);

DC’s Legends Of Tomorrow 6×01 – Ground Control To Sara LanceTEMPO DI LETTURA 3 min

/

recensione DC's Legends Of Tomorrow 6x01 Tornano anche quest’anno il gruppo di scappati di casa supereroi e viaggiatori del tempo targato DC-The CW.
Dopo aver esplorato, nelle passate stagioni, i territori del fantasy e dell’esoterico, questa volta le Leggende si trovano di fronte ad una minaccia “del terzo tipo”, fronteggiando una misteriosa razza aliena.
Per fortuna, questo scenario sci-fi non dimentica quello che è il cuore pulsante delle storie di DC’s Legends Of Tomorrow: i viaggi nel tempo.
Anche se il risultato finale è un po’ ambivalente e non sempre le due cose convivono alla perfezione tra di loro.

STESSO TEAM, STESSE CERTEZZE


L’introduzione dell’episodio riprende direttamente il cliffhanger lanciato da “Swan Thong” e serve soprattutto per fare un veloce recap dei protagonisti dello show.
In questa fase della storia, infatti, il gruppo delle Leggende risulta composto da Ava Sharpe (Jes McCallan), Mick Rory (Dominic Purcell, a quanto pare ancora presente nonostante i rumors), Nate Heywood (Nick Zano), Berhad Tarazi (Shayan Sobhian), John Constantine (Matt Ryan), Zari Tarazi (Tala Ashe) e Astra Logue (Olivia Swann).
Oltre ovviamente all’inossidabile Sara Lance (Caity Lotz) che risulta però, al momento, separata in una storyline a parte rispetto al resto del gruppo.
In realtà tutti i character presenti nello show subiscono un azzeramento delle loro dinamiche relazionali. Un vero e proprio back-up che talvolta si traduce in un’esasperazione eccessiva dei leitmotiv che li accompagnano. Come nel caso del duo Costantine-Zari, in assoluto la peggior coppia dello show a causa dei loro stucchevoli siparietti “comici” che non rendono affatto giustizia al percorso narrativo finora compiuto da loro.

“UNA NUOVA ESPERANZA”


Non mancano comunque le new entry. Il personaggio di Esperanza Cruz (Lisseth Chavez, già vista in The OA), esperta di alieni e in grado di comunicare telepaticamente con essi, è forse la sorpresa migliore di questa stagione.
La sua presentazione, e il rapporto conflittuale che si crea fin da subito fra lei e il resto del Team-Leggende, lascia presagire le potenzialità narrative che tale character porta con sé. Ma è ancora troppo presto per giudicarla in quanto le scene che la riguardano sono poche e il suo “potere” non è ancora del tutto chiaro.
Ci sarà sicuramente tempo, in questa sesta stagione, per esplorare questo nuovo personaggio che ha il merito di introdurre una storyline che si rifà alle serie cospirazioniste sul modello di X-Files. Bisogna vedere se le sue capacità si riveleranno vere o solo “immaginarie”.

VIAGGI NEL TEMPO + ALIENI?


Anche perché, per tutto il resto, questa nuova stagione non comincia esattamente con il piede giusto. La storyline riguardante Sara e gli alieni andrebbe anche bene, se non fosse per la CGI realizzata malissimo (con gli alieni più brutti che la storia della televisione possa ricordare) e per il plot twist su Gary (Adam Tsekhman), ennesimo tentativo di reboot per un personaggio che rimane comunque fra i più inutili e odiosi di questo universo narrativo.
Anche la risoluzione finale e il mancato raggiungimento del “portale del tempo” risultano fin troppo telefonate per far procedere la trama in modo orizzontale.
Tale risoluzione ha comunque il merito di far combaciare le due tematiche portanti di questa sesta stagione (i viaggi nel tempo e gli alieni) che apparentemente non c’entrano molto l’una con l’altra.
Infine, non del tutto riusciti sono i riferimenti e gli easter eggs storici presenti nell’episodio. Il riferimento allo scrittore Aleister Crowley sarebbe interessante, se venisse approfondito anche in seguito e non solo buttato lì a caso. Meno riuscito il “cameo” di David Bowie che dà anche il nome all’episodio. Si può scherzare su tutto infatti, ma non sul compianto agente Philip Jeffries!

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Riferimenti all’opera di Aleister Crowley
  • Sara Lance e Mick Rory (as usual)
  • Introduzione e prima scena
  • CGI degli alieni
  • Ennesimo reboot non necessario del personaggio di Gary
  • Costantine e Zari imbarazzanti
  • Pessima imitazione del Duca Bianco!
  • La Londra degli anni ’70 così dannatamente simile a quella degli anni 2000!

 

Dopo il mondo fantasy ed esoterico, DC’s Legends Of Tomorrow è pronto per imbarcarsi in una nuova stagione, stavolta all’insegna della sci-fi. Non mancano ovviamente i viaggi temporali e i continui litigi a bordo della Waverider, così come (purtroppo) i personaggi insulsi e le storyline poco interessanti.

Laureato presso l'Università di Bologna in "Cinema, televisione e produzioni multimediali". Nella vita scrive e recensisce riguardo ogni cosa che gli capita guidato dalle sue numerose personalità multiple tra cui un innocuo amico immaginario chiamato Tyler Durden!

Rispondi

Precedente

The Blacklist 8×15 – The Russian Knot

Prossima

Shadow And Bone 1×07 – The Unsea

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: