);

The Originals 1×16 – Farewell To StoryvilleTEMPO DI LETTURA 3 min

/

“Siamo le creature più forti del pianeta eppure siamo irreparabilmente danneggiati. Viviamo senza speranza ma non possiamo morire. Siamo la definizione di ‘maledetti’. Sempre e per sempre.”
Rebekah, con una manciata di parole, descrive perfettamente la condizione della sua famiglia. I fratelli Mikaelson sono
sopravvissuti alla crudeltà del padre, ma ne sono usciti terribilmente danneggiati. Quello che ha riportato danni peggiori è stato sicuramente Klaus, ma anche Rebekah ed Elijah non sono rimasti indenni dalla mostruosità del padre. Il danno che si portano dentro è ormai permanente e non permette loro di vivere come una famiglia unita e felice. Klaus e Rebekah sono giunti alla rottura definitiva, a un punto di non ritorno. Il livello di pathos di “Farewell to Storyville” ha raggiunto un livello al quale la serie tv non era mai arrivata. Joseph Morgan si è superato, migliore performance anche per Claire Holt, che saluta lo show proprio con questo episodio. Rebekah fa un’uscita di scena degna del personaggio, sotto un certo punto di vista potremmo vederla come una sorta di riscatto per un personaggio che è sempre stato succube del fratello. Ora non ci resta che immaginarcela felice, in una casa tutta sua, con l’amore della sua vita (che non è Marcel che sceglie di non abbandonare la cosa che più ama, la sua città).
“Farewell to Storyville” è un episodio di emozioni, l’azione è per lo più assente ma non se ne sente la mancanza perché a riempirlo c’è tutta la sofferenza di Klaus e Rebekah. Un po’ stonate, forse, le scene con Marcel, Davina e Camille. Sarebbe stato preferibile che dedicassero tutto l’episodio agli Originali, visto che uno di loro ci ha detto addio. E a questo proposito vorrei osservare che lo show, a questo punto, dovrebbe chiamarsi “Le avventure di Klaus ed Elijah”, perché tanto sono solo loro due i protagonisti. L’addio di Rebekah, per quanto ben costruito, lascia un po’ perplessi. Il suo amore-odio per Klaus movimentava la situazione, metteva un po’ di pepe ai rapporti familiari dei Mikaelson, Rebekah dava qualcosa allo show che Elijah non dà. Senza contare, poi, che era un bel personaggio femminile: forte e indipendente, non aveva bisogno di nessun cavaliere senza macchia che accorresse in suo aiuto, Rebekah si salvava da sola. Quante protagoniste femminili abbiamo così, nei due show della Plec? Nessuna. Persino Hayley, che ha un po’ di spina dorsale, dev’essere continuamente protetta e alla lunga questo meccanismo stufa. Non è ben chiaro se la scelta di andarsene sia stata della Holt o se è stata della produzione, certo è che se ne sentirà la mancanza.
“The Originals”è uno show che ha messo tantissime carte in tavola e le ha cambiate ogni due puntate. Arrivati al sedicesimo episodio, non so se bastano le dita di una mano per contare tutte le varie storyline e se ci si ferma a pensare a tutte le cose che sono successe fino ad ora, si fa fatica a credere che siamo ancora alla prima stagione. Tutti gli episodi ci hanno intrattenuto, questo è vero, ma anche la fantasia umana ha dei limiti e il rischio di terminare tutte le idee prematuramente e cadere già nella seconda stagione nel banale e nel noioso è dietro l’angolo. Ovviamente la speranza è che si continui in questo modo, ma non vorrei vedere lo show fare la stessa fine di The Vampire Diaries con tre stagioni di anticipo.

PRO:

  • Emozioni all over the place
  • Joseph Morgan divino
  • Claire Holt più brava del solito
  • La solita eleganza di Elijah
  • I flashback dei Mikaelson da bambini
CONTRO:
  • L’addio di Rebekah lascia un po’ perplessi
“Farewell to Storyville” è un altro ottimo episodio di The Originals, che sta facendo scintille e si fa fatica a credere che sia nato dalla stessa mente che ha creato “The Vampire Diaries” che adesso è una patetica ombra di ciò che era tre stagioni fa. Degno addio a Rebekah, che, però, lascia con l’amaro in bocca e tante domande per il futuro dello show.
Le Grand Guignol 1×15 1.83 milioni – 0.8 rating
Farewell To Storyville 1×16 1.94 milioni – 0.9 rating
VOTO EMMY 

Distratta, eterna sognatrice e accumulatrice compulsiva di tazze di ogni forma e colore. Vive la sua vita tra mille paranoie, attacchi di ridarella immotivati e costante voglia di prendere il primo aereo per Londra.
Nel tempo libero attende da più di quindici anni di ricevere la lettera per Hogwarts e guarda serie tv come se non ci fosse un domani.
Normalmente è una persona pacata, ma provate a toglierle il caffè e si trasformerà in una belva feroce. Lorelai Gilmore docet.

1 Comment

  1. pare sia stata della Holt la richiesta di andar via, vai a sapere perché visto che lo show è appena cominciato…
    la vera cosa che a me ha dato disagio di tutta la faccenda però è l'incongruenza con la storia raccontata in The Vampire Diaries, perché rispetto alla faccenda Marcel… dove si inserirebbe Stephan?
    Era lui che stava con Becks negli anni 20, in teoria…

Rispondi

Precedente

Revenge 3×14 – Payback

Prossima

The Following 2×08 – The Messenger

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: