);

Marvel’s The Punisher 2×12 – Collision CourseTEMPO DI LETTURA 3 min

/
“You’re terrifying!”

Inevitabilmente e secondo l’ordine naturale delle cose, giunti al penultimo episodio, la sensazione che si stiano tirando le somme è prevalente. Sotto certi punti di vista, come si vedrà più avanti, “Collision Course” è un episodio dispersivo in quanto, ok tirare le somme, ma rimangono comunque parallelamente in piedi diverse sottotrame. Ognuna di queste, però, ha la caratteristica comune di “asciugare” il parco personaggi al suo interno, riducendo ai minimi termini i componenti, destinati ad uno scontro più o meno finale.
Dalla fine della furia giustizialista di Mahoney, in contrasto con il garantismo di Madani (sottotrama che può dirsi chiusa), fino all’eliminazione fisica di Krista. Questo risulta essere inevitabilmente il momento clou dell’episodio, per intensità, per la sorte beffarda che colpisce lei, quanto per il quasi redento Billy Russo, disposto a rinunciare ai suoi sogni di vendetta per amore. Lo stesso Russo, in precedenza, liquida facilmente i suoi complici, chiudendo, almeno all’apparenza, un’altra sottotrama che ha caratterizzato parte della stagione.

Botte, schiaffi, pugni, calci in culo!”

Senza esagerazione si potrebbe dire che la 2×12 rappresenti una delle puntate più cruente della stagione, se non addirittura dell’intero universo televisivo Marvel/Netflix. Non è tanto l’entità delle scene violente mostrate a giustificare questo eventuale primato, quanto piuttosto l’intensità e la frequenza di situazioni adrenaliniche, quasi sempre culminate in scontri fisici, sangue, capocciate, lame, cazzotti, spari, eccetera.
Volendo provare a fare un rapido riepilogo, anche un po’ disordinato, con la certezza di dimenticare qualcosa, si può trovare: l’inseguimento iniziale con il furgone che vola dal cavalcavia, l’aggressione di Frank al senatore, l’irruzione di John da Curtis con conseguente rissa tra loro due ed Amy, breve intermezzo di John che si leva i pallini dalla gamba insanguinata, interrogatorio violento al senatore, Billy Russo che compra i fiori, Madani e Krista che si massacrano con tutto ciò che ne consegue. Sequenza quest’ultima, tra l’altro, che è anticipata da un intensissimo stato di tensione in cui è sì telefonato l’imminente scontro fisico, ma ciò non rende il momento meno efficace.

“Uurgh, aarr, uffff, groarr, aargh.” (Tra le battute più frequenti recitate da Jon Bernthal)

Un episodio in cui l’adrenalina la fa da padrona, in cui un Russo in evidente difficoltà psicologica da tutta la stagione compra dei fiori per la neo-fidanzata che troverà scaraventata sul marciapiede, in cui ci si mena tantissimo non può non essere un episodio dalla valutazione negativa. Eppure un enorme neo è ben visibile nell’organizzazione della narrazione.
Qualche recensione fa si era ipotizzato come la taglia messa sulla testa di Frank e Amy potesse in qualche modo far confluire le due macro-storyline che fino a questo momento hanno sempre proceduto parallelamente. Mai previsione fu più errata. La 2×12 inizia con John che smitraglia contro l’ambulanza contenente Frank e Mahoney, ad un certo punto la narrazione si sposta su Russo e lo spettatore, o almeno lo spettatore che sta scrivendo, si trova a pensare “ah già c’è anche lui”. La sensazione è che non potranno mai funzionare due antagonisti portati avanti in maniera così parallela ed equidistante dal protagonista. Non c’è mai stata una gerarchia tra le due questioni (se non forse per il fatto che Billy Russo c’era dalla scorsa stagione), mai un punto d’incontro.
Tutto ciò porta ad una sorta di schizofrenia interna alla serie. Come se l’intensità e l’adrenalina di questo episodio perdessero un po’ di valore, semplicemente perché si sta procedendo con due filoni narrativi differenti.
La resa dei conti è vicina ma, più che essere uno scontro frontale tra protagonista e antagonista, sembra più un threesome seriale.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Tante botte, azione e viulenza
  • L’ironia della sorte di Russo e Krista
  • La tensione tra Madani e Krista
  • Ciao Krista
  • Chiusura di alcune sottotrame
  • Le due storyline parallele (che continuano a rimanere tali) pesano sulla narrazione

 

Un pre-season finale che fa la sua porca figura, portando lo spettatore a essere curioso per la conclusione di questa (comunque lunga) seconda stagione.

 

The Abyss 2×11 ND milioni – ND rating
Collision Course 2×12 ND milioni – ND rating

Approda in RecenSerie nel tardo 2013 per giustificare la visione di uno spropositato numero di (inutili) serie iniziate a seguire senza criterio. Alla fine il motivo per cui recensisce è solo una sorta di mania del controllo. Continua a chiedersi se quando avrà una famiglia continuerà a occuparsi di questa pratica. Continua a chiedersi se avrà mai una famiglia occupandosi di questa pratica.
Gli piace Doctor Who.

Rispondi

Precedente

Arrow 7×11 – 7×12 – Past Sins – Emerald Archer

Prossima

The Flash 5×13 – Goldfaced

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: