);

Gomorra 4×07 – Episodio 7TEMPO DI LETTURA 3 min

in Gomorra/Recensioni by
Gomorra 4x07Come già ampiamente constatato negli episodi precedenti il focus di Gomorra per questa stagione sembra aver subito un cambiamento ben preciso con un tasso di concentrazione diretto nei confronti dei personaggi che vengono analizzati in maniera individuale più che collettiva all’interno di ogni singolo episodio, il tutto calato all’interno di un contesto molto più ampio che racchiude l’embrione di una guerra tra fazioni.
La nuova identità dello show si è però indirizzata verso una gestione modello fantamorto o comunque con svolte fortemente negative nella psicologia di tutti i personaggi, uno stile vicino ad una dialettica Hegeliana con finale negativo o più semplicemente un modello Game Of Thrones più facile da interiorizzare per lo spettatore, ripieno di qualche colpo di scena annunciato e di protagonisti fortemente realistici, specialmente dal punto di vista degli errori commessi.
In questo caso il personaggio di Valerio risulta fortemente esplicativo all’interno del nuovo sistema narrativo. Il suo voler volare troppo alto in un ambiente non propriamente suo come quello in cui è capitato, gli costa caro all’interno dell’episodio. La volontà di prendere in mano da solo la situazione crea sospetti sia tra gli amici, Sangueblù in particolare, sia tra i nemici. Proprio l’educazione ricevuta dal personaggio, non esattamente il camorrista più classico tra quelli immaginabili dal pubblico, si rivela il tallone d’Achille di quest’ultimo. Pensando forse di poter battere tutti sulla furbizia, vedendosi in un certo qual modo migliore perché proveniente da un ambiente diverso, Valerio gioca sul filo di un rasoio col quale finisce poi per tagliarsi malamente.
L’idea di poter controllare agilmente i gruppi della malavita organizzata non è di facile attuazione e Valerio finisce intrappolato nella stessa ragnatela che tenta di tessere, comportamento che lo porta sempre più in basso nel corso dell’episodio. Pensando di avere la situazione sotto controllo muove dei passi falsi lapalissiani ed è chiarissimo allo spettatore come in realtà la faccenda gli stia clamorosamente sfuggendo di mano e come si ritrovi sempre più solo in quello che si rivelerà un goffo tentativo di passare informazioni a Patrizia e Sangueblù.
La convinzione di poter controllare tutto sarà il biglietto per l’altro mondo di Valerio, mangiato da un sistema più grande di lui che nessuno può controllare veramente dall’interno pensando di uscirne senza particolari problemi o ripercussioni.
La sua fine aggiunge l’ennesimo tassello ad una stagione che sta cercando, e piano piano acquisendo, un’identità precisa in attesa dello scoppio di una guerra sempre più vicina. Il tradimento di ‘a Golia nei confronti dei suoi capi e l’accordo proposto, questa volta in maniera concreta, ai Levante dopo un’iniziale scetticismo viene accettato.
Sangueblù e Patrizia troveranno quindi una difficoltà ulteriore nel dover gestire una talpa all’interno dell’organizzazione con Elia ben contento di poter contare su un uomo in più per mettere in difficoltà i rivali.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • La presentazione del personaggio di Valerio
  • La ragnatela che tesse e che finisce per stritolarlo
  • La scena della morte col tradimento di ‘a Golia
  • Una nuova sfida per Patrizia e Sangueblù
  • La busta consegnata al padre del personaggio principale dell’episodio che potrebbe rivelarsi la chiave di volta della stagione
  • Manca un minimo la scrittura sulla storyline del padre di Valerio. Poco credibile la scusa utilizzata per eludere la pressione di Sangueblù

 

La morte di Valerio è significativa di come un ambiente possa facilmente risucchiare una personalità esterna ed estranea ad esso nella maniera più brutale possibile. La lettera consegnata al padre rimane comunque un grosso punto di domanda nel meccanismo interno allo show e potrebbe essere la chiave di volta all’interno delle dinamiche successive. Aver preso l’iniziativa in maniera aggressiva magari non sarà stata la mossa più furba da attuare ma non sappiamo ancora se e in quale modo ha cercato di prevenire e magari rendere utile la sua fine. In attesa di sviluppi rimandiamo tutto ai prossimi episodi.

 

Episodio 6 4×06 0.66 milioni – 2.4% rating
Episodio 7 4×07 0.35 milioni – 1.6% rating

 

 

Tags:

Arrivato ormai alla veneranda età di 18 anni, da 6 anni, e in cerca di nuovi stimoli si è unito a RecenSerie per convertire il team al culto di Tina Fey e per trasmettere all'umanità la passione per le comedy. Tra una puntata e l'altra cerca di laurearsi in lettere e di guardare per un tempo indeterminato quanto più sport possibile. Il suo sogno nel cassetto è scrivere la sceneggiatura di una sit com modello talent-show con protagonisti Joe Bastianich, Lilly Meraviglia e Damiano Er Faina

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Ultimissime

Gomorra 4×09 – Episodio 9

Genny: “Pecch’e cazz’ l’aggia fatt’affà tuttu sto burdello? L’aeroporto, o’ consorzio, la
error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
Go to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: