);

Extant 1×12 – Before The BloodTEMPO DI LETTURA 3 min

/

Prima della fine di Extant c’è “Before The Blood”, una puntata che risolleva gli animi da una stagione piuttosto deludente, stagione che ha lavorato su corsi e ricorsi, su molti stilemi triti e ritriti e sulla stanca ripetizione di molti temi cari alla stagione stessa. “Before The Blood” lavora sull’illusione, l’illusione dentro l’illusione o la realtà dentro la realtà, sì perché la domanda che ci si pone ossessivamente è: cosa è vero e cosa no in Extant? Lo sappiamo, la Progenie ci mostra ciò che vogliamo, ciò che ci manca e lo fa con forza e con violenza; tutti i personaggi immaginano di vedere/vedono qualcosa/qualcuno che non hanno più al loro fianco: Molly rivede Marcus e il bambino che ha perso, John l’unica persona che desidera, la moglie, come era un tempo. Tutti sono in pericolo, la Famiglia, l’Isea, la terra, il mondo; Extant ce lo fa capire perfettamente e in “Before The Blood” tutto questo è ancor più evidente: sale, monta l’angoscia, abbiamo la sensazione di essere ad un passo dalla catastrofe.
E’ tutta una questione di sopravvivenza, una corsa contro il tempo. Molly ormai è in gabbia, si stringe intorno a lei la morsa della paura. C’è solo una soluzione: la nostra eroina; non c’è nessun cavaliere dall’armatura lucente, c’è solo Molly, guerriera senza macchia, solo lei può salvarsi, salvarci, salvarli, e lo dicono tutti: lo dice la Progenie e anche il nuovo capo dell’ISEA. Gli uomini in Extant sono poveri e fragili esseri viventi che non riescono ad aiutare neppure se stessi, compiono passi lenti e affaticati per salvare il salvabile: si pensi a Sparks, che vuole unicamente riavere la figlia (la vera Katie è sulla navicella, la donna racconta la sua Odissea e di come si sia salvata; è realtà o è un’altra illusione? Queste sono sequenze forti e di grande impatto emotivo), John, anche lui in preda alle visioni causate dalla Progenie, teme per la vita della moglie e corre come un pazzo alla sua ricerca.
Se da una parte Molly è la donna in armi di cui sopra, pronta alla battaglia – sia sulla terra che nell’universo -, dall’altra è una madre che ha paura per la sua creatura tanto da sembrare in preda ad una follia ossessiva (imperterrita dice che la Progenie le appartiene per metà). Per dodici puntate abbiamo aspettato questo momento, l’incontro tra la Madre/incubatrice e il Figlio/alieno finalmente è arrivato con tutta l’emozione e la tensione del caso. Il piccolo prevede l’arrivo di qualcuno che solo Molly potrà fermare, Chi sta per arrivare? Come potrà Molly evitare la rovina? L’altra storyline che procede verso il baratro è quella di Ethan e Odin. L’umanoide è intrappolato in quel turbine di false paure che il lupo ha innalzato intorno a lui. Ethan continua ad aver timori, monta la sua angoscia, lui è diverso, lo sa e sopratutto si sente diverso. Odin mette in scena un gioco perverso, al massacro, che fa esplodere le insicurezze del piccolo, e noi spettatori non possiamo che essere in apprensione per Ethan, non vogliamo assolutamente che imploda e che tutto il nostro mondo seriale bruci. Le nostre speranze sono riposte in Julie che, dopo l’errore di valutazione riguardo a Odin, può risparmiarci dalla rovina e dall'”esplosione”.
E’ una storia sulla sopravvivenza quella di Extant, ce lo hanno promesso fin dalla pubblicità e “Before The Blood” ce lo ricorda perfettamente. Sotto molti aspetti Extant è una serie femminista, infatti Molly con le sue caratteristiche da donna forte e coraggiosa, ha un ruolo centrale, focale all’interno della serie, agisce e muove la storia, e in aggiunta poi la sorte del mondo raccontato in Extant poggia su due donne, Molly appunto e Julie.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Katie e la navicella
  • Realtà o Illusione?
  • Il ritmo teso e la tensione monta
  • La scomparsa di Yasumoto: che fine ha fatto?
  • Molto sa di già visto

 

Con “Before The Blood” Extant ci mostra il suo meglio, Il ritmo è teso e risulta essere un episodio riuscito o almeno riuscito rispetto a molti altri episodi. Speriamo che il tutto imploda ed esploda nell’ultima puntata con la stessa maestria e forza narrativa.

 

A New World 1×11 5.78 milioni – 1.0 rating
Before The Blood 1×12 4.2 milioni – 0.7 rating

 

Un tempo recensore di successo e ora passato a miglior vita per scelte discutibili, eccesso di binge-watching ed una certa insubordinazione.

Rispondi

Precedente

Under The Dome 2×12 – Turn

Prossima

New Girl 4×01 – The Last Wedding

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: