);

The Watcher 1×01 – Welcome, FriendsTEMPO DI LETTURA 4 min

/

The Watcher 1x01 Recensione

Una coppia con due figli si trasferisce da una grande città a una piccola cittadina in cerca di pace, tranquillità e buoni vicini. Compra una casa molto grande ed elegante ma, ben presto, scopre che quella casa nasconde dei segreti, che la cittadina in cui si sono trasferiti non è idilliaca e che i nuovi vicini sono tutt’altro che cordiali. Rumori misteriosi, strane sparizioni, e un generale senso di sospetto ben presto turbano la quotidianità della famiglia che cercava un po’ di quiete.
Ad una prima impressione, questa descrizione potrebbe rappresentare – arrotondando per difetto – qualche decina di film e serie tv, anche di recente fattura. In questo caso, si tratta del riassunto del pilot di The Watcher, miniserie tv Netflix la cui prima (e probabilmente unica) stagione – composta di 7 episodi – è stata rilasciata dalla celebre piattaforma di streaming il 13 ottobre. Basata su un articolo pubblicato da The New York Magazine nel 2018, la serie è stata creata da Ryan Murphy (Glee, American Horror Story, American Crime Story, Dahmer e molto altro) e Ian Brennan (Glee, The Politician, Dahmer).

THE HAUNTING OF 657 BOULEVARD


I protagonisti sono i coniugi Dean e Nora Brannock, interpretati da Bobby Cannavale (Boardwalk Empire, Vynil, Will & Grace) e Naomi Watts (21 Grams, Birdman, Mulholland Drive). I due coniugi si sono trasferiti, assieme ai loro figli Ellie e Carter, da New York a Westfield, cittadina di 30.000 abitanti del New Jersey. In particolare, la loro casa si trova in un tipico suburb americano per famiglie benestanti: case singole, con ampio giardino e piscina, strade poco trafficate e molta tranquillità.
Ben presto però, il sogno americano della famiglia Brannock si scontra con le lettere inviate da The Watcher, una figura misteriosa che si è proclamata come sorvegliante del numero 657 di Boulevard Street. All’interno delle lettere, il sorvegliante descrive con minuzia di particolari la casa, i suoi abitanti (i Brannock) e le loro abitudini. Il messaggio è chiaro: devono andare via da quella casa, esattamente come fatto da tutti gli inquilini che li hanno preceduti. Oltre alla lettera, i Brannock devono fronteggiare anche rumori misteriosi, porte che si aprono pur essendo state chiuse a chiave e la morte di un animale domestico.

CHI HA PAURA DEI VICINI?


Tutto ciò ricorda The Haunting Of Hill House, ma senza la componente sovrannaturale e onirica. In questo caso, infatti, la minaccia viene dal mondo terreno. I primi indiziati sono senza dubbio i vicini, i quali si sono mostrati sin da subito diffidenti e ostili. In primo luogo, i coniugi Mitch e Maureen (interpretata da Margo Mantindale, un’istituzione della serialità televisiva americana), i quali considerano il giardino dei Brannock come fosse il loro. Oltre a loro, bisogna menzionare anche Pearl Winslow (Mia Farrow: Rosemary’s Baby, Death on the Nile), la quale è compulsivamente interessata alla conservazione storica di ogni singolo aspetto della dimora dei Brannock, e suo figlio Jasper, che conosce una moltitudine di stratagemmi per introdursi nel 657 di Boulevard Street.
Entrambe queste famiglie sono apertamente ostili ai Brannock, e sembrano nascondere dei segreti, probabilmente legati proprio alla casa in cui abitano i protagonisti. Inoltre, anche l’agente immobiliare Karen Calhoun si aggira spesso con fare sospetto nei dintorni della casa. Come spesso accade in show di questo tipo, è evidente la presenza di un intricato mistero le cui ramificazioni saranno esplorate nel corso dei 7 episodi.

TUTTO GIÀ VISTO, MA…


Come anticipato sin dall’inizio, nulla nel concept di The Watcher è nuovo o innovativo. Tuttavia, il casting è di alto profilo e la sceneggiatura di Murphy (che è regista anche del pilot e del terzo episodio) è una garanzia. In particolare, sin da subito si è riusciti a trasmettere il crescente senso di inquietudine e disagio in cui si trovano a vivere i componenti della famiglia Brannock. Ciò vale in particolare per Dean, che non riesce a proteggere la propria famiglia, con conseguenti comportamenti sempre meno tranquilli e sempre più ansiogeni. Per poterla proclamare una serie ben riuscita, The Watcher dovrà continuare a insistere sul senso di inquietudine (latente, ma sempre presente) dei Brannock e, in ultima istanza, degli spettatori.

 

THUMBS UP THUMBS DOWN
  • Ryan Murphy e un cast di altissimo livello
  • Senso di inquietudine trasmesso sin da subito
  • Idea classica ma efficace
  • Idea forse fin troppo classica

 

The Haunting Of Hill House, ma con i vicini di casa al posto degli spettri. Buona la prima.

Romano, studente di scienze politiche, appassionato di serie tv crime. Più il mistero è intricato, meglio è. Cerco di dimenticare di essere anche tifoso della Roma.

Rispondi

Precedente

Let The Right One In 1×01 – Anything For Blood

Prossima

Fire Country 1×01 – Pilot

error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: