);

Leonardo 1×07 – Episodio 7TEMPO DI LETTURA 4 min

/

recensione Leonardo 1x07 Ad un passo dal finale di stagione, la serie tv firmata Frank Spotnitz sembra non farsi prendere troppo dall’ansia di chiudere tutte le sue storyline.
Mentre, infatti, le indagini di Stefano Giraldi proseguono con un cliffhanger che, ancora una volta, rimescola tutte le carte in tavola per quanto riguarda la morte di Caterina, la parte flashback si concentra sull’ennesimo “capolavoro di puntata”, cuore pulsante della linea verticale dell’episodio.
In questo caso vediamo la genesi della famosa Battaglia di Anghiari, un arazzo che non vedrà mai la completa realizzazione (la parete su cui era destinato verrà rifatta da zero dal Vasari sessant’anni dopo).
Come sempre, la scelta di questa determinata opera non è casuale ma serve a rappresentare ulteriormente la nuova fase del percorso di formazione del personaggio interpretato da Aidan Turner.

LEONARDO VS MICHELANGELO: EPIC BATTLE


La rivalità fra le due Tartarughe Ninja i due grandi artisti fiorentini rappresenta il motore di tutta la parte flashback dell’episodio. Al di là della fedeltà storica o meno degli eventi narrati (che comunque non c’è), l’episodio mette in risalto le diverse filosofie che animano il lavoro dei due artisti. Anche se molto banalizzate nei dialoghi, è vero infatti che Leonardo aveva un approccio basato sull’ osservazione del reale, mentre Michelangelo si basava sulla riproposizione aggiornata dei canoni dell’arte classicista (tant’è che i suoi successivi imitatori daranno poi vita al Manierismo, una corrente artistica assolutamente anti-realistica).
Questa differenza viene mostrata come una vera e propria rivalità fra i due, creando così un dissing interessante all’interno di questa storyline, degno delle migliori rap battle. Potrebbe sembrare, a prima vista, una cosa infantile. Ma anche questo fa parte dell’umanizzazione dei due personaggi e riesce a creare una certa curiosità nello spettatore.
Peccato che, come nella migliore tradizione delle serie tv buoniste, il tutto finisca a tarallucci e vino, con la ritrovata amicizia fra i due, accomunati dall’essere entrambi “orfani” (ci manca solo che entrambi abbiano una madre che si chiama Martha).
Un finale dunque anti-climatico e abbastanza deludente, più o meno come la mancata realizzazione degli arazzi nel Salone dei Cinquecento.

LEONARDO O “IL DRAMMA DELLA GELOSIA”


D’altra parte, lo show non ha certo lo scopo di mostrare nel dettaglio la realizzazione dei capolavori di Leonardo. Questi fungono solo da specchietto per le allodole per infarcire storie di puro genere soapish. L’inconcludenza della Battaglia di Anghiari è un pretesto per rimarcare i difetti affettivi di Leonardo, sia come figlio che come amante/marito.
Dal punto di vista del rapporto padre-figlio, l’episodio sancisce la definitiva uscita di scena di Ser Piero. Non prima però di avere chiarito, a modo suo, il rapporto conflittuale con il figlio. La scena di dialogo fra i due, nel buio del Salone, è senz’altro l’apice di tale conflitto. E la scena successiva (anche se parecchio telefonata) con la tardiva riconciliazione di Leonardo con il fratellastro, a seguito della morte del padre, funziona molto bene a livello emotivo.
Diversamente, la storyline del “triangolo amoroso” che si crea fra Leonardo, Caterina e Salaì è forse la parte peggiore di tutto l’episodio. Un lungo e fin troppo prolisso “dramma della gelosia” in cui, anche in questo caso, la risoluzione è all’insegna dell’amore famigliare in salsa disneyana.

CLIFFHANGER FINALE


In tutto questo manca ancora un tassello fondamentale (rimandato completamente all’ultimo episodio si spera) ovvero l’indagine sulla morte di Caterina. Da questo punto di vista il finale dell’episodio rilascia un cliffhanger non da poco con Giraldi che scopre (non si sa bene come in realtà) dell’esistenza del figlio di Caterina. Il quale si presenta come “il figlio di Leonardo”.
Presumibilmente questo fantomatico “figlio di Leonardo” (dall’origine incerta) è la chiave di volta per scoprire la verità sulla morte del character femminile. E infatti, in maniera intelligente, tale elemento viene lasciato proprio negli ultimi cinque minuti. In questo modo è praticamente impossibile non andare avanti nella visione per vedere come si conclude questa storia, soprattutto in un momento in cui Leonardo (del presente) è quanto mai vicino al patibolo.
Rimane il fatto che questa indagine è sempre più lasciata a sé stessa ed è finora la parte più debole di tutta la narrazione. Come verrà risolta al momento non si sa. Ma sarà necessario un bel plot twist per giustificare una storia che mostra delle crepe sempre più evidenti al suo interno.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Dissing Leonardo e Michelangelo
  • Ironico il fatto che Michelangelo rimproveri Leonardo di non finire le proprie opere!
  • Invenzione della tecnica dell’encausto.
  • Scene padre-figlio fra Leonardo e Ser Piero
  • Cliffhanger finale
  • Fin troppi elementi soapish
  • Triangolo Leonardo-Caterina-Salaì
  • Scenate di gelosia di Salaì
  • Risoluzione finale “politically correct” della disputa Leonardo-Michelangelo
  • Indagine su Leonardo sempre lasciata in disparte
  • Dov’è spuntato fuori il figlio di Leonardo?

 

Il penultimo episodio di Leonardo si dimostra in linea con i precedenti: una buona storyline verticale ma una pessima gestione di quella orizzontale. E un finale lasciato a metà che, seppur di grande effetto, non convince del tutto.

Laureato presso l'Università di Bologna in "Cinema, televisione e produzioni multimediali". Nella vita scrive e recensisce riguardo ogni cosa che gli capita guidato dalle sue numerose personalità multiple tra cui un innocuo amico immaginario chiamato Tyler Durden!

Rispondi

Precedente

Them 1×02 – Day 3

Prossima

The Year Earth Changed

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: