Sorellanza 1×01 – Questo Resta Tra Di NoiTEMPO DI LETTURA 4 min

/
()

Sorellanza 1x01 recensioneJusqu’ici Tout Va Bien, Sorellanza in italiano, è la nuova serie approdata su Netflix, un poliziesco francese scritto e diretto Nawell Madani e Simon Jablonka incentrato sulle vicende di una famiglia francese di origini magrebina.
La protagonista dello show è la stessa Nawell Madani, sconosciuta al popolo nostrano ma molto amata in patria come attrice comica. Nei panni di Fara, la Madani è affiancata da Carima Amarouche (Yasmina), Paola Locatelli (Lina), Aida Guechoud (Louiza), Kahina Carina (Souhila), Mayane Sara (Imene) e Paul Hamy nel ruolo di Alban.
Completano il cast Djebril Zonga, Walid Afkir e Vincent Rottiers.

“Un segreto che avrebbe potuto costarci caro.”

TRAMA E STRUTTURA DELL’EPISODIO


Ambientata nella capitale francese, la prima stagione si compone di otto episodi con un taglio di trenta minuti ciascuno narrati in prima persona dalla protagonista. Nell’episodio pilota, Fara, tramite flashback, ricompone la sua movimentata giornata partita non troppo bene e conclusasi anche peggio.
Dopo aver accusato pubblicamente il network per cui lavora di voler instillare a tutti i costi la paura nelle persone tramite la diffusione di fake news, Fara finisce in commissariato, interrogata, insieme alla sue sorelle e nipoti, a causa del fratello Selim.

IL SUCCO DEL DISCORSO


“Qualsiasi cosa diciamo o facciamo, anche se litighiamo, quando uno di noi è nei guai, tutti sono lì per aiutarlo.” 

La trama è un classico del genere: Selim sembra finito in un pessimo giro di spaccio di droga e le sorelle, chiamate dalla polizia, intervengono per coprirlo. Un segreto familiare che costerà a tutti i coinvolti. E nel momento di panico, chi prende le redini della situazione è proprio Fara, che decide arbitrariamente di bruciare l’auto guidata da Selim, certa che la polizia lascerà in pace il fratello.

“Devo convivere con il fatto che, se siamo in questa situazione, è per colpa mia.”

A parte la banalità della trama e dei suoi risvolti, ciò che lascia perplessi è proprio la facilità con cui Fara e le sorelle decidono di bruciare un’auto. La tranquillità e la certezza che ciò non avrà delle conseguenze su nessuno di loro è poco attinente alla realtà. Le quattro donne non hanno un minimo di dubbio su quello che stanno per fare e non sembrano nemmeno interrogarsi sui fatti accaduti.
Il tutto accade con troppa faciloneria ed è palese che la via intrapresa da Fara, Yasmina, Souhila e Lina sia solo un pretesto per azionare il plot della serie. Da adesso le sorelle condividono un segreto e le conseguenze saranno scontatamente irreversibili: la convinzione che fosse la scelta migliore lascia qualche dubbio circa la furbizia (e la scrittura) dei personaggi principali.
A una trama banale con azioni senza nesso logico si aggiungono dialoghi scontati e un’interazione tra personaggi ridotta al minimo. Per fare un esempio, le tre sorelle non dialogano tra di loro se non per una serie di ovvietà legate alla benzina. Decisamente deludente e sceneggiatura imbarazzante.

NELL’UNIVERSO DELLE SERIE CRIME…


Sorellanza è un prodotto trascurabile. Il panorama seriale è così pieno di polizieschi fatti bene che la competizione è difficile da reggere. La serie, in particolare, non sembra offrire alcuna novità rispetto al catalogo Netflix, ma semplicemente si colloca in quella categoria di serie televisive da guardare senza troppa attenzione, utili principalmente a dare profondità al numero di telefilm in catalogo. La trama non richiede una concentrazione particolare, né mantiene un alto livello di hype, cosicché la visione risulta abbastanza noiosa se nel mentre non si sta facendo altro.
Senza voler demolire per forza la serie di Madani e Jablonka, si può tranquillamente affermare che si è in presenza di una serie da sottofondo. Premere play e lasciar scorrere le puntate senza avere troppe pretese dalla sceneggiatura e dalla produzione. Non è nemmeno un aspetto poi così negativo.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Minutaggio contenuto, trenta minuti a episodio
  • La redazione giornalistica e le fake news
  • Il cast sembra tutto molto valido. Spicca Nawell Madani
  • Serie che non richiede attenzione particolare, da utilizzare come sottofondo. E potrebbe non essere del tutto un aspetto negativo.
  • Trama poco avvincente
  • Dialoghi banali
  • Soliti cliché della polizia, del boss della droga e della famiglia che si trova inevitabilmente coinvolta…
  • La facilità con cui Fara decide di diventare complice del fratello bruciando un’auto
  • Nel panorama delle serie crime, Sorellanza non offre nulla di nuovo
  • Serie che non richiede attenzione particolare, da utilizzare come sottofondo.

 

Nell’immenso panorama delle serie tv crime, Sorellanza sembra essere un prodotto tranquillamente trascurabile.

Quanto ti è piaciuta la puntata?

Nessun voto per ora

Precedente

The Flash 9×08 – Partners In Time

Prossima

Transatlantic 1×01 – Hiding Hand Principle

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.