);

1899 1×03 – The Fog – La NebbiaTEMPO DI LETTURA 4 min

/

recensione 1899 1x031899 è ancora ben lontana dal proprio giro di boa (la metafora marinaresca in questo caso calza alla perfezione).
Anzi, più si va avanti nella trama orizzontale e sempre più aumentano gli intrighi, i misteri e le rivelazioni riguardanti i passeggeri della nave Kerberos.
D’altro canto non si è arrivati neanche a metà di questa prima stagione e i due co-creatori Baran Bo Odar e Jantje Friese non sembrano affatto voler lasciare tregua allo spettatore che si trova sempre più immerso in trame cervellotiche e complesse, ciascuna correlata dal fil rouge comune dei sogni e dei desideri, che possono, di volta in volta, portare alla felicità ma (molto più spesso) trasformarsi nei peggiori incubi.

POTREBBE ANDARE PEGGIO… POTREBBE ESSERCI LA NEBBIA!


Il ritmo incalzante e claustrofobico della trama orizzontale è una lama a doppio taglio per lo spettatore. Da un lato non si può fare a meno di rimanere affascinati dal grande lavoro di messa in scena proposto dallo show. Ogni singolo dettaglio, dai costumi, agli oggetti fino ai piccoli impercettibili tic nervosi dei personaggi contribuiscono a rendere lo show un piccolo gioiello d’intrattenimento. E d’altro canto, arrivati ormai alla terza puntata l’uso costante di colori freddi e scuri e il martellio continuo della colonna sonora, possono avere l’effetto di risultare fin troppo ridondanti.
Ormai le tematiche dello show sono state stra-sviscerate nei primi due episodi, e a riempire il minutaggio ci pensano le varie storyline verticali dei passeggeri.
Per il resto, a portare avanti la trama delle indagini riguardanti la ricomparsa della Prometheus ci pensano i soli Maura (Emily Beecham) e il capitano Larsen (Andreas Pietschmann). Gli altri passeggeri risultano intanto preda (ciascuno a modo suo) dei rispettivi incubi solitari come se non ci fosse una continuità fra trama orizzontale e verticale.
Per fortuna ci pensa il cliffhanger finale dell’ammutinamento a fare un po’ di ordine fra le varie sotto-trame. Cliffhanger che arriva al momento giusto come culmine di un climax catastrofico che include una nebbia mortifera (come nei peggiori cliché horror) e una misteriosa epidemia sulla nave che miete vittime soprattutto nelle fasce più “basse”.

LING YI E GLI ALTRI: STORIE DI SPERANZA SULLA NAVE


Ling Yi: “Non è permesso avere sogni… Non è permesso”.

Tolta però la questione dei misteri legati alla Prometheus, e l’imminente ammutinamento dei passeggeri, il grosso del minutaggio rimane quello dedicato alle storie singole dei passeggeri. Il tutto introdotto dalla solita introduzione-sogno di uno di questi.
Stavolta tocca a Ling Yi (Isabella Wei), la cui storyline dimostra, ancora una volta come, anche personaggi che all’inizio possono sembrare secondari e prevedibili possono rivelarsi ben più complessi di quanto possa sembrare. In pochi minuti viene ribaltato il rapporto fra questa e la madre Yuk Je (Gabby Wong).
Ancora una volta viene mostrata una storia che riguarda i sogni e le speranze di una vita migliore. Sogni e speranze che vengono puntualmente disattese o comunque ridimensionate dalla realtà dei fatti. Un leitmotiv che percorre un po’ tutte quante le storylines presenti (anche se in maniera fin troppo simile e retorica). Nonostante quella di Ling Yi infatti sia quella preminente, in questo episodio saltano fuori nuove indiscrezioni su altri passeggeri, in particolare i due fratelli spagnoli e il passeggero belga con crisi epilettiche. Storie che si prendono giustamente il loro tempo, anche se, a lungo andare, rischiano di risultare fin troppo confezionate ad hoc.

SCENA FINALE E ALTRI MISTERI


Per fortuna i due co-creatori dello show se ne accorgono in tempo giusto per confezionare un abile cliffhanger finale che viene dopo un climax emotivo bello intenso.
L’ammutinamento finale è la molla giusta per convincere lo spettatore a continuare con la visione dello show, e magari può dare una scossa proprio a tutte le storyline verticali che ora si trovano finalmente riunite in una situazione di pericolo comune. Come se tutto questo non bastasse, il misterioso passeggero della Prometheus fa un ulteriore gioco di prestigio… facendo scomparire la nave.
Ottimi plot twist orizzontali che rilasciano buone vibes per quanto riguarda la possibilità di scoprire sempre più nuovi misteri e congetture.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Al solito tutto il cast e la regia
  • Soundtrack e colonna sonora
  • Cliffhanger e scena finale
  • Ripetitività delle storyline verticali
  • Ridondanza in generale di certe situazioni
  • Un po’ più di luce grazie!

 

Prosegue la linea orizzontale degli eventi senza tralasciare anche la verticalità, che a questo giro indaga sul passato di Ling Yi, Daniel e Ramiro. Come se tutto questo non fosse abbastanza, un’inquietante nebbia avvolge tutto provocando incubi ed epidemie…

Laureato presso l'Università di Bologna in "Cinema, televisione e produzioni multimediali". Nella vita scrive e recensisce riguardo ogni cosa che gli capita guidato dalle sue numerose personalità multiple tra cui un innocuo amico immaginario chiamato Tyler Durden!

Rispondi

Precedente

Andor 1×11 – Daughter Of Ferrix

Prossima

1899 1×04 – The Fight – Lo Scontro

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: