto dell’episodio è incentrato sul rapimento di Tom da parte di una coppia di fratelli e il successivo salvataggio per mano del figlio Matt e dell’immortale Colonnello Cardio-Weaver. Solita storia sulle debolezze dell’essere umano ed ennesima pomposa lezione di cui non avevamo bisogno. Il tutto condito da un salvataggio in extremis all’ultimo secondo e dalla parabola del giorno su cosa significa essere fratelli.
Infine, a conferma del fatto che gli sceneggiatori non hanno la benché minima idea di cosa stiano facendo, dopo aver fatto venire a Lexi un febbrone da cavallo del tutto inutile (ah no, scusate, così il Dr. Kadar ha potuto fare la sua seconda apparizione in questa quarta stagione) Anne salva la sua cara figliola con un fiore magico curativo. Bene. E mentre Hal e il suo amico Shaq (stendiamo un velo sul siparietto comico creatosi tra i due) consultano il loro navigatore satellitare di ultima generazione, prepariamoci per la prossima emozionante puntata di Falling Skies. Ovviamente scherzavo. Prepariamoci al peggio.

PRO:

  • Il nuovo membro del gruppo Sara e il suo feeling con Pope
  • Il nuovo cattivone che durante la scena tra le fiamme promette di bruciare vivo Tom Mason
  • Lexi che cede al lato oscuro della forza
CONTRO:
  • Anne, più insopportabile del suo compagno Tom
  • Hal al comando
  • L’inutilità dei Mech
  • Il siparietto tra Hal e Shaq
  • Le solite lezioni di vita senza alcuno scopo
  • Il fiore curativo
La notizia del rinnovo arriva come un fulmine a ciel sereno, a dimostrazione del fatto che la tv spazzatura non rappresenta un problema solo qui in Italia. Da noi tira Gabriel Garko, negli Stati Uniti tutto ciò che eleva il loro Stato ad unica soluzione possibile per ogni male, invasioni aliene comprese. In questa quarta stagione appare marcata l’influenza di Spielberg, più improntata al genere bellico che fantascientifico. In alcuni momenti, come ad esempio l’incontro tra Mason e il manipolo di uomini comandati da Cochise, pare di vedere una puntata di Band of Brothers. Naturalmente siamo ben lontani da prodotti di tale qualità. Cosa si celerà dietro la “Door Number Three”, titolo del prossimo episodio? Non ci è dato di saperlo, ma una cosa possiamo escluderla sicuramente, un miglioramento.

 

Exodus 4×03 2.75 milioni – 0.8 rating
Evolve Or Die 4×04 2.78 milioni – 0.8 rating
Mind Wars 4×05 2.79 milioni – 0.8 rating

 

VOTO EMMY


Sponsored by Falling Skies Italia

Ventinovenne oramai da qualche anno, entra in Recenserie perché gli andava. Teledipendente cronico, giornalista freelance e pizzaiolo trapiantato in Scozia, ama definirsi con queste due parole: bello. Non ha ancora accettato il fatto che Scrubs sia finito e allora continua a guardarlo in loop da dieci anni.

1 Comment

  1. Beh… credo ci sia un motivo sul perché questa serie non viene più trasmessa in Italia, no? Forse è troppo anche per noi.

Rispondi

Precedente

Recenews – N°26

Prossima

Extant 1×03 – Wish You Were Here

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: