);

Extant 1×09 – 1×10 – 1×11 – Care And Feeding – A Pack Of Cards – A New WorldTEMPO DI LETTURA 4 min

/

Una cosa è certa, la confusione regna sovrana in Extant; sì perché succede molto, forse troppo, eppure non si arriva a nessuna risposta, a nessuna soluzione. Nuovi elementi si aggiungono in ogni puntata ed è come se fossimo all’inizio della serie, non quasi alla fine. In “Care And Feeding”, “A Pack Of Cards” e “A New World” azione, suspense, morti come se piovessero e inseguimenti a non finire si incatenano gli uni agli altri, intrappolando lo spettatore in un mondo incomprensibile e misterioso. Quello che si sta costruendo davanti ai nostri occhi è un mondo nuovo, uno “spostamento sismico della storia umana”, ma onestamente il risultato è un senso di perturbante straniamento e in qualche momento, addirittura noia.
In “Care and Feeding”, “A Pack of Cards” e “A New World” ci sono corsi e ricorsi, una sorta di coazione a ripetere, uno stanco avanti e indietro nell’Odissea di Molly e della Progenie. Tutti i personaggi hanno scopi ben precisi: Molly vuole ritrovare suo “figlio” – continua a dire infatti che quella creatura misteriosa è il suo bambino e tutti i gesti che egli fa sono per proteggersi e proteggere sua madre, Lei -, Sparks vuole proteggere la Progenie, grazie ad essa, l’uomo infatti, riesce a vedere Katie, la figlia morta, John vuole riunire la sua famiglia, Odin vuole mettere le mani su Ethan, e così via.

Insomma nella puntata doppia “Care And Feeding”, “A Pack Of
Cards” e in “A New World” si lavora su presente, passato e futuro, intrecciando sempre gli stessi fili: il passato di Molly (rivediamo l’incidente in cui la donna ha perso Marcus e il bambino che portava in grembo) e quello di John, fino ad arrivare a quello di Yasumoto (rivediamo il suo incidente e veniamo a conoscenza della sua paura della morte). Uno dei problemi è che di base non c’è nessun tipo di “simpatia” tra noi/gli spettatori e loro/i personaggi, nonostante molti siano i momenti ad alto tasso drammatico (la morte di Marcus, l’incidente di Molly e la triste scoperta).
Extant è una serie sulla sopravvivenza – si pensi al filone complottista e alla Creatura misteriosa che potrebbe cambiare il corso della Storia -, ma anche sulla famiglia. Infatti “Care And Feeding”, “A Pack Of Cards” ci racconta di Molly e John prima della partenza della donna (la crisi dei due è evidente), ma anche e soprattutto la “ricostruzione” del nucleo familiare Sparks. Alan riesce a riprendersi la moglie solo grazie alla visione della figlia Katie, l’uomo quasi sempre terribile e disumano, qui prende le sembianze del padre amorevole, del marito tenero, diventando quasi padre “pietoso”; e tutto grazie alla forza di quell’essere tanto enigmatico e pericoloso – per mantenersi “vivo” deve cibarsi di Uomini -, quanto “materia” in grado di adattarsi ai desideri delle persone.
Non a caso “A New World” sta ad indicare proprio la nascita di un nuovo mondo appunto, e la Progenie fa questo, è come se mettesse in scena le nostre voglie, i nostri desideri, riportando in vita chi non c’è più, ci offrisse infinite possibilità, o almeno così ce la racconta Molly.

Quella di Ethan resta una delle storie più interessanti di Extant: continuiamo a temere per il piccolo androide, però da quando Odin è entrato nella sua vita il pericolo è tangibile. Ethan ha fiducia in Odin, lui lo ha conquistato con le sue storie, i suoi giochi, le sue canzoni – fa il verso del lupo, mai verso fu più azzeccato -, l’uomo con il braccio meccanico tenta di entrare in sintonia con il bambino prodigio, senza alcuno scrupolo; l’umanoide si lascia andare tra “le mani” dell’uomo, senza alcuno schermo.
In “A New World” lo vediamo con il suo “lupo”, tra le mure della propria casa, senza alcuna protezione da parte di alcuno, ignaro del pericolo; è evidente però che la linea tracciata dagli sceneggiatori tende incredibilmente ad annacquare la storia, sperando di aumentare la tensione, ottenendo invece l’effetto contrario. John intanto, intrappolato nella casa di Yasumoto, ha riposto la sua fiducia nella persona sbagliata (in “Care and Feeding” e “A Pack of Cards” racconta la sua triste storia all’uomo).
Caratteristica comune di questo trittico è una rappresentazione piuttosto piatta e chiusa su stessa dei personaggi che risultano spesso pedanti e fastidiosi: Molly ad esempio quasi in trance continua a dire che quello è il suo bambino, John tenta come un animale in gabbia di trovare una via di fuga, e tale caratterizzazione tocca anche agli altri ruoli.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Ethan e Odin
  • I poteri della Progenie
  • Lo sguardo sul mondo della Progenie
  • Corsi e ricorsi della storia portano ad una sensazione di giù visto e già sentito
  • Molly e gli altri personaggi risultano pedanti e fastidiosi nella loro ricerca spasmodica del loro oggetto del deisderio

 

In “Care And Feeding”, “A Pack Of Cards” e “A New World” è chiaro che le linee guida su cui si è formato ed è “cresciuto” Extant sono sempre le stesse e su quelle continua a muoversi, come corpo molle e facilmente plasmabile; comprendiamo ancor di più in questi episodi che la struttura, i problemi e i discorsi più o meno sono sempre quelli, solo con lievi cambiamenti.

 

Incursion 1×08 5.6 milioni – 1.0 rating
Care And Feeding 1×09 5.67 milioni – 1.0 rating
A Pack Of Cards 1×10 5.67 milioni – 1.0 rating
A New World 1×11 5.78 milioni – 1.0 rating

 

Un tempo recensore di successo e ora passato a miglior vita per scelte discutibili, eccesso di binge-watching ed una certa insubordinazione.

Rispondi

Precedente

Under The Dome 2×11 – Black Ice

Prossima

Red Band Society 1×01 – Pilot

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: