);

Cobra Kai 3×04 – The Right PathTEMPO DI LETTURA 3 min

/

Cobra Kai 3x04 RecensioneDopo “Now You’Re Gonna Pay”, puntata decisamente preparatoria, Cobra Kai decide rimettere in moto la trama con una puntata ricca di fan service e, soprattutto, sviluppi narrativi. L’attenzione si sposta in Giappone, più precisamente a Okinawa, che grazie al fascino che lo contraddistingue rapisce lo spettatore e domina emotivamente “The Right Path”. L’episodio presenta anche molteplici richiami al primo sequel Karate Kid II – La storia continua… con il piacevole ritorno di Kumiko e, sul finale, Chozen.
Dall’altra parte continua imperterrita la campagna di reclutamento di John Kreese, sempre più determinato a riportare il Cobra Kai sulla via della violenza. Intanto Johnny prova a riappacificarsi con Miguel, tornando a motivarlo come vero Sensei in una sfida contro sé stesso.

RETCON DI KARATE KID II


Dalla maggior parte dei fan della saga di Daniel-san e il maestro Miyagi Karate Kid II è considerato come unico sequel che si assesti sul livello (non eccelso, sia chiaro) del primo film del 1984. Tale episodio rappresenta un vero sequel ideologico per le ambientazioni messe in scena e i fatti narrati.
La Okinawa che conoscevano gli spettatori e Daniel LaRusso non esiste più. La globalizzazione ha fagocitato anche il villaggio rurale che diede i natali al vecchio maestro Miyagi, rimpiazzandolo con un grande centro commerciale. Tuttavia tale cambiamento viene nostalgicamente idealizzato dal personaggio di Ralph Macchio. Dovrà infatti scontrarsi con la realtà che la nostalgia spesso e volentieri distorce le visioni e i ricordi in modo non oggettivo. Infatti, il “ritiro spirituale” di Daniel, sotto mentite spoglie di viaggio di lavoro, non sortirà gli effetti sperati grazie al dove, ma grazie al chi.
La prima vera guest star è Tamlyn Tomita, interprete di Kumiko, vecchio amore adolescenziale di Daniel-san ai tempi del suo ultimo viaggio a Okinawa. Su Kumiko risiede il fulcro dell’episodio, ovvero quello di far rivivere l’essenza dell’antico villaggio di Miyagi durante la visita del suo allievo. Per questo si rivela azzeccata la scelta di far rileggere alla giapponese le antiche lettere di Miyagi destinate alla sua amata Yukie, zia della stessa Kumiko. In particolare l’ultima lettera si rivela un vero e proprio colpo al cuore che sarà probabilmente la miccia per far riprendere al personaggio di Daniel ciò che è appunto “The Right Path”.

JOHN KREESE’S COBRA KAI


Mentre il Miyagi-Do ha trovato in Samantha una nuova (discutibile) Sensei, il Cobra Kai continua la sua dura campagna di addestramento e reclutamento, grazie al veterano John Kreese disposto a tutto pur di dare nuova linfa al suo dojo. Come insegnato in una delle sue bizzarre lezioni il fine giustifica i mezzi, e non importa se significhi giocare sporco o fare qualcosa fuori dalle regole, ciò che è realmente importante è vincere, senza se e senza ma.
A tal proposito sembra annunciata la scelta di reclutare il giovane Robby Keene, sempre più perduto in sé stesso nella sua routine da detenuto. L’involuzione del personaggio di Tanner Buchanan ferisce lo spettatore, testimone della sua redenzione sudata come erede di Daniel-san in quanto primo allievo del nuovo Miyagi-Do. Tuttavia l’intreccio del plot sta inevitabilmente trascinando il figlio di Johnny negli inferi del peggior Cobra Kai, e la visita di Kreese a tal proposito non risulta inattesa.

MYIAGI-DO VS COBRA KAI: RIMANDATI


Volutamente non citata la sequenza della rissa durante la partita di calcio. Forse al pubblico USA la scena filerà via liscia, ma sul pubblico europeo finisce solo per provocare una grassa risata unita a una patetica sospensione dell’incredulità. La sensazione è che la lotta tra Miyagi-Do e Cobra Kai, senza i rispettivi Sensei Daniel e Johnny, zoppichi un po’, cercando di portare il risultato a casa puntata dopo puntata, in attesa di sviluppi migliori. Effettivamente risulta difficile immaginare come il dojo di un veterano della guerra in Vietnam possa temere un gruppo di nerd capitanato da una ragazzina.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • I richiami a Karate Kid II
  • Giappone!
  • Le lettere di Miyagi
  • La parabola discendente di Robby Keene
  • Il piano di John Kreese
  • La “partita” di calcio (?)
  • Samantha ancora non all’altezza

 

Daniel LaRusso torna in Giappone introducendo richiami al secondo film della saga, mentre sullo sfondo il Cobra Kai acquista un altro prezioso allievo.

Giovane musicista e cineasta famoso tra le pareti di casa sua. Si sta addestrando nell'uso della Forza, ma in realtà gli basterebbe spostare un vaso come Massimo Troisi. Se volete farlo contento regalategli dei Lego, se volete farlo arrabbiare toccategli Sergio Leone. Inizia a recensire per dare sfogo alla sua valvola di critico, anche se nessuno glielo aveva chiesto.

Rispondi

Precedente

Equinox 1×01 – Det kommer til at ske igen – It’s Going To Happen Again

Prossima

Cobra Kai 3×05 – Miyagi-Do

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: