);

The Big Bang Theory 7×06 – The Romance ResonanceTEMPO DI LETTURA 5 min

/
E’ l’anniversario del primo appuntamento tra Howard e Bernadette a Pasadena e il marito perfetto decide di organizzare qualcosa in grande: tutti i suoi amici canteranno una frase della canzone da lui personalmente scritta per la donna che ama. Il piano originale -ovvero il festeggiare al ristorante- viene all’ultimo minuto sostituito con una serenata in ospedale.
Diciamo pure che chi è un fan attento di questo serial ha di sicuro potuto constatare le analogie di questa situazione con quella di “The Closet Reconfiguration” in cui Sheldon trova nell’armadio dei due neo sposini una lettera appartenente al padre di Howard e tutti gli amici si riuniscono e decidono di riferire all’amico una parte del contenuto di tale lettera. Insomma, adunanza simile al passato e già vista, e in uno show che ci ripropone gli stessi personaggi e le stesse storie, gli autori potrebbero anche decidere di diversificare il repertorio di tanto in tanto. Inoltre, questa canzone dedicata a Berny è sì ricca di riferimenti chimici e scientifici che tanto piacciono ai protagonisti, ma è smielata e fuori tono in un serial che certo non si propone di prendere la scienza e renderla la cosa più stupida al Mondo. Sinceramente, credo che gli stessi attori abbiano avuto qualche seria difficoltà nel girare questa scena, basta vedere la faccia di Galecki mentre cantava. Che dire: ti capiamo “bro”, e siamo con te.
Questo anniversario è praticamente il fulcro attorno a cui ruotano gli sketch degli altri protagonisti, in primis Leonard e Penny. Il primo difatti ricorda alla fidanzata di non aver mai ricevuto da lei un gesto romantico. Come finirà? Ovviamente Penny cercherà di essere dolce a modo suo intenerendo il ragazzo. Ammettiamo che anche qui le ripetizioni si sprecano, perchè per quanto riguarda questa coppia la dinamica è sempre la stessa: uno dei due dice qualcosa all’altro che ci rimane male e quest’altro tenterà di farsi perdonare (o quanto meno valere qualcosa), per poi finire riappacificati come i due piccioncini che sono, senza essere avanzati di un solo centimetro nella loro storyline, ma aver soltanto sprecato tempo a fare le solite cose. Anche qui insomma: già visto.
Poi c’è Sheldon, che risulta anch’egli ripetitivo in questa puntata: riesce a fare una scoperta importante che, se non è per lui una meraviglia (dopotutto ricordiamo che il soggetto si aspetta di vincere il Nobel un giorno), lascerà sorpresi tutti, per poi in realtà scoprire che questa grande rivelazione altro non è che frutto di un errore. Ricorda anche qui una puntata dello scorso anno, la “The Cooper/Kripke Inversion“, in cui si ritrovò a mentire sull’intimità del rapporto con Amy per salvare la reputazione davanti al suo acerrimo nemico/collega Kripke. In questo episodio dobbiamo tuttavia dar ragione al fatto che probabilmente le sue sono le migliori battute venute fuori (tra tutte, il fatto di preferire ad uno scandalo scientifico un sex-tape, non sapendo affatto cosa questo fosse), e per un serial che mantiene alti i livelli di ascolto per tali arguzie, la cosa non è male.
Infine Raji che, in tutto ciò, altro non è che un’appendice della storyline di Leonard&Penny e la spalla di Howard, e questo è un vero peccato: è forse l’unico personaggio non ancora accompagnato e che in questi sei anni ha dato poco sullo schermo, potrebbe vivere mille avventure e invece gli autori hanno deciso di lasciarlo lì, da parte, magari ad aspettare che torni Lucy o una come Lucy. Nulla di più stupido.
PRO:

  • “Can’t talk, in the zone.”
  • “La cosa migliore dai tempi il Partito Comunista… Mi piace la Cina, sanno come tener in riga le persone!”
  • Sheldon: “Come faccio a convincerli a smettere di adorarmi?” Leonard: “Invitali a vivere con noi!”
  • Commovente la scena finale di Penny che prende tutte le  cose regalatele da Leonard negli anni: ricordava molto il rapporto Rachel-Ross di “Friends” ma, alla fine, toccante.
    CONTRO:
    • L’idea generale della canzone tutti assieme per Bernadette: sembrava tanto la copia di quella lettera del padre di Howard della scorsa stagione.
    • Le dinamiche di coppia di Leonard & Penny: sempre uguali di puntata in puntata.
    • Sheldon, simile a quando con Kripke si era scambiato il lavoro.
    • Raji: abbiamo capito, ha una femminilità spiccata. Ora però andiamo avanti.
    • Bernadette e Amy: sono sempre e solo la prima la microbiologa che lavora con materiale pericoloso, la seconda disposta a tutto pur di avere un contatto intimo con Sheldon. Secondo voi due donne così intelligenti non sanno fare altro? Diventano umilianti per l’intero genere quando  vengono descritte solo ed esclusivamente in un’unica maniera.
    • In generale nessuna storia nuova, solo ripetizioni.

    Insomma, per finire: per quanto vengono pagati gli autori potrebbero anche inventarsi qualcosa di nuovo per i personaggi di questo telefilm che, invece, ritornano sulle stesse storie degli ultimi due anni, come in un noiosissimo gioco dell’oca. Penny l’anno scorso ha dato prova di essere una buona attrice, allora come mai questo suo aspetto lavorativo non viene mai esplorato? Raji è stato in coppia fino ad ora solo con una ragazza, perchè non gli permettono di avere nuove conoscenze femminili ora che riesce a parlare con le donne? Howard e Bernadette sono una coppia felice, perchè allora gli autori non decidono di mandare avanti le loro vite o -ancora meglio- di esplorare loro interazioni con altri personaggi come è stata l’accoppiata Wolowitz-Farrah Fowler di qualche puntata fa? Il materiale c’è, bisogna solo scoprire perchè si preferisce tenerlo nascosto invece che portarlo sullo schermo, creando nel frattempo episodi tutti uguali.

    VOTO EMMY

    Un tempo recensore di successo e ora passato a miglior vita per scelte discutibili, eccesso di binge-watching ed una certa insubordinazione.

    1 Comment

    1. Leggo quasi sempre le tue recensioni su TBBT e anche se a volte ho avuto pareri più o meno contrastanti con i tuoi, mi piaceva leggere un parere di un'altra persona. Oggi ho letto le recensioni delle puntate 7×06, 7×07 e 7×08, trovando la risposta a una domanda che mi mi sono fatto più volte leggendo quello che scrivevi, cioè, ti sei accorto che TBBT è una sit com? quindi ti consiglio di rivedere alcune delle tue critiche con questa nuova chiave di lettura. Ci tengo a precisare che non sono completamente in disaccordo con quello che dici, alcuni dei tuoi spunti per la serie sarebbero interessanti se i produttori gli mettessero in pratica davvero.
      Per quanto riguarda la puntata qui recensita il paragone con la 6×19 – The closet reconfiguration penso sia completamente sbagliato, in primis hai commesso un'errore, non è vero che ognuno dice una parte della lettera ad Howard, ma ognuno dice una diversa versione della quale solo una è quella vera, poi nella 6×10 parliamo di un momento molto serio e commovente che riguarda il rapporto padre-figlio invece qui si tratta di una canzone allegra e allo stesso tempo commovente rivolta alla moglie, che personalmente ho trovato molto divertente, per me il miglior momento di questa settima stagione; poi nella tua vecchia recensione scrivevi proprio che avresti voluto più momenti come quello della 6×19. Per ultima cosa nella puntata The Cooper/Kripke Inversion, Sheldon nasconde l'umiliazione raccontando false storie sulla sua intimità con Amy a Kripke, qui c'è sempre l'umiliazione ma dopo si va su tutt'altra strada, situazione simile ma sviluppo diverso quindi con creazione di situazioni comiche diverse.
      chiudo qui questo mio lungo e tedioso discorso.

    Rispondi

    Precedente

    The Good Wife 5×05 – Hitting The Fan

    Prossima

    The Blacklist 1×06 – Gina Zanetakos (No. 152)

    error: Nice try :) Abbiamo disabilitato il tasto destro e la copiatura per proteggere il frutto del nostro duro lavoro.
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: