);

Hart Of Dixie 2×18 – Why Don’t We Get Drunk?TEMPO DI LETTURA 4 min

/
()
Finalmente dopo un tempo che, almeno a me, è sembrato infinito “Hart of Dixie” torna con un episodio in pieno stile primaverile. Come molti di voi probabilmente sapranno, in America si festeggia lo Spring Break, dove i giovani sono soliti darsi alla pazza gioia per una settimana, almeno nei telefilm (nella vita reale non lo so, non ho amici americani
purtroppo!). Bluebell non è da meno e vediamo la cittadina alle prese con i festeggiamenti. 
Episodio molto frizzante e divertente per certi versi, ma un po’ preoccupante per altri. Ho sempre apprezzato l’assenza di grandi drammi in questo telefilm, perché il panorama telefilmico è saturo di telefilm dove c’è una tragedia e tante lacrime un episodio sì e l’altro pure (tipo Grey’s Anatomy, per dirne uno!). Ora non vorrei fare l’uccello del malaugurio, però la questione di Brick mi puzza un po’. Spero vivamente di sbagliarmi, ma la faccia del nostro caro dr. Breeland quando ha detto che la risonanza era pulita non mi ha convinto affatto, e a voi? Se gli autori avessero scelto di fargli capitare qualcosa di brutto, non saprei come esprimermi perché, da una parte, non voglio dovermi armare di fazzoletti anche quando guardo Hart of Dixie, dall’altra, probabilmente, ne capirei il motivo: non può filare sempre tutto liscio, in un telefilm. Ma è inutile fasciarsi la testa prima di rompersela, per cui “we will cross that bridge when we come to it” (ce ne preoccuperemo quando e se arriverà il momento), tanto per usare un modo di dire anglofono!

Per parlare invece dell’episodio trasmesso senza speculare sui prossimi, direi che, se per certi versi la puntata è stata degna del telefilm, con siparietti spassosi di Lemon e Wade in competizione per vincere la barca per comprare il Rammer Jammer e Zoe che beve a testa in giù per divertirsi una volta tanto nella vita, per altri è stata un po’ deludente. Questa lunga pausa ha creato una sorta di rottura con gli episodi precedenti, soprattutto per la questione Zoe/Wade.  Avevamo lasciato i due alle prese con il dolore per la (brutta) fine della loro storia, e adesso li ritroviamo ad interagire (anche se per poco) tranquillamente, lui la chiama “doc” come se niente fosse successo. Va bene la maturità e la voglia di andare avanti, ma a me è sembrato troppo affrettato. Insomma mi aspettavo di vedere un po’ di strascichi, non un episodio in cui entrambi sembravano essere andati avanti, anzi, sembrava che avessero dimenticato di avere avuto una storia importante. Per non parlare della pseudo-gelosia di George nei confronti di Zoe e Jonah, apparentemente legata al suo astio nei confronti del cugino di Lemon, che a me non convince affatto. Non dico che la coppia Zoe/George non mi piaccia, in fondo è una questione di gusti personali, ma la troverei fuori luogo in questo momento. I due avevano chiarito la loro situazione qualche episodio fa, in modo assolutamente coerente e realistico, e il “ritorno di fiamma” tra i due in questo momento sarebbe come sputare in faccia alla coerenza. Quando George aveva detto a Tansy di non volere stare con Zoe, ma con lei, mi era sembrato sincero al 100%, se adesso  le cose cambiassero perché Zoe è disponibile… beh, non so se stimerei ancora gli autori. Mi piacciono le storyline coerenti, per cui se proprio vogliono farci vedere Zoe e George insieme, che lo facciano più in là magari nella terza stagione, qualora ci sia.

Una situazione scritta egregiamente, invece, riguarda Annabeth e Lavon. Lemon si rende conto che tenere Annabeth lontana da Lavon è un atto di egoismo e la spinge tra le braccia del suo ex amante. Le preghiere delle shippers di Annabeth/Lavon sono state finalmente ascoltate e anche le mie, se devo dirla tutta, non tanto per il riavvicinamento della moretta con il sindaco, quanto per la dimostrazione di amicizia di Lemon nei confronti di Annabeth. Le amicizie solide come quella tra le due ragazze mi piacciono moltissimo, e vedere che le due hanno superato anche il problema di essere innamorate della stessa persona mi riempie il cuore di gioia.

PRO:

  • Amicizia sempre più forte di Lemon e Annabeth
  • Lemon e Wade: i loro momenti sono stati spassosi (scommetto che ci sarà da ridere nel vederli gestire insieme quel che ne sarà del Rammer Jammer)
  • Zoe che si lascia un po’ andare
CONTRO:
  • Zero continuity per la situation “Zoe/Wade
  • Dubbi su George e i suoi ipotetici sentimenti per Zoe
Episodio tutto sommato piacevole e divertente, un po’ come tutti gli altri di questa serie tv targata CW. Si merita sicuramente più della sufficienza perché sa regalarci come al solito 40 minuti di divertimento e spensieratezza, anche se stavolta “macchiati” da alcune situazioni probabilmente ancora irrisolte, ma “Chi vuol essere lieto sia: di doman non v’è certezza” come dice Lorenzo il Magnifico (che si starà rivoltando nella tomba per l’uso improprio che faccio del suo canto)
VOTO EMMY:

Quanto ti è piaciuta la puntata?

Nessun voto per ora

Un tempo recensore di successo e ora passato a miglior vita per scelte discutibili, eccesso di binge-watching ed una certa insubordinazione.

Rispondi

Precedente

Broadchurch 1×06 – Episode 6

Prossima

Doctor Who 7×07 – The Rings Of Akhaten

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.