);

Stranger Things 4×03 – Chapter Three: The Monster And The SuperheroTEMPO DI LETTURA 4 min

/

Recensione Stranger Things 4x03Dopo due episodi ampiamenti discutibili caratterizzati da ben poche emozioni, come discusso nelle recensioni di “Chapter One: The Hellfire Club” e “Chapter Two: Vecna’s Curse”, si incomincia finalmente a delineare la trama orizzontale della stagione. La lieta novella avviene, tuttavia, dopo una prima parte di puntata più che discutibile, che ricalca i difetti dei due capitoli precedenti.
Fortunatamente, dal momento in cui sembra essere messo da parte il fattore Teen Drama, le storyline stagionali dei “Goonies dei nostri tempi” iniziano a carburare e il futuro dei prossimi sei episodi pare ora essere carico di avventure per i ragazzi che hanno conquistato i cuori di milioni di appassionati di serie tv.

“Last night, I saw something. Something I’ve been dreading for some time. I don’t know how to say this other than just to say it. Hawkins is in danger. You have fought this evil before and you’ve won. But this evil, it’s like a virus. Each time it returns, it comes back stronger, smarter, deadlier. A war is coming to Hawkins. […] There are good people, brave friends, who have helped you fight your battle in the past. But they alone can’t win this war, not without you. I know it’s not fair to ask more of you, but I wouldn’t be here if I didn’t think this was the only way, if I didn’t think you were the only one who might have a shot to hit this thing so hard it can’t get back up.”

RIVERDALE E’ MORTO, LUNGA VITA A STRANGER THINGS!


Visto l’annuncio della prossima dipartita di Riverdale, gli sceneggiatori di Stranger Things, in questo nuovo ed attesissimo ritorno, devono aver pensato che prendere il timone dei teen drama nel panorama seriale potesse essere una buona idea visto il quantitativo di problemi amorosi ed adolescenziali mai stato così preponderante all’interno della serie. Scherzi a parte, il genere più in voga in casa Netflix messo in scena così forzatamente non può che risultare un pungo in un occhio, così come l’eccessiva teatralità di alcune scene che, invece di risultare drammatiche, fanno il giro diventando ridicole come il “confronto” tra Mike ed Eleven ad inizio puntata.
Altro fattore che mina l’appetibilità del programma è l’eccessiva lunghezza delle puntate: è incomprensibile la volontà abbandonare i canonici quarantacinque minuti di episodio per poter inserire i bistrattati momenti adolescenziali, così come è incomprensibile comprendere il motivo, annunciato poco prima dell’uscita della stagione, per il quale l’ultimo capitolo durerà ben centocinquanta minuti. Una scelta difficile da digerire anche per un film, ben di più per uno show che vive di citazioni e cliché narrativi come Stranger Things.

DA GRANDI AVVENTURE DERIVANO GRANDI RESPONSABILITA’


Come già accennato, dalla seconda parte di “Chapter Three: The Monster And The Superhero” vi è un netto miglioramento dal momento in cui i toni passano all’essere seri e cupi. La situazione pare subito critica e i protagonisti presenti ad Hawkins, visto la loro esperienza, se ne rendono immediatamente conto. Il cast, come al solito, è diviso in varie storyline con Max e Lucas separati ma entrambi capitati nelle posizioni più critiche con quest’ultimo costretto a separarsi e scappare dai bulli della stagione e la prima designata come una delle prossime vittime del villain stagionale.
Vecna, escluso lo scialbo design che lo fa assomigliare ad una brutta copia dell’Uomo Pallido de “Il Labirinto Del Fauno”, ha un potere estremamente interessante ed over power, che darà un grandissimo filo da torcere agli eroi dello show. Difatti al momento, adoperandosi dall’Upside Down, è addirittura intangibile, motivo che fa supporre che per affrontarlo si tornerà nel tanto amato Sotto Sopra.
Prima del confronto con il cattivo di questa nuova terribile avventura, Eleven dovrà ritrovare i suoi poteri per poter mettere fine a questo nuovo incubo. L’incontro con Sam Owens è una boccata di aria fresca per il personaggio interpretato da Millie Bobby Brown che si era ritrovata immischiata in scelte di sceneggiatura raccapriccianti. Ciò nonostante, il meglio ora sembra essere iniziato ed Hawkins ha bisogno di Eleven come non mai.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Il villain stagionale
  • La trama orizzontale è finalmente partita
  • I ragazzi si dividono
  • La parte Teen Drama sembra finalmente abbandonata
  • Parte Teen Drama
  • Clichè a go go
  • Attori che sembrano tutt’altro che adolescenti
  • Poteri di Eleven che sembrano pronti a tornare così… per necessità

 

Un inizio difficile per la quarta stagione di Stranger Things, il peggio ora sembra essere passato ma un inizio così complicato sarà difficile da dimenticare.

Detto anche Calendario Umano, si aggira nel sottobosco dei prodotti televisivi e cinematografici per trovare le migliori serie e i migliori film da recensire. Papà del RecenUpdate e Genitore 2 dei RecenAwards, entra in tackle in pochi ma accurati show per sfogarsi e dire la propria quando nessuno ne sente il bisogno.

Rispondi

Precedente

Stranger Things 4×02 – Chapter Two: Vecna’s Curse

Prossima

Obi-Wan Kenobi 1×02 – Part II

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: