);

The Morning Show 3×08 – DNFTEMPO DI LETTURA 6 min

/
()

Recensione The Morning Show 2x08A un passo dal finale di questo terzo atto di The Morning Show, la sensazione è quella di aver assistito a una stagione quasi filler, ideata allo scopo di allungare il brodo per protrarre ulteriormente uno show che, al netto di quanto visto, poteva tranquillamente terminare il suo viaggio molto tempo fa. Il tutto evitando di perdersi nel consueto vuoto narrativo che contraddistingue gran parte delle produzioni (inizialmente) di successo andate in onda negli ultimi anni.
Lungi dal voler additare The Morning Show come uno show di scarsa qualità, appare però innegabile come qualcosa, quantomeno dal punto di vista dell’interesse narrativo, sia andato perduto in maniera progressiva già a partire dalla stagione scorsa.

THE MORNING SHOW 3: THE RISE OF EVIL ALEX


Nel cuore di questo ottavo episodio emerge in particolare il vortice di tensione in seguito alla rivelazione della relazione romantica tra Alex e Paul. Tuttavia, questa settimana, diventa evidente che Alex non è l’unica ad affrontare sfide personali e professionali di una certa risonanza. Dopo il suo post provocatorio su Instagram, con la frase “abort the court“, Christina si trova ad affrontare le conseguenze delle sue azioni, ricevendo una simpatica secchiata di liquido di color rosso sangue per mano della più classica delle squinternate decisamente non favorevole all’utilizzo del termine aborto.
Questo evento, unitamente ad altre minacce che hanno minato la sua sicurezza personale, spingono la UBA a limitare la sua esposizione mediatica riguardo alla decisione della Corte e alla questione aborto, assegnandole inoltre una guardia del corpo che ha il sapore di una sconfitta per la ragazza. Christina si trova così coinvolta in una lotta da cui non può emergere vittoriosa, costretta a conciliare la sua professionalità e le responsabilità legate alla piattaforma con i suoi sentimenti personali.
Nel corso della stagione, si è assistito a una sorprendente trasformazione di Alex, che è apparsa più matura e risoluta, determinata a guadagnarsi un ruolo di rilievo nell’universo in costante cambiamento della UBA.  Il suo talk show è già diventato un grande successo e quindi era solo questione di tempo prima che l’incessante pressione iniziasse a farsi sentire. La scrupolosa osservazione della sua relazione con Paul, insieme alle domande su come gestirla e presentarla durante l’intervista in diretta, mette a dura prova Alex. Questa incessante attenzione è forse una conseguenza inevitabile quando si è coinvolti in una relazione con un magnate miliardario, ma non c’è dubbio che si tratti di un evento per lei estenuante. Sembra che nessuno si preoccupi del suo benessere emotivo e, invece, vengono fatti commenti volgari e battute inopportune, riducendo Alex alla semplice figura di “concubina del boss”.
La notizia che è trapelata prima dell’intervista di Paul su Alex all’interno di Unfiltered rischia di compromettere la credibilità della giornalista, soprattutto in vista di quest’importante confronto televisivo. Questo evento scatena un ulteriore conflitto tra Cory e Alex, a fronte delle loro responsabilità nei confronti degli azionisti e del pubblico, considerando che l’intervista è ormai un evento annunciato. Cory, naturalmente, propone una versione editata dell’intervista per raggiungere i suoi obiettivi, ma dall’altra parte, la giornalista desidererebbe posticipare l’intervista per evitare di distrarre l’attenzione da tematiche di maggiore rilevanza rispetto a mere questioni di gossip. Conveniente argomentazione considerando che si tratta di mere questioni di gossip che la riguardano personalmente, ma tant’è che alla fine è proprio lei a prevalere. Almeno fino al momento dell’intervista, che, pur essendo di breve durata in termini di minutaggio, rappresenta un passo cruciale nel percorso personale e professionale di Alex.
In questo episodio la giornalista sembra che stia attraversando una svolta interessante, quasi come se si stesse delineando l’origine del “villain” Alex Levy, a partire dalle accuse mosse dall’ospite riguardo alla sua presunta incapacità di “speaking truth to power“, proprio a causa della sua relazione con il miliardario che ha appena acquisito la compagnia per cui lei lavora. E il licenziamento inaspettato di Chip, in quest’ottica, rappresenta senza dubbio il primo passo di Alex in direzione del lato oscuro.

SONO PICCOLI PROBLEMI DI CUORE


Tralasciando volutamente l’inutile segmento dedicato a Mia e Andre, un’altra coppia vede arrivare l’ennesima tempesta pronta a distruggere la relazione. Laura, convinta letteralmente da Kelly Kapoor di The Office (potrebbe trattarsi tranquillamente di un improbabile spin-off se si guarda alla caratterizzazione del personaggio) decide di frugare tra il materiale privato della sua dolce metà, leakato e reso disponibile a tutti online, scoprendo in cinque minuti le ultime “nefandezze” compiute dalla sua partner.
Ora, considerando che questo archivio è letteralmente alla portata di tutti, è lecito pensare che da qui a poco Bradley dovrà affrontare problemi ben più gravi di una fidanzata arrabbiata, come ad esempio l’intero collasso della sua vita personale e lavorativa a causa di quel simpaticone di Hal, tornato come al solito per distruggere la vita di sua sorella (oltre che il Campidoglio) per poi sparire come un Milord qualunque a lavoro compiuto. Solito pensiero in merito alla totale inutilità della parentesi amorosa e del ritorno di fiamma tra le due anchor-woman, ma quantomeno in questa occasione un po’ di carne viene messa sul fuoco in vista del finale (e di una quarta stagione già confermata e in funzione della quale ci si può aspettare un finale estremamente aperto e ben poco risolutivo).
Dopo aver licenziato Chip, Alex confessa a Paul di cominciare a dubitare dell’efficacia dei suoi sforzi per salvare UBA. Questa sincerità da parte di Alex stimola Paul a condividere un audace piano: vendere la rete al termine della trattativa in corso per dare inizio a una nuova fase per UBA. L’obiettivo di Paul è costruire qualcosa di nuovo, focalizzato sulle notizie, tornando alle radici del giornalismo come nucleo centrale dell’azienda, senza le distrazioni e i compromessi di altre forme di contenuto.
Se Alex e Paul riusciranno a realizzare con successo questo piano, Alex potrebbe finalmente ottenere il potere e l’autonomia che ha cercato fin dall’inizio di The Morning Show. Questa svolta rappresenta un punto cruciale nella trama, mettendo in evidenza le sfide e le difficili decisioni che i protagonisti devono affrontare nel mondo dei mass-media. Inoltre, riflette la costante lotta tra il mantenimento dell’integrità giornalistica e la pressione per il profitto in un panorama mediatico sempre più competitivo e in continua evoluzione. Alex e Paul si trovano di fronte alla sfida di ridefinire il futuro di UBA, determinando quale direzione prenderà la rete e quanto saranno disposti a sacrificare per il successo e il cambiamento.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Alex Levy: origine di un villain
  • Il licenziamento di Chip
  • Bradley presto rovinata pubblicamente
  • Paul e Alex alla riscossa
  • Le backstory riguardanti piccoli problemi di cuore nati da un’amicizia che profuma d’amore
  • Cory ormai è lo zerbino di UBA
  • Ritmi fin troppo blandi a due passi dal finale

 

A due episodi dalla conclusione di questa stagione, The Morning Show sembra ancora trovarsi in una fase transitoria, forse agevolata dal rinnovo per una quarta stagione che sicuramente avrà il compito di portare avanti trame che, quasi certamente, rimarranno in sospeso al termine del season finale. Decisamente non un episodio indimenticabile, ma tutto sommato sufficiente se visto in funzione dei pochi (ma buoni) momenti chiave sparsi qua e là per la puntata.

Quanto ti è piaciuta la puntata?

Nessun voto per ora

Ventinovenne oramai da qualche anno, entra in Recenserie perché gli andava. Teledipendente cronico, giornalista freelance e pizzaiolo trapiantato in Scozia, ama definirsi con queste due parole: bello. Non ha ancora accettato il fatto che Scrubs sia finito e allora continua a guardarlo in loop da dieci anni.

Rispondi

Precedente

Loki 2×04 – Heart Of The TVA

Prossima

Time 2×01 – Episode 1

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.