);

1899 1×04 – The Fight – Lo ScontroTEMPO DI LETTURA 4 min

/

Questa quarta puntata rappresenta l’evidente chiusura del breve cerchio narrativo iniziato nella precedente, visto e considerato che lo schema sfruttato in fase di sceneggiatura risulta abbastanza simile: approfondimento del background di un personaggio; continuazione dell’ammutinamento; colpo di scena finale.
Uno schema semplice, senza infamia e senza lode, che traghetta 1899 verso metà stagione ma risulta utile soprattutto per iniziare a dosare parte dei misteri che, evidentemente, accompagneranno il pubblico per il prosieguo degli episodi.
In primis Daniel è, per ovvi motivi, un personaggio temporalmente fuori posto: il marchingegno utilizzato nel precedente finale di puntata e l’aura misteriosa che lo avvolge lo etichettano come futuro colpo di scena. La scomparsa della Prometheus mette in agitazione l’intera nave, i passeggeri cominciano ad additare il bambino come portatore di tutte le sciagure che si stanno verificando. Serviva un capro espiatorio, e alla fine è stato trovato.

PERSONAGGI IN CERCA DI BACKGROUND


I personaggi che vengono approfonditi sono Jerome e Lucien, permettendo allo spettatore di conoscerli un po’ meglio e comprendere parte dei tafferugli avvenuti tra i due, osservandoli poi successivamente durante l’episodio. Anche se, in definitiva, si tratta di un mero riempitivo sfruttato dagli sceneggiatori per sì, mostrare il background di altri personaggi, ma soprattutto per guadagnare tempo.
Il minutaggio potrebbe essere sfruttato per ampliare ulteriormente misteri ed enigmi, ma è altresì interessante conoscere i personaggi in scena. Specialmente perché tutti, fino ad ora, sembrano avere in comune un passato non poco turbolento, cosa che giustifica la volontà di tutti di raggiungere l’America per fare tabula rasa. Un po’ come accaduto in Lost per i sopravvissuti del volo Oceanic 815.

L’AMMUTINAMENTO CHE TI ASPETTI


L’ammutinamento prosegue e aiuta a separare, quanto meno idealmente, quelli che possono essere identificati come i buoni e quelli etichettabili come i cattivi.
Questi ultimi, che rappresentano la maggioranza della nave, puntano alla cattura del bambino, ritenuto il responsabile di tutte le sciagure fin lì avvenute e quindi sacrificabile.
Nei primi compaiono i personaggi principali: Maura, Eyk, Olek, Ramiro, Jerome e pochi altri. Inutile sottolineare come lo scontro impari porti alla cattura del bambino e alla sua successiva “camminata sulla passerella”. Proprio quest’ultima sequenza viene mostrata con particolare enfasi (complice lo slow motion) e, così come sottolinea poi Maura, mostra una sorta di accettazione da parte del bambino. Quasi non solo si aspettasse quel finale, ma che lo avesse già interiorizzato come “necessario”.

COLPO DI SCENA… A RIPETIZIONE


Ed ecco che la puntata si chiude con il fantomatico colpo di scena: una luce illumina l’interno del bancone della Kerberos e il bambino ricompare in perfetta forma e salute, come se nulla fosse accaduto, andando ad abbracciare Maura. Possibile che il legame tra i due sia qualcosa di più del semplice salvataggio avvenuto sulla Prometheus?
Altri aspetti, legati al bambino, risultano interessanti e si spera vengano approfonditi. Il primo è chiaramente lo scarabeo che, per ora, sembra essere una sorta di passepartout in grado di aprire qualsiasi porta e passaggio. Il secondo aspetto è la commistione di due dettagli: l’anello (fede) trovata nella giacchetta del bambino da parte di Maura; il segno sull’anulare destro di Daniel. Qual è il legame tra Daniel e il bambino? Occorre tenere in considerazione, infatti, che mentre il bambino veniva salvato dalla Prometheus, Daniel abbordava la nave senza che nessuno se ne accorgesse.
Mistero dopo mistero: nella lista dei passeggeri della Prometheus compare il nome di Maura. Questo dettaglio potrebbe essere collegato ai segni sui polsi mostrati in “The Ship” e al flashback iniziale in cui veniva mostrata all’interno di un manicomio/ospedale? Solo le prossime puntate potranno aiutare a dissipare (almeno in parte) questi dubbi.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Il sacrificio del bambino
  • Le morti continuano ad aumentare sulla nave
  • La figura di Daniel
  • Lo scarabeo
  • Rivelazioni finali legate a Maura
  • Il bambino ricompare sulla Kerberos… cosa?
  • Passaggi segreti con consueto simbolo
  • Personaggi secondari e vari background poco interessanti rispetto al racconto principale
  • Si segue il livello della precedente puntata, la votazione risulta di conseguenza un Thank

 

Una puntata che segue la linea del precedente episodio: una narrazione piatta (per quanto lo possa essere un prodotto della coppia bo Odar-Friese), esattamente come l’acqua attorno alla Kerberos. Ma si tratta dell’ennesimo tassello che viene posizionato prima della seconda metà di stagione che si spera preferisca continuare con il racconto principale piuttosto di concentrarsi sul background dei singoli personaggi secondari.

Conosciuto ai più come Aldo Raine detto L'Apache è vincitore del premio Oscar Luigi Scalfaro e più volte candidato al Golden Goal.
Avrebbe potuto cambiare il Mondo. Avrebbe potuto risollevare le sorti dell'umana stirpe. Avrebbe potuto risanare il debito pubblico. Ha preferito unirsi al team di RecenSerie per dar libero sfogo alle sue frustrazioni. L'unico uomo con la licenza polemica.

Rispondi

Precedente

1899 1×03 – The Fog – La Nebbia

Prossima

Esterno Notte 1×05 – 1×06 – Eleonora – La Fine

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: