Dexter 8×09 – Make Your Own Kind Of MusicTEMPO DI LETTURA 5 min

/
()

Dexter-8x09“Vogel pensa che io sia unico. Invischiato tra due mondi. La mia umanità e la mia oscurità. Forse lo sarò sempre ma in nessuno dei due riesco ad immaginare una vita senza Hannah. Dopo stamattina non dovrò più farlo. Vogel baderà a se stessa. E così farò anchio. Ucciderò Saxon e lascerò Miami per sempre.”

Era il 21 settembre 2005 quando andava in onda, negli Stati Uniti, “Man Of Science, Man Of Faith”, primo episodio della seconda stagione di Lost. Una premiere che ha rivoluzionato sia lo show, sia i serial in generale per la coraggiosa decisione di renderlo un vero e proprio cambio di prospettiva narrativo, lasciando lo spettatore sulle spine per quanto accaduto nel finale della precedente stagione. Una presentazione incredibile per il personaggio di Desmond, proprio sulle note di Make Your Own Kind Of Music, canzone che dona il titolo a questa nona puntata di Dexter.
A quasi otto anni di distanza, Showtime manda in onda questo episodio. Un episodio che non può avere lo stesso carisma (Lost era uno show ancora infante; Dexter ormai da reparto geriatrico), ma che si configura con un obbiettivo simile: introdurre in maniera dignitosa un personaggio importante. All’epoca era Desmond, ora si tratta di Oliver Saxon (Daniel, figlio della Vogel che si credeva morto).
Una distanza siderale separa i due.
Prima di tutto, quando era stato menzionato Daniel prima di questo episodio? Mai.
Come viene scoperto? Un grumo di sangue appiccicato sotto il tavolo del suo studio da parte di Zach. Frase che non merita commenti tanto risulta assurda anche solo nella sua lettura.
Ma la cosa migliora: il sangue da solo permette di capire che si tratta di Oliver Saxon, ma come viene inquadrata una relazione parentale con la dottoressa Vogel? Per qualche strano motivo la dottoressa è schedata quindi magicamente il software di Dexter gli segnala il collegamento. Tutto molto banale, tutto molto semplice. Il motivo? Si è ormai a ridosso del finale di serie, Dexter è sprovvisto di un villain e se non si trovava il modo di avvicinare Oliver/Daniel si rischiava di dilatare eccessivamente il tempo. Senza contare che ora c’è un piano per abbandonare Miami ed andare in Argentina, un piano che riguarda solo Dexter, Hannah ed Harrison. Per la gioia di Debra.
Da annotare, relativamente alle due figure femminili citate sopra, la loro trasformazione a favore di trama.
Hannah sembra diventata un agnellino innocente, pacifico ed incapace di far male ad una mosca.
Debra, invece, sembra essere la persona più indecisa del mondo: dopo aver chiesto un colloquio con Batista per ottenere il suo vecchio lavoro, cambia idea proprio quando l’uomo le porge il distintivo sottolineandole che avrebbe riavuto tutti i gradi. Ad aggiungere ulteriori problematiche ad una trama (quella riguardante Debra) già dubbia c’è anche da menzionare il bacio con Quinn che, evidentemente, non sembra essersi lasciato alle spalle la relazione con la sorella di Dexter. Facile immaginare che già nel prossimo episodio (o al massimo quello dopo) il triangolo Jamie-Quinn-Debra veda la prima finire nel dimenticatoio.
Il ritorno di Hannah, per quanto gradito al pubblico, ha attirato parecchia attenzione sia tra i detective privati (Debra era stata incaricata da Elway di scovarla), sia tra i federali: Max Clayton (interpretato Kenny Johnson, già apparso in The Shield e Sons Of Anarchy) è un U.S. Marshall che sta indagando sulla ricomparsa della donna ed è ovviamente partito dalla persona che più di tutte era collegato ad essa, ossia Dexter. Ulteriori attenzioni che vengono sviate senza troppa difficoltà dall’uomo che sembra avere una quantità di tempo libero spropositata, specialmente se si tiene in considerazione anche il dover accudire il piccolo Harrison. Sembrano lontani anni luce le stagioni in cui Dexter si trovava a dover gestire veramente una doppia vita dovendosi districare tra Trinity, Doakes, Rita ed i bambini. Ora è davvero tutto troppo semplice.
Il riavvicinamento tra Vogel e Oliver/Daniel potrebbe essere solo momentaneo, ma è da tenere in considerazione che Dexter si ritrovi a dover affrontare i due, cosa che lo metterebbe in svantaggio considerate le numerose sessioni serali in cui Dexter parlava liberamente dei propri dubbi e delle proprie debolezze alla dottoressa.

PRO:

  • Arrivo e presentazione di Oliver Saxon
  • Harrison che mente già come il padre
  • Finale con possibile team up tra Oliver e la madre?
  • Dexter – Vogel e il loro idillio sgretolatasi in 40 minuti di puntata.

CONTRO:

  • Elway, un personaggio totalmente inutile
  • Il bacio tra Quinn e Debra: Jamie, un personaggio totalmente inutile
  • Oliver Saxon è il villain finale, figlio della Vogel: ma seriamente?
  • Hannah ricercata da un astutissimo agente federale
  • Quinn e Debra
  • Il modo in cui Dexter scova Oliver e successivamente lo collega alla dottoressa Vogel
  • L’inseguimento tra Dexter ed Oliver: in pieno giorno e in una sequenza in cui solo Dexter sembrava non aver capito di essere stato notato dal serial killer
  • L’eccessivo tempo libero di Dexter
  • L’eccessiva innocenza di Hannah

Questa puntata ha il merito di presentare al pubblico il fantomatico ultimo villain con cui Dexter abbandonerà il palinsesto. E nient’altro. Sì, c’è un accenno ad un piano per andare in Argentina e poter finalmente voltare pagina e lasciarsi alle spalle il tanto citato Oscuro Passeggero, ma niente di più. Il resto della puntata aggiunge poco e serve solamente per costruire un rapido background al personaggio di Oliver Saxon visto e considerato che del figlio della Vogel non se ne sapeva assolutamente nulla. E, pensandoci bene, sarebbe stato bello continuare a non saperne nulla. Sia di lui, sia della dottoressa.

 

Quanto ti è piaciuta la puntata?

Nessun voto per ora

Conosciuto ai più come Aldo Raine detto L'Apache è vincitore del premio Oscar Luigi Scalfaro e più volte candidato al Golden Goal.
Avrebbe potuto cambiare il Mondo. Avrebbe potuto risollevare le sorti dell'umana stirpe. Avrebbe potuto risanare il debito pubblico. Ha preferito unirsi al team di RecenSerie per dar libero sfogo alle sue frustrazioni. L'unico uomo con la licenza polemica.

2 Comments

  1. Sicuramente questa stagione non è tra le migliori ma neanche tra le peggiori, e il finale sarà stupendo, ne sono sicuro.

  2. Hai perfettamente ragione. Però devo anche dirti che, e questo è un parere personale, anche se le ultime puntate saranno buone potrebbe non bastare per salvare una stagione zoppicante e ricca di lacune.
    C'era un tempo in cui Dexter era un serial stupendo, innovativo e coinvolgente; purtroppo quando sei abituato a vedere un buon livello poi quando questo livello cala te ne accorgi subito!
    Onestamente per quanto amo Dexter sono felice che questa sia l'ultima stagione 🙂

Precedente

Under The Dome 1×10 – Let The Game Begin

Prossima

Wilfred 3×09 – 3×10 – 3×11 – Confrontation – Distance – Stagnation

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.