);

The White Lotus: Sicily 2×04 – In The SandboxTEMPO DI LETTURA 4 min

/

The White Lotus 2x04 recensioneCon l’episodio che segna il proverbiale giro di boa della stagione, Mike White cambia letteralmente ritmo e mette giù l’asso di briscola in diverse storyline cambiando totalmente lo scenario più o meno placido che si era visto finora.
Chiaramente lo spettatore non è sorpreso da un peggioramento degli eventi, anzi, l’attesa di scoprire chi e quanti ospiti del White Lotus siano rimasti uccisi è una delle domande principali a cui si vuole una risposta al più presto, l’altra è il come. Ed è proprio il come si arriverà a questo macabro finale che stuzzica particolarmente la fantasia del pubblico, una fantasia che con questo episodio è un po’ più definita rispetto allo scorso “Bull Elephants“.
Alcuni suggerimenti per aiutare il pronostico arrivano dai seguenti elementi: MDMA, prostituzione, gelosia, tradimenti e segreti. Un mix letale.

Albie:Oh, my God. I think I’m gonna cum. Can I cum? I’m gonna cu… I’m cumming.

AD OGNI (NON) AZIONE CORRISPONDE UNA REAZIONE


Nell’economia della stagione, e anche basandosi su quanto già visto nella 1° stagione ambientata alle Hawaii, è abbastanza chiaro che più ci si avvicina al season finale, più la situazione diventerà ingestibile tra litigi e relazioni che si interromperanno bruscamente per sempre. Per utilizzare una metafora che renda bene l’idea, The White Lotus è praticamente come una pentola piena d’acqua fino all’orlo che viene messa a bollire sul fuoco, fuoco che nessuno andrà a diminuire ma, anzi, verrà se possibile aumentato d’intensità per creare più danni possibili. E questo è quanto sta accadendo.
Nella sottile scrittura di Mike White (e qui va lodata l’attenzione al dettaglio) non è importante notare solo ciò che accade ma anche ciò che non accade perchè l’insieme dei due gruppi è comunque parte integrante della pressione che sta salendo e che raggiungerà il suo culmine a breve. Ecco quindi che il non-tradimento di Ethan ai danni di Harper, pur non essendo accaduto, è fatto intendere da un preservativo aperto e lasciato appositamente sul divano da Cameron (come si può dedurre dalle occhiate inquisitorie di quest’ultimo ad Harper); il coito mancato del pianista non è una motivazione sufficiente per Mia per non reclamare ciò che le era stato promesso.
Se la prima è sicuramente una storyline principale che avrà ripercussioni a brevissimo sull’intero ecosistema creando tutta una serie di conseguenze presumibilmente anche dalle tinte “gelose” visto che Lucia è già a quota tre (due e mezzo, per essere precisi) in quattro puntate, la seconda è meno rilevante per l’economia della stagione ma è molto divertente e getta un po’ più d’attenzione sul fronte autoctono del White Lotus di Taormina che non fa per nulla male.

BOCCA DI ROSA


Se questa puntata raggiunge il massimo dei voti il merito è sicuramente di due storyline e di due character: Harper e Lucia.
Harper è un personaggio molto complesso, molto più riservato e sfaccettato di quanto non sia fatto vedere e che sta vivendo una serie di alti e bassi, anzi bassissimi, in  questa vacanza, tanto da arrivare ad ammutolirsi completamente e finendo per contemplare il mare in una scena che lasciava intendere anche la possibilità di un annegamento volontario. Ovviamente Mike White gioca molto sul non detto, tra imprevisti che bloccano discussioni chiarificatrici ed inquadrature che lasciano spazio alla libera interpretazione dello spettatore. Ed è tutto perfetto nell’insieme.
Dall’altra parte Lucia è un personaggio più semplice, solare ed estroverso che, di fatto, può essere visto e messo in diretta contrapposizione con quello di Harper anche vista la mole di azione che nasce proprio grazie a lei. Dopo essere passata da Dominic Di Grasso ad una notte di fuoco con Cameron ed Ethan, questa volta è il turno del Di Grasso più giovane che, meritatamente, si guadagna anche l’immagine di recap della puntata.
Detto ciò, la recitazione di Simona Tabasco non ha veramente nulla da invidiare ai colleghi hollywoodiani che anzi, al confronto, sembrano molto più impacciati rispetto al talento napoletano dell’attrice. E non è una cosa che si può dire tutti i giorni.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Lucia “Pigliatutto” Greco continua ad essere una piacevolissima sorpresa a livello di trama e conferma un’ottima Simona Tabasco
  • La scena nella chiesa “sconsacrata”
  • L’involucro del preservativo appositamente lasciato sul divano
  • Lo psicodramma che si consuma lentamente sotto gli occhi di tutti senza che nessuno se ne accorga
  • Jennifer Coolidge, sempre e comunque una certezza

 

The White Lotus: Sicily raggiunge (finalmente) un picco qualitativo che si stava aspettando sin dalla season premiere e lo fa con una puntata in cui accade un po’ di tutto, mentre ciò che non accade crea altrettanto sconforto. E la pressione narrativa sale ulteriormente portando un po’ tutti i personaggi ad avere l’acqua alla gola.

Fondatore di Recenserie sin dalla sua fondazione, si dice che la sua età sia compresa tra i 29 ed i 39 anni. È una figura losca che va in giro con la maschera dei Bloody Beetroots, non crede nella democrazia, odia Instagram, non tollera le virgole fuori posto e adora il prosciutto crudo ed il grana. Spesso vomita quando è ubriaco.

Rispondi

Precedente

Yellowstone 5×03 – Tall Drink Of Water

Prossima

Mercoledì 1×02 – Un Triste Isolamento

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: