);

Shameless 9×11 – The Hobo GamesTEMPO DI LETTURA 4 min

in Recensioni/Shameless by

“No, you didn’t care enough to know. Listen to me. I want you out of this fucking house.”

Quand’è che un discreto episodio di Shameless diventa una puntata da ricordare? Quali sono gli ingredienti segreti per portare lo spettatore ad essere totalmente soddisfatto dei 45 minuti appena andati in onda?
Per prima cosa, è importante che il nome stesso dello show venga rispettato e ciò che viene mostrato sia effettivamente “senza vergogna”, perché una serie come questa non ha realmente bisogno di continui happy ending e scenette comiche fine a sé stesse come capitato più volte nelle ultime stagioni. Difatti, per quanto spesso in passato, in questa sede, sia stato insultato Wells per i modi in cui ha distrutto i beniamini dei fan, era quello in realtà un modo, indiretto, per dimostrare il proprio entusiasmo verso quanto si stesse vedendo. Perché guardando le avventure dei Gallagher è proprio il disagio che si cerca maggiormente e, fortunatamente, in questo undicesimo capitolo stagionale lo spettatore è tornato a provare quelle sensazione cringe che tanto gli mancavano e tutto questo è merito delle mirabolanti disavventure alcoliche di Fiona.

“I’m sorry for him. But it’s not my fault. I didn’t know.”

Per quanto, con la frase appena riportata, la maggiore dei fratelli Gallagher abbia effettivamente ragione, non avendo avuto la minima idea che Jason fosse un ex-alcolizzato, per Lip sua sorella ha sorpassato il limite. Il fatto di essere totalmente disinteressata dei propri cari e non far altro che assecondare il suo istinto auto-distruttivo, l’ha resa succube dei suoi problemi rovinando in primis la propria vita, per poi effettivamente iniziare a pesare sulle spalle dell’intera famiglia. La vecchia Fiona, come detto proprio dal character di Jeremy Allen, sarebbe riuscita a trovare un modo per sviare le attenzioni dell’assistente sociale (da sottolineare il tempismo totalmente errato in quanto è arrivato nemmeno mezza giornata dopo la richiesta di affidamento) presentatosi in casa per monitorare la situazione per l’adozione della povera Xan. Osservando questi comportamenti si direbbe che Philip ha pienamente ragione, ma c’è un altro punto di vista da prendere in considerazione: c’è qualcuno che ha provato realmente ad aiutare Fiona? Nella scorsa recensione, infatti, si era sottolineato un menefreghismo collettivo sulla situazione di Fiona che pare continuare pure nella puntata odierna, nonostante qualche attimo di preoccupazione dei vari componenti della famiglia che, tuttavia, si assopisce pochi istanti dopo. Eppure, Shameless ha sempre insegnato ai propri fan che la famiglia viene prima di tutto, ma in questi episodi si nota purtroppo una vena ipocrita all’interno della trama e a farne le spese è proprio colei che ha sorretto e sostenuto la famiglia fino a pochi mesi prima.
Detto questo, si può dire che vi è una colpa collettiva e che tutti i componenti della famiglia avrebbero potuto fare “quel miglio in più” prima di ritrovarsi nella situazione attuale. Magnifico, tra l’altro, il finale con il focus della scena sul personaggio di Emmy Rossum e l’entrata in scena di Frank, ritornato dal campeggio dei barboni, che ripete, praticamente, le stesse battute precedentemente detta da sua figlia amplificando maggiormente la parabola discendente della ragazza del South Side.
Altra nota positiva all’interno dello show proviene nuovamente dal mattatore di questa stagione, con Lip che scopre che Tami è incinta. In questo modo si aprono scenari estremamente interessanti che potrebbero portare ad un’ulteriore crescita del suo personaggio il quale sembra essere destinato a perdere per sempre l’affidamento di Xan. Dall’altra parte Frank, oltre ad aver perso la sfida finale negli Hobo Games, rinuncia permanentemente alla paternità dei sei figli di Carl, tornando ad essere lo stesso relitto di sempre senza alcun scopo nella vita. Scelta in linea con il suo character ma che non porta nessun cambiamento al suo personaggio, dimostrando che tutti in Shameless possono avere un’evoluzione, tutti tranne lui.
In conclusione, “The Hobo Games” è uno dei migliori episodi stagionali, portando lo spettatore a provare le stesse sensazioni che provava stagioni addietro vedendo la famiglia Gallagher sgretolarsi sempre di più. Purtroppo non è tutto oro ciò che luccica e non tutti i personaggi si stanno esprimendo nel migliore delle loro possibilità, partendo dallo scomparso Liam che appare una puntata sì e una no, finendo con il terzetto Debbie-Alex-Carl che sta portando ad un simpatico, ma pur sempre inutile, triangolo amoroso in un momento delicato per tutti. Indi, per cui, c’è ancora molto lavoro da fare ma la situazione Lip-Fiona, a meno di tre episodi dalla fine, è più incandescente che mai.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Sempre il solito Frank…
  • Rapporto tra Fiona e Lip
  • Lip potrebbe diventare padre
  • Torna il disagio a casa Gallagher
  • …nuovamente senza obiettivi
  • Vi & Kev in fase di stallo
  • Triangolo amoroso tra fratelli

 

Manca sempre meno alla conclusione della stagione  e per ora non si sa ancora se Fiona uscirà di scena a testa alta oppure no, ma al momento va più che bene così.

 

Los Diablos! 9×10 1.13 milioni – 0.4 rating
The Hobo Games 9×11 0.97 milioni – 0.3 rating

 

Sponsored by Shameless US Italian Page

Tags:

A.A.A. Re bello ed impossibile cerca regina con cui frustare i suoi numerosi schiavi. Nell'attesa del lieto evento Eros Gallagher sta guidando la sua nazione, dove tutto è lecito tranne che guardare The Walking Dead. Nelle scuole vengono insegnate le grandi gesta di Eleanor Shellstrop, Titus Andromedon e Saul Goodman. L'unica religione ammessa è il Scrubsianesimo, atta a venerare il santo John Dorian. Lasciate i vostri nickname di Instagram al 4 8 15 16 23 42. Saluti e tante care cose.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: